Samsung Galaxy Note e Galaxy S II: pericolo brick a causa di un bug nel kernel di ICS

21 maggio 201260 commenti

Vogliamo porre all'attenzione di tutti gli utenti Android, ma maggiormente ai possessori di Samsung Galaxy S II e Galaxy Note, un pericoloso bug presente nel kernel dei firmware di Android 4.0 Ice Cream Sandwich che porta, durante le fasi di modding che molti utilizzano quotidianamente, al brick definitivo dello smartphone. Il bug è presente anche nel kernel di alcune ROM leaks basate su Ice Cream Sandwich di altri smartphone Samsung, e potrebbero portare danni irreversibili ai vostri device.

Molte sviluppatori, nel realizzare le proprie ROM per i nostri smartphone Samsung, maggiormente per Galaxy S II e Galaxy Note, nell’attesa di una release ufficiale, hanno spesso utilizzato le versione leaked dei primi firmware apparsi sul web che purtroppo riportavano questo pericoloso bug all’interno del kernel.

Ciò potrebbe facilmente portare al brick definitivo dello smartphone, causando danni irreparabili durante le semplici operazioni di flashing e modding del proprio smartphone.

La grande community di sviluppatori Android di XDA-Developers ha portato alla luce il pericolo di brick per Galaxy Note e Galaxy S II, e sono già tanti gli svilupaptori che stanno cercando, purtroppo senza successo, di sviluppare mod anti-brick, come il Mod UnBrickable realizzato da AdamOutler.

Il firmware colpito dal bug del kernel è la revisione 0x19 ed è stato successivamente risolto nella revisione 0x25, anche se non sappiamo se è già disponibile nei firmware definitivi. Facendo confusione con i valori esadecimali delle revisioni, molti sviluppatori hanno confuso la versione corretta poichè 25 in esadecimale corrisponde proprio a 19. Il valore 0x25 è già in versione esadecimale, perciò sarà quello corretto da utilizzare.

Il bug entra in azione e causa problemi ai nostri smartphone non appena vengono eseguite operazioni dalla recovery (specialmente in quelle custom), per esempio quando vengono eseguiti i wipe, o un restore da un backup, ed ancora il semplice flash di una ROM tramite Recovery. Il bug modifica irreparabilmente la partizione “/data” del chip eMMC, nella quale vengono inseriti 32 KB nella parte inziale.

Già è stato chiesto prontamente aiuto a Google, poichè si tratta di un pericoloso bug noto e con una patch risolutiva che non poteva essere pubblicata poichè non era stato pubblicato nemmeno l’intero codice. I Kernel che presentano il bug, secondo le segnalazioni di XDA-Developers sono:

  • All Epic 4G Touch (SPH-D710) ICS leaks
  • All Galaxy Note (GT-N7000) ICS leaks
  • The AT&T Galaxy S II (SGH-I777) UCLD3 leak – and probably all others
  • Korean SHW-M250S/K/L official releases and any kernel built from their source

I kernel attualmente liberi da bug sono:

  • GT-I9100 ICS leaks
  • GT-I9100 official releases
  • Kernels built off of the GT-I9100 Update4 source base

Attualmente vi consigliamo di non effettuare flash di ROM Custom ed altri tweaks tramite Recovery per evitare qualsiasi tipologia di problema, almeno fino a quando non verrà chiarita e risolta la situazione. Qualcora il vostro smartphone risulta essere tra quelli “infettati”, l’unico consiglio è quello di flashare, esclusivamente tramite ODIN, kernel:

  • Quasi tutti i kernel Gingerbread
  • ICS Kernels basati sul codice sorgente del GT-I9100 Update 4

Per ulteriori informazioni potrete consultare il forum di XDA-Developers.

 

584€
Samsung Galaxy Note
SU
A SOLI
899€
Samsung Galaxy S2
SU
A SOLI
Loading...