LegionMeter quick-charger: da Kickstarter un device per accelerare la ricarica dei nostri smartphone

27 maggio 201413 commenti
Per quanto sia difficile aumentare la capacità delle batterie dei dispositivi elettronici senza alterarne le dimensioni, pare invece alquanto facile accelerarne la ricarica, ed è a questo che punta Legion Meter, progetto nato su Kickstarter volto a garantire una ricarica completa di una batteria in un tempo nettamente inferiore al solito.

Il dispositivo assomiglia ad un “vecchio” lettore Mp3, con un piccolo display OLED (128×32) che mostra quanta potenza (espressa in Watt) sta realmente immagazzinando lo smartphone in un dato istante, la corrente (in Ampere) che la porta USB fornisce ed il suo voltaggio.

c39d2dfb9a2f814c372905c66fe09b28_large

La tecnologia utilizzata nel piccolo apparecchio è ancora in attesa di passare al vaglio dell’ufficio brevetti, e si basa su un non meglio precisato circuito PLX Charge Accelerator. Se siete curiosi di dare un’occhiata al progetto, vi basta cliccare sul link in fonte.

  • Pingback: LegionMeter quick-charger: da Kickstarter un device per accelerare la ricarica dei nostri smartphone - WikiFeed

  • Cappannonno cappannonno

    Potrebbe rivelarsi interessante, a meno che non mi si fondi la batteria dopo 2 giorni

    • Giorgio Mannarini

      Bisognerebbe chiedere agli sviluppatori se diano qualche garanzia su questo genere di danni…

      • Golfirio Masturloni

        traducendo la pagina kickstarter che hai citato (con google translator), pare che il “coso” sia settabile su device apple o android, e se ho capito bene sembra che sia capace di rimanere sotto il limite di “sicurezza”… ma non dice nulla su garanzie in caso di “swampamento”.
        figa la funzione mini multimetro.

  • Pingback: LegionMeter quick-charger: da Kickstarter un device per accelerare la ricarica dei nostri smartphone | mobilemakers.org

  • Alieno75

    Se tutti i carica batteria fossero come quello del mio huawei g700, 30 minuti ed è al 100%, per due giorni tra l’altro.

    • Massimiliano

      anche io ho un g700, ma ci vuole parecchio di più per arrivare al 100% (partendo da circa il 20% di carica residua)

  • moffolo

    Da quanto capisco dal sito, nei test riposta miglioramenti per smartphone Android solo in caso di:
    - ricarica via USB da un PC
    - ricarica via USB da iMac/MacPro
    Per i caricatori “ufficiali” (name brand) da solo miglioramenti per iPhone & co.
    Non so… una vocina interna mi fa dire: scaffale

  • Pingback: LegionMeter quick-charger: da Kickstarter un device per accelerare la ricarica dei nostri smartphone | Alcoolico

  • pirata_1985

    a te si è bruciato il cervello

  • Porco boia cane cattivone

    Mi viene da piangere

  • Porco boia cane cattivone

    Ho a casa uno dei primi Tablet, un tf101, che dal 6 agosto 2011 viene usato e caricato ogni uno o due giorni a seconda dell’uso. Non si è ancora bruciato nulla…

  • Porco boia cane cattivone

    Dobbiamo proprio chiederlo a quelli di voyager!