HTC One Max – La recensione di Androidiani.com

9 Dicembre 201337 commenti

Grazie ad HTC abbiamo avuto la possibilità di testare e recensire per voi l'ultimo arrivato della casa taiwanese: parliamo ovviamente di One Max, un phablet con caratteristiche davvero interessanti.

SPECIFICHE TECNICHE

  • Display Full HD da 5.9 pollici (349ppi)
  • Qualcomm Snapdragon 600 quad-core da 1,7 GHz
  • 2 GB di RAM
  • Memoria interna da 16 GB (espandibile tramite microSD)
  • Fotocamera posteriore Ultrapixel (4 megapixel)
  • Doppio altoparlante BoomSound
  • Batteria da 3.300 mAh
  • Wi-Fi a/ac/b/g/n e Bluetooth 4.0
  • Connettività LTE
  • Porta MHL
  • Android 4.3 con Sense 5.5
  • Lettore d’impronte digitali

CONFEZIONE E HARDWARE

Come al solito non abbiamo a disposizione la confezione di vendita ma bensì quella riservata ai blog e alle testate giornalistiche. Al suo interno comunque c’è tutto il necessario: oltre ai vari piccoli manuali di istruzioni troviamo un paio di cuffie con microfono di alta qualità, il caricabatterie da 1.5 A e il cavo microUSB-USB. Visto quanto costa avremmo preferito trovare anche una scheda micro-SD per espandere la memoria.

HTC ONE MAX

HTC ONE MAX

Passando al telefono, è impossibile non notare subito le sue dimensioni, davvero generose. Il design ricalca quello di One Mini, adottando di nuovo una cornice bianca in policarbonato che avvolgerà il telefono . Si perde leggermente la sensazione di avere un telefono “premium” in quanto il policarbonato utilizzato tende a macchiarsi e a sporcarsi molto facilmente.

PARTICOLARE TASTI CAPACITIVI E LOGO

PARTICOLARE TASTI CAPACITIVI E LOGO

Nella parte frontale troviamo l’ampio display da 5.9 pollici, accompagnato da due grandi (e potenti) speaker Stereo BoomSound. Nella parte bassa abbiamo i due tasti soft-touch e nella parte superiore la fotocamera frontale e i sensori di prossimità/luminosità. Purtroppo, a differenza di molti altri smartphone/phablet usciti recentemente, i bordi del display sono abbastanza spessi e a nostro parere HTC poteva fare di meglio riducendone le dimensioni.

PARTICOLARE LATO SINISTRO

PARTICOLARE LATO SINISTRO

PARTICOLARE LATO DESTRO

PARTICOLARE LATO DESTRO

Nella parte laterale sinistra troviamo il pulsante per sganciare la cover posteriore mentre nella parte destra troviamo il pulsante di accensione/spegnimento e il bilanciere del volume. Nella parte superiore troviamo la porta IR e il jack da 3.5 mm, mentre nella parte inferiore troviamo il microfono per le chiamate e la porta micro-USB per la ricarica/collegamento al PC.

PARTE SUPERIORE

PARTE SUPERIORE

PARTE INFERIORE

PARTE INFERIORE

Sul retro oltre alla consueta fotocamera UltraPixel troviamo una delle grandi novità di questo Phablet: un sensore di impronte digitali, di cui parleremo più accuratamente dopo. Oltre a questi due elementi troviamo i 3 pin per il collegamento a varie dock e il secondo microfono per la riduzione del rumore ambientale. Notiamo l’assenza del logo Beats Audio, ma ci cambia poco e niente.

PARTICOLARE FOTOCAMERA E SENSORE DI IMPRONTE

PARTICOLARE FOTOCAMERA E SENSORE DI IMPRONTE

Aperta la scocca troviamo lo slot per la micro-SD e la micro-SIM, la batteria purtroppo non è removibile.

HTC ONE MAX APERTO

HTC ONE MAX APERTO

Una volta impugnato, ci rendiamo subito conto che l’utilizzo ad una mano è a dir poco impossibile, visto peso, spessore e dimensioni del terminale. Il grip non è dei migliori e l’alluminio utilizzato lo rende leggermente scivoloso. D’altronde si tratta di un phablet, pensato ovviamente per l’utilizzo a due mani. Bisogna sicuramente farci l’abitudine se siete abituati a smartphone dalle dimensioni “umane”, e bisogna fare molta attenzione a dove lo riporrete: mi è capitato più di una volta di doverlo “soccorrere” in quanto nelle tasche di alcuni jeans e tute tendeva a scapparsene via. Un altra nota dolente riguarda la back cover: nonostante sia teoricamente realizzata con lo stesso alluminio del resto del telefono, questa tende a sporcarsi e a rovinarsi molto più in fretta. Inoltre è molto facile piegarla (anche leggermente) e questo ci porterà ad una chiusura non perfetta della parte posteriore. Insomma qui HTC poteva davvero fare di meglio.

DISPLAY E BOOMSOUND

Proprio come sull’One e sull’One Mini, il Max monta un display davvero eccellente. I colori sono resi molto fedelmente, i bianchi sono ben bilanciati e i neri non tendono al viola/grigio scuro. La luminosità è ottima e anche sotto la luce diretta del sole non ci ha dato nessun tipo di problema. Grazie ai suoi 373 ppi non riusciremo a scorgere alcun pixel, merito della risoluzione Full-HD e della matrice RGB. Unica piccola pecca forse è il sensore di luminosità: alcune volte effettua cambiamenti veloci e troppo “bruschi” nonostante ci si trovi nella stessa condizione.

 

Giocare, guardare video e navigare sul web con One Max è semplicemente spettacolare. Merito anche dei potenti speaker BoomSound che troviamo frontalmente. Questi riescono a superare in potenza e qualità perfino quelli dell’One originale: i bassi sono semplicemente incredibili e il volume può essere paragonabile ai mini-speaker portatili bluetooth che si trovano attualmente sul mercato.

LE CASSE DI HTC ONE MAX SONO ASSOLUTAMENTE LE MIGLIORI SUL MERCATO

LE CASSE DI HTC ONE MAX SONO ASSOLUTAMENTE LE MIGLIORI SUL MERCATO

Ottima la riproduzione anche tramite le cuffie, quelle integrate sono di ottima qualità e non hanno nulla da invidiare a molte cuffie “di qualità” che troviamo a più di 100€. Segnaliamo la completa assenza del marchio Beats e della sua equalizzazione: poco male in quanto sembra che HTC ne abbia inserita una proprietaria che funziona tanto bene quanto la precedente. Segnaliamo la presenza del lettore multimediale proprietario che ci permette anche di scaricare automaticamente le copertine delle canzoni.

FOTOCAMERA

A bordo del Max troviamo la solita fotocamera Ultrapixel con flash led. Le specifiche sono le stesse di quella di One, ma anche qui non troviamo purtroppo lo stabilizzatore ottico. Se ne sente sicuramente la mancanza, soprattutto per quanto riguarda i video.

Le foto in generale sono buone, grazie anche alle numerose impostazioni, ma ci saremmo aspettati di più da parte di HTC: la definizione non è il massimo, colpa dei soli 4 megapixel del sensore. La concorrenza riesce a fare sicuramente di meglio, e a nostro parere l’azienda taiwanese deve iniziare a migliorare in questo reparto (visto che la fotocamera è la stessa da One).

LA AFOTOCAMERA DI ONE MAX E' BUONA, MA SI POTEVA FARE DI MEGLIO

LA AFOTOCAMERA DI ONE MAX E’ BUONA, MA SI POTEVA FARE DI MEGLIO

Buone le foto con scarsa luminosità ambientale, grazie alla natura della fotocamera stessa e al flash che cambia la propria intensità in base alla distanza del soggetto. Sempre presente la modalità di scatto “Zoe”, che ci permette di ottenere scatti davvero particolari.

httpvh://www.youtube.com/watch?v=LAJ1m8LdxqI

Buone le riprese video e come al solito ottima la registrazione audio: il consueto test in discoteca è stato superato, merito del microfono a doppia membrana. Come già scritto, si sente la mancanza dello stabilizzatore ottico; quello digitale fa quello che può. Vi lasciamo con alcune immagini scattate con il Max:

IMPRONTE DIGITALI

Seguendo la scia di Apple con il suo iPhone 5S, HTC ha deciso di montare sul retro dello smartphone uno scanner delle impronte, che ci permetterà di sbloccare lo smartphone in un metodo diverso dal solito. E’ possibile memorizzare le impronte di massimo 3 dita e per ogni dito può essere scelta un applicazione da avviare. Devo ammettere che il sistema funziona molto bene e le mie dita sono state riconosciute praticamente tutte le volte.

Il sistema di rilevamento funziona piuttosto bene

Il sistema di rilevamento funziona piuttosto bene

Il tutto però non è ancora perfetto: per sbloccare lo schermo non basterà passare subito il dito sopra il sensore ma bisognerà prima premere il pulsante di accensione. Permettendo lo sblocco direttamente da schermo spento secondo noi il sistema risulterebbe più veloce e funzionale.

Un altra pecca del sistema secondo noi riguarda la posizione del sensore: bisogna anche qui sicuramente farci l’abitudine ma avremmo preferito trovarlo nella parte frontale, magari in corrispondenza del logo HTC (spazio completamente inutilizzato).

SENSE

A parte la sezione del riconoscimento di impronte digitali, non troviamo nessuna novità rispetto al software presente su One e One Mini. Ora è possibile disattivare BlinkFeed per avere un interfaccia molto più simile ad Android “puro”.

INTERFACCIA SENSE

INTERFACCIA SENSE

Segnaliamo l’aggiunta dell’applicazione “Disegno a mano libera” che ci permetterà di prendere note e/o disegnare con tantissime opzioni disponibili.

DISEGNO A MANO LIBERA

DISEGNO A MANO LIBERA

PRESTAZIONI/BATTERIA

E’ lo Snapdragon 600 prodotto da Qualcomm, insieme alla GPU Adreno 320, a muovere questo gigante. Se dobbiamo essere sinceri, ci saremmo aspettati di trovare lo Snapdragon 800 visto che ormai tutti i terminali concorrenti top di gamma lo hanno adottato. Nonostante non sia il SoC di ultima generazione disponibile, il Max risulta estremamente fluido e veloce. Non abbiamo riscontrato alcun rallentamento o blocco durante il nostro periodo di prova, merito anche dei 2 GB di memoria RAM messi a disposizione dell’utente.

BENCHMARK HTC ONE MAX

BENCHMARK HTC ONE MAX

Nessun problema per la maggior parte dei giochi: solo i più pesanti lo mettono leggermente in crisi con qualche calo di frame rate, ma niente di troppo evidente o tragico.

NESSUN PROBLEMA NEANCHE SUI GIOCHI PIU' PESANTI COME DEAD TRIGGER 2

NESSUN PROBLEMA NEANCHE SUI GIOCHI PIU’ PESANTI COME DEAD TRIGGER 2

Per quanto riguardo la batteria, a bordo troviamo un unità da ben 3300 mAh. Con un utilizzo pesante, ci permetterà di affrontare un intera giornata senza alcun tipo di problema. Staccandolo alle 6:45, arrivavo a mezzanotte con circa il 10% di carica residua e circa 5 ore di schermo acceso; con un utilizzo meno intenso si può arrivare anche a 2 giorni.

LA BATTERIA DI HTC ONE MAX CI PERMETTE DI AFFRONTARE UNA GIORNATA DI USO INTENSO

LA BATTERIA DI HTC ONE MAX CI PERMETTE DI AFFRONTARE UNA GIORNATA DI USO INTENSO

A bordo troviamo 16GB di memoria interna, che a differenza di One Mini e l’One normale sono espandibili. Lo slot per micro-SD sul retro ci permette infatti di inserire una scheda con capacità fino a 64GB. Visto il prezzo, avremmo preferito trovare o 32GB di “base” o almeno una scheda da 16 GB inclusa.

COSA CI E’ PIACIUTO

  • Display: HTC è solita montare ottimi Display sui propri terminali, e quello che troviamo su One Max è assolutamente spettacolare.
  • BoomSound: sul Max troviamo le migliori casse mai montate su uno Smartphone: volume e profondità dei bassi ai massimi livelli.
  • Batteria: con i suoi 3300 mAh ci permette di affrontare un intera giornata stressando lo smartphone; con un uso moderato arriviamo anche a due giorni.
  • Prestazioni: nonostante a bordo non ci sia uno Snapdragon 800, il Max è assolutamente veloce e reattivo. Non abbiamo mai assistito a lag o avuto problemi con giochi pesanti.
  • Memoria espandibile: finalmente HTC ha deciso di montare uno slot per le micro-SD.

COSA NON CI E’ PIACIUTO

  • Fotocamera: ci saremmo aspettati una nuova fotocamera Ultrapixel con un sensore più potente. One Max scatta buone foto, ma la concorrenza si è evoluta ed è decisamente avanti. Si fa sentire anche la mancanza dello stabilizzatore ottico.
  • Costruzione: anche se gran parte del telefono è realizzato in alluminio, non si ha più quella sensazione premium che donava l’One originale. La back cover inoltre e il meccanismo per bloccarla potevano essere realizzati meglio.
  • Portabilità: One Max non è di certo un telefono per tutti. L’utilizzo ad una mano è impossibile, in quanto manca (a differenza della gamma Note) una modalità apposita. HTC poteva ridurre le dimensioni del terminale riducendo i bordi, per garantire una maggiore portabilità.

CONCLUSIONI

Htc One Max è sicuramente un buon terminale, ma non riesce a convincerci pienamente. La mancanza di un SoC di ultima generazione e il mancato aggiornamento della fotocamera lo rendono mezzo passo indietro rispetto ai concorrenti. A migliorare la situazione ci sono il display e il comparto audio che sono ancora fra i migliori disponibili sul mercato (se non i migliori).

LA PAGELLA DI ANDROIDIANI.COM

DESIGN:                         6
DISPLAY:                       9
FOTOCAMERE:           6.5
AUDIO:                         10
RICEZIONE:                    9
PERFORMANCE:            8
SOFTWARE:                7.5
BATTERIA:                  8.5

343€
HTC One Max
SU
A SOLI
Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com