HTC Desire 500 – La recensione di Androidiani.com

22 Ottobre 201352 commenti

Grazie ad HTC, abbiamo la possibilità di testare per voi uno degli ultimi arrivati della casa taiwanese: parliamo del Desire 500, un terminale di fascia medio-bassa caratterizzato principalmente da una fotocamera da 8 megapixel e un processore quad-core Snapdragon 200.

SPECIFICHE TECNICHE:

  • Dimensioni: 131.8 x 66.9 x 9.9mm , 123g
  • Display: 4.3 pollici con risoluzione WVGA
  • CPU: Qualcomm® Snapdragon™ 200, quadcore‐core, 1.2GHz
  • RAM: 1 GB DDR2
  • OS: Android 4.1.2 (Jelly Bean) con Sense 5.0
  • Memoria: 4 GB di memoria integrata espandibile microsd
  • Fotocamera posteriore: da 8 MP con autofocus, LED Flash, sensore BSI retroilluminato da 1/3.2″, chip dedicato HTC ImageChip, apertura focale f .2.0, 28 mm, Smart Flash (cinque livelli di flash impostati automaticamente a seconda della distanza dal soggetto)
  • Fotocamera anteriore: – da 1.6 megapixel, sensore BSI
  • Ottimizzazione sonora: Beats Audio
  • Sensori: Accelerometro, Sensore di prossimità, Sensore di luminosità ambientale
  • Reti: 22G/ 2.5GGSM/GPRS/EDGE:900/1800/1900 MHz, 3G/3.5GUMTS/ HSPA:900/2100 MHz con HSDPA fino a 7,2 Mbps
  • Connettività: Bluetooth® 4.0 con tecnologia aptX™,Wi-Fi®: IEEE 802.11 a/b/g/n, NFC, DLNA®
  • Batteria: 1800 mAh

CONFEZIONE:

Dentro la confezione troviamo, oltre ai soliti manuali di istruzioni e garanzia, un paio di cuffie (non in-ear purtroppo) di discreta qualità dotate di microfono e tasto per rispondere alle chiamate, un caricabatterie e il cavo USB-micro-USB. Ci saremmo aspettati, vista la poca memoria interna del terminale, anche una scheda micro-SD, ma dobbiamo accontentarci così.

DESIGN

Nella parte frontale troviamo il display da 4.3″, con sotto i consueti tasti capacitivi “back” e “home”. Nella parte alta troviamo lo speaker per le chiamate, i sensori di prossimità e luminosità, la fotocamera frontale e un piccolo LED per le notifiche.

PARTE FRONTALE

PARTE FRONTALE

Sul retro troviamo la fotocamera da 8 megapixel accompagnata da un Flash-LED e lo speaker di sistema nella parte bassa. Sul lato destro troviamo i tasti per alzare/abbassare il volume, mentre il lato sinistro è completamente libero.

RETRO DEL TERMINALE

RETRO DEL TERMINALE

Nella parte superiore abbiamo il jack da 3.5 mm e il tasto di accensione, mentre nella parte inferiore soltanto la porta micro-USB e il microfono. Una volta aperto, al suo interno (ovviamente sul retro) troviamo la batteria da 1800 mAh, che è removibile, e gli slot per la micro-SIM e la micro-SD.

Ad un primo impatto, nonostante non si abbiano materiali particolarmente nobili, il terminale offre un ottima sensazione di solidità. Il policarbonato utilizzato infatti è di ottima qualità e non ci sono difetti di fabbricazione o assemblaggio.

IL PARTICOLARE MECCANISMO DI APERTURA DEL DESIRE 500

IL PARTICOLARE MECCANISMO DI APERTURA DEL DESIRE 500

A differenza di molti altri terminali realizzati in plastica, non abbiamo assistito ad alcuno scricchiolio e in un paio di settimane di test il Desire non ha riportato alcun graffio, ovviamente senza alcuna cover utilizzata. Ergonomicamente parlando, il terminale si impugna comodamente grazie alle sue dimensioni “ridotte” e l’utilizzo con una mano sola è decisamente facile. L’unica cosa che ci sentiamo di criticare è il tasto di accensione/spegnimento, che avrebbe potuto sporgere di più per essere così più facile da premere.

HTC DESIRE 500 MESSO A NUDO

HTC DESIRE 500 MESSO A NUDO

DISPLAY

Ormai non è una novità, HTC è ben conosciuta per montare ottimi pannelli sui propri dispositivi. Sarà riuscita a fare lo stesso su in terminale di fascia bassa/media come il Desire 500? La risposta è assolutamente si. Nonostante la risoluzione sia piuttosto bassa per un display da 4.3″, lo schermo di questo terminale non delude affatto.

IL DESIRE 500 HA UN DISPLAY DA 4.3"

IL DESIRE 500 HA UN DISPLAY DA 4.3″

I colori sono molto naturali e la luminosità è alta. Alla luce del sole non abbiamo avuto nessun tipo di problema, grazie anche all’ottimo lavoro svolto dal sensore. Ottimo anche l’angolo di visione, insomma HTC ha fatto di nuovo centro. L’unico difetto riguarda ovviamente la densità: con una risoluzione di 800 x 480 abbiamo un valore di soli 217 ppi. La situazione avrebbe potuto essere migliore con una risoluzione qHD, ma data la natura del terminale dobbiamo accontentarci.

FOTO/VIDEO/AUDIO

Il Desire 500 monta una fotocamera con sensore BSI da 8 megapixel, con apertura F2.0. La qualità di questa fotocamera ci ha davvero sorpreso, e grazie all’interfaccia di HTC e i suoi vari effetti applicabili ci consente di ottenere scatti qualitativamente superiori alla media. Buoni anche gli scatti in condizioni di luce scarsa, il LED-Flash fa egregiamente il suo dovere e regola la sua intensità (fino a 5 livelli) in base alla distanza del soggetto. Le modalità di scatto sono molteplici fra cui degne di nota troviamo l’HDR e la modalità panorama.

LA FOTOCAMERA DA 8 MEGAPIXEL DEL DESIRE 500 NON VI DELUDERA'

LA FOTOCAMERA DA 8 MEGAPIXEL DEL DESIRE 500 NON VI DELUDERA’

Parlando di video, il terminale riesce a registrare con una risoluzione massima di 1280 x 720, quindi scordiamoci tranquillamente video in Full-HD. I video sono di buona qualità, purtroppo il microfono non è a doppia membrana quindi aspettiamoci audio distorto negli ambienti molto rumorosi. E’ possibile anche fare video in rallenty, ma il frame rate è piuttosto basso quindi non aspettiamoci risultati (ottimi) come ad esempio su HTC One. Ecco qualche foto scattata col terminale:

Per quanto riguarda l’altoparlante, l’audio è buono anche se la sua posizione è infelice: quando appoggeremo il telefono a faccia in sù su un tavolo purtroppo lo andremo a coprire e quindi ad abbassare il volume. Nulla da dire per quanto riguarda l’audio in cuffia: quando inseriremo un paio di auricolari potremo anche godere dell’equalizzazione da parte di Beats Audio.

PARTICOLARE SPEAKER DI SISTEMA

PARTICOLARE SPEAKER DI SISTEMA

SOFTWARE E CONNETTIVITA’

A bordo del Desire 500 troviamo Android 4.1.2 con l’interfaccia proprietaria di HTC, ovviamente la Sense, nella sua quinta versione. Esteticamente è uguale a quello che troviamo ormai da tempo su terminali come HTC One, One Mini e la vecchia gamma One con gli ultimi aggiornamenti. Sempre presente BlinkFeed che ci permette di avere nella home tutte le notizie dei nostri social network sotto forma di quadri in stile Windows Phone. La maggior parte delle applicazioni di sistema sono state personalizzate da HTC, degno di nota il browser che ci permette di abilitare il Flash player e nonostante questo mantenga un ottima velocità e fluidità.

CLASSICA SCHERMATA HOME DELLA SENSE 5.0

CLASSICA SCHERMATA HOME DELLA SENSE 5.0

Siamo sorpresi dalla presenza della connettività NFC, con cui possiamo scambiare informazioni o file con altri dispositivi Android (e non) o accoppiarci a dispositivi dotati della stessa tecnologia in un attimo. Il tutto funziona a dovere e non abbiamo avuto nessun tipo di problema. Troviamo anche un antenna Bluetooth 4.0, che ci permette un minore consumo energetico e una maggiore stabilità e velocità nell’invio di file.

PRESTAZIONI/BATTERIA

Il Desire 500 è ecquipaggiato con un processore quad-core Snapdragon 200, con clock di 1.2 GHz. Fluidità e velocità sono a buoni livelli e il terminale tutto sommato si comporta bene. Nel periodo della nostra prova infatti lo smartphone non si è mai bloccato o ha avuto problemi di surriscaldamento. Non aspettiamoci grandi prestazioni nei giochi in 3D un po più pesanti, ma per la maggior parte dei giochi casual (Fruit Ninja, Candy Crush, Angry Birds, Ruzzle, ecc) non avrete alcun tipo di problema. Insieme al processore, troviamo ben 1 GB di memoria RAM, che ci permette una discreta gestione del multitasking.

LA BATTERIA DA 1800 MAH  GLI DONA UNA BUONA AUTONOMIA

LA BATTERIA DA 1800 MAH GLI DONA UNA BUONA AUTONOMIA

Parlando di memoria, purtroppo a bordo troviamo solamente 4 GB, di cui ne possiamo utilizzare soltanto uno. Credo che 1 GB risulti davvero poco per chiunque, e qui HTC ci viene incontro fornendoci uno slot per le micro-SD. Peccato però che nella confezione non ne troviamo una (indispensabile), e quindi oltre al costo del telefono dovremo aggiungerci quello per una buona scheda di memoria. Sono supportate micro-SD fino a 64 GB.

In termini di batteria, siamo rimasti davvero soddisfatti da questo terminale. A bordo ne troviamo una da 1800 mAh che ci permette tranquillamente di arrivare dopo cena. Nel nostro test, ci ha garantito infatti un autonomia decisamente buona: il telefono veniva staccato dall’alimentatore alle 7 del mattino e verso le 9 di sera ci trovavamo ad avere ancora almeno il 10% rimanente. C’è anche la possibilità di attivare la modalità “risparmio energetico, ma secondo il nostro parere non influenza i consumi più di tanto.

COSA CI E’ PIACIUTO

  • Design e materiali: il Desire 500 è un terminale ben costruito e nonostante sia completamente fatto di policarbonato da un ottima sensazione di solidità.
  • Display: come di consueto, HTC ha montato un ottimo display, risoluzione a parte. Luminosità e gestione dei colori impeccabili.
  • Fotocamera: l’unità da 8 megapixel che troviamo su questo smartphone ci consente di scattare fotografie davvero belle, da personalizzare con gli effetti offerti dall’interfaccia Sense.
  • Connettività: apprezziamo molto la presenza dell’antenna NFC e il Bluetooth 4.0, di solito non li troviamo nei terminali di questa fascia.
  • Prestazioni: nonostante lo Snapdragon 200 non sia un mostro, il terminale è decisamente fluido e veloce, anche se le prestazioni non gridano al miracolo.

COSA NON CI E’ PIACIUTO

  • Risoluzione del display: la risoluzione è davvero bassa, purtroppo i pixel si notano molto.
  • Poca memoria interna: con solo 1 GB di  memoria interna utilizzabile, è necessario procurarsi una scheda micro-SD, che purtroppo non è inclusa nella confezione.
  • Video: la qualità dei video girati con il Desire 500 è solo sufficiente, i video in rallenty hanno un frame-rate davvero basso.

CONCLUSIONI

HTC Desire 500, è sicuramente un ottimo terminale per la sua fascia: con 249€ lo trovate nei vari negozi e potete risparmiare ulteriormente comprandolo online, dove lo si trova anche sui 200€. I suoi punti di forza sono sicuramente il design e la fotocamera mentre i suoi punti deboli sono la poca memoria interna disponibile e la risoluzione bassa del display.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com