Recensione LG Optimus One

10 novembre 201045 commenti

Dopo avere recensito il "blasonato" Desire HD, vi propongo una breve recensione del più economico LG Optimus One. Innanzitutto parliamo del prezzo, decisamente attraente per chi si vuole avvicinare alla Google Experience senza spendere un patrimonio. Con un cartellino di 229€, destinato a scendere a 199€, si posiziona nella fascia entry dei terminali con piattaforma Android, offrendo però l'ultima release Froyo 2.2 e tutte le sue sciccherie.



L’impressione generale è quella di un device che come dimensioni assomiglia molto al HTC Magic, mentre come forma si avvicina molto a quella di una saponetta un pò consumata. I materiali delle cover non sono certo il massimo, ma gli accoppiamenti risultano combaciare bene; all’interno abbiamo invece un robusto telaietto in alluminio, evidenziato da una discutibile scritta “silver” sotto la cover posteriore. Le verniciature non sembrano scadenti, ma probabilmente qualche caduta potrebbe dimostrare il contrario. I tastini di accensione e controllo del volume risultano ridotti ai minimi termini, ma questo è un problema legato principalmente al design: questi designer sono sempre più minimalisti ultimamente.

I tasti hardware frontali sono invece molto pratici, e hanno la dimensione giusta. Forse un pò troppo duretti all’inizio, in particolare quello del menù e la ricerca, ma sono finezze. Il touchscreen offre una strana sensazione al tatto, sembra quasi un resistivo, tanto che ero convinto lo fosse fino a quando non l’ho provato. Risoluzione del display assolutamente nella media, con un 480×320 pixel. L’assenza di un qualsivoglia dispositivo di puntamento è abbastanza cruciale su un display così piccolo, quindi allenatevi con quelle dita.

Non so perchè ma il paragone con HTC Magic mi viene spontaneo.

La parte meno interessante di tutte: l’hardware. A parte le solite ovvietà come A-GPS, Wi-Fi e Bluetooth, il device ha queste caratteristiche:

Hardware

  • fotocamera da 3,0 megapixel, priva però di un led flash che non avrebbe guastato
  • memoria ROM da 256 mb, un pò pochini, ma fortunatamente Froyo ci consente di installare le applicazioni su SD
  • memoria RAM da 512 mb, e direi che va molto bene
  • batteria da 1500 mAh, che dà una bella botta di vita all’Optimus. Non faticherete ad arrivare a fine giornata, a meno che non facciate video con flash mentre ascoltate la radio in streaming a 256kbps e inviate un porno da 750mb via bluetooth
  • processore Qualcomm, con 600 MHz. Non è proprio quella che si definisce una cannonata, ma permette una usabilità decente
  • jack stereo da 3,5 mm. Obbligatorio
  • speaker integrato abbastanza potente, ma non di qualità eccelsa. Fossi in voi userei le cuffie per ascoltare la musica, almeno per non fare la figura dei truzzi
  • sonoro in cuffia pulito ma non aspettatevi che vi stappi le orecchie

Di fattori negativi ce ne sono pochi su questo hardware, considerato il prezzo.  Ma anche il software presenta pochi difetti.

Software

  • android Froyo 2.2 come dicevamo
  • leggere modifiche all’interfaccia grafica, ma nulla di sconcertante
  • aggiunta qualche widget made by LG
  • home originale di Froyo non presente. Peccato, perchè non è nemmeno installabile. Tuttavia la sostituirete con una alternativa scaricata dal market non appena accenderete il telefono
  • smile detection, se funziona il face detection. Cosa quasi impossibile. Riduzione occhi rossi, e rilevamento occhi chiusi. Assente la funzione che vi dice se la vostra ragazza è incinta
  • Lettore Mp3 con controllo stile sbattiuova (mediante utilizzo del sensore accelerometrico)

Nel complesso è un buon prodotto. Non è stupefacente nelle performances, ma vi consente con una piccola spesa di avere uno smartphone con l’ultima release di Android, e con una discreta dotazione hardware. Naturalmente non vi potete aspettare che una pagina in Flash vada come una scheggia, però nella navigazione normale è rapido, lo scrolling delle pagine è veloce, e perfino il multitouch ha una buona sensibilità. Forse l’unico motivo che non me lo farebbe scegliere, è il fatto che sia fabbricato da LG, un marchio che non ha mai brillato per l’affidabilità dei prodotti. L’assistenza tutto sommato risponde meglio di altre, quindi in caso di problemi non verrete lasciati allo sbando.

A chi lo consiglio?

  • a chi vuole comprarsi/regalare uno smartphone degno di tale nome senza spendere un capitale
  • a chi non ha troppe pretese ma ritiene che i servizi offerti dalla piattaforma siano utili
  • a chi ha fatto cadere nel cesso il suo Galaxy S, e non riesce a stare senza Android
  • a chi si avvicina per la prima volta al mondo degli smartphones, e non vuole regalare 650 bombe a Steve Jobs che non muore certo di fame
  • a chi ha bisogno di utilizzare le email, ma sviene al solo pensiero di usare un Blackberry
  • a chi fa cadere qualunque cosa gli mettiate in mano, leggera o pesante, ma ha un assoluto bisogno di uno smartphone
  • a chi ama cambiare track sbattendo il telefono come un pazzo
  • a Andrea Baccega che sa già cosa deve farne

A chi lo sconsiglio?

  • a me stesso
  • a chi odia la plastica
  • a chi odia LG
  • a chi ama fare foto
  • a chi naviga spesso siti con contenuti flash
  • a qualcuno che adesso non mi viene in mente

Detto questo, spero di essere stato utile a qualcuno che è indeciso se comprarlo oppure no. Ora sicuramente non lo comprerà più :D

Loading...