StatCounter: per la prima volta gli smartphones Samsung superano quelli Apple nel web browsing

10 luglio 201316 commenti

Secondo uno studio pubblicato quest'oggi da StatCounter, per accedere al web, nel mondo, vengono utilizzati più smartphones Samsung che Apple, finora detentrice del primato: lo "storico" sorpasso è avvenuto nello scorso mese di Giugno.

I numeri, ottenuti attraverso il monitoraggio di circa 3 milioni di siti web, parlano di una distanza minima, ma per la prima volta a favore di Samsung: a Giugno 2013 il 25.4% delle pagine web viste da smartphone  è stato visualizzato su un device coreano, contro il 25.1% di Apple (nella statistica vengono inclusi gli iPhone e gli iPod Touch). Terza Nokia, ex-primatista che a Gennaio 2013 aveva subito lo spodestamento da parte di Apple, al 22%, molto distante RIM: i suoi Blackberry si fermano al 3.6%.

StatCounter-mobile-device-manufacturers

Apple mantiene una solida leadership negli USA (54.8%) e nel Regno Unito (47.9%), nazioni in cui il web browsing effettuato tramite dispositivi di Cupertino cresce di circa 4 punti rispetto al 2012. In entrambi i Paesi, tuttavia, cresce anche l’utilizzo di terminali Samsung (dal 12.65% al 18.3% negli USA, dal 12.69% al 20.45% in UK).

StatCounter-June-mobile-browseres

Tra i browser mobile (statistica nella quale StatCounter non include i tablets in quanto non considerati propriamente dispositivi mobili: vengono infatti associati ai desktop e notebook) resta saldamente in testa il browser Android stock (29.1%), seguito a debita distanza da Safari (25%) e da Opera, che sembra stabilizzarsi intorno al 16%. Cresce anche Chrome mobile, che arriva al 3.2%.

gs.statcounter.com download StatCounter Internet Wars Report.pdf

StatCounter-June-non-mobile-OS

 

Chiudiamo infine con qualche dato relativo al mondo dei “grandi”: Chrome resta il browser più utilizzato al mondo, e a Giugno 2013 riesce a battere Internet Explorer negli USA per la prima volta. Circa l’84% degli utenti naviga da terminali non-mobili (tablets inclusi, come dicevamo) e lo fa in stragrande maggioranza utilizzando Windows 7 (52.6%).

Loading...