Philips W732: smartphone Android dual-SIM con lunga autonomia

12 luglio 201220 commenti

Parlando di smartphone e quindi anche di Android uno dei nomi di grandi produttori che non verrebbe subito in mente a noi utenti è sicuramente Philips. Ma non per questo le idee di questo grande produttore non devono essere prese in considerazione, infatti il nuovo smartphone Android di Philips, il W732, farà parlare molto grazie ad alcuni caratteristiche davvero interessanti, prime su tutte il supporto dual-SIM ed una lunga autonomia dovuta alla grande batteria da 2.400 mAh.

I grandi risultati d’autonomia promessi da Philips sul nuovo W732 sono dovuti alla capiente batteria da ben 2.400 mAh che offre ben 13 ore di autonomia in conversazione e fino a 10,5 ore in navigazione web.

Numeri che non possono nemmeno lontanamente essere eguagliati dal primatista (almeno finora) Motorola Droid RAZR Maxx, che con la sua batteria da 3.300 mAh permette “solamente” 7 ore e 23 minuti di navigazione web.

Questo grande risultato è anche possibile grazie all’impiego di un display IPS differentemente da quanto scelto dalla casa alata per il RAZR Maxx, cioè un AMOLED. Medesimo discorso anche per Samsung Galaxy S III che con la batteria da 2.100 mAh ed il display Super AMOLED HD non riesce ad offrire tale autonomia.

Le altre caratteristiche tecniche del Philips W732 sono:

  • Display IPS da 4,3 pollici con risoluzione da 480×800 pixel;
  • Processore single-core MediaTek MT6575 da 1 GHz;
  • Fotocamera posteriore da 5 megapixel;
  • Sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich
  • Wi-Fi, Bluetooth, GPS;
  • Dual-SIM;

Le dimensioni sono leggermente maggiori rispetto agli attuali standard, cioè: 126,37 x 67,44 x 12,3 millimetri e peso di circa 167 grammi. Il nuovo Philips W732 sarà disponibile in cinque differenti colorazioni entro il breve periodo nel mercato cinese.

Data la presenza del modulo HSPA non è da escludere un espatrio verso altri mercati. Vi terremo aggiornati.

 

Loading...
  • jbhk

    ottimo, se il prezzo è sotto 250 è gia mio!

    • ivanvalenti@hotmail.com

      ed anche mio :)

  • Marcos

    …sembra un po grandino..

  • Giancarlo Ruberti

    Lo vedi quel link in basso a destra con scritto “via”? Usalo e… Sorpresa sorpresa! Ecco la fonte citata.

    • AssassinoXI

      Si, ma solitamente almeno si modifica l’ articolo.

      • ArcheoGian

        La cosa non vale per Inuso…

        • AssassinoXI

          Beh, si vede che lui non è molto “in uso”
          *Battute squallide OFF*

  • LiTHiuM

    Capirai che novità Philips… da quando la Mediatek ha creato la 6575 a
    1GHz ci sono decine di modelli di Chinafonini dualsim con le stesse
    caratteristiche hardware se non superiori (tipo lo schermo qHD) a
    150euro.

  • satomy

    Il processore single-core da 1GHz?e di ram? Non credo faccia al caso mio…………..

  • orfano_philips

    Peccato che (quasi certamente) non verrà commercializzato in Europa.
    Da anni Philips ha smesso di commercializzare cellulari in terra di fighetti che guardano alla “moda” più che alla qualità, limitandosi ai paesi asiatici e sudamerica perchè in Europa “il gioco non valeva la candela”.
    Quando uscì il “Philips 755” non se lo filò nessuno, eppure allora era una bomba, e ad un prezzo economicissimo; fu uno dei primi (se non il primo) ad avere uno schermo touchscreen (seppur resistivo), arrivando anni prima degli altri, ma non era “di moda” e vendette poco, mentre ora se il telefono non è un touchscreen non se lo fila nessuno.
    Philips è sempre stata un passo avanti (iniziò ad usare le icone quando ancora tutti gli altri usavano sterili scritte per i menù, in seguito venne copiato anche dagli altri), ma in un mercato di fighetti puoi essere avanti tutti i passi che vuoi.
    Speriamo che ricomincino a commercializzare in loro prodotti mobile anche in Europa.

    • ArcheoGian

      Philips, ahimè, non è più Philips. Nel senso che ha ceduto (da quel che ho capito) la propria divisione cellulari a un brand cinese, e ora si limita solo a monitorare (fino al 2014?) che i cellulari prodotti rispettino determinati standard qualitativi.

      • orfano_philips

        azz, questa cosa mi era sfuggita, ma allora stanno smembrando tutto? la divisione televisori è stata fusa con quella di un’altra azienda (sempre cinese credo).
        che peccato!
        Io a casa, quando devo compro qualcosa, compro, se possibile, sempre philips (a meno che un concorrente non abbia allo stesso prezzo un prodotto veramente migliore), soprattutto per quelle cose che compri “alla cieca” (per le quali cioè, visto il costo, non stai a perdere le mezz’ore e leggerti su internet le valutazioni degli altri utenti in confronto ad altre marche).
        Hanno sempre avuto una divisione ricerca molto all’avanguardia (dobbiamo a loro, in collaborazione con Sony, i cd, tanto per dirne una), speriamo che sopravvivano anche come azienda, non solo come marchio…

  • Asian warrior

    Caro orfano philips forse non sai che ormai l’Europa non è più la terra dei fighetti che guardano al design, ma è la terra dei poveracci che comprano quello che possono. I fighetti ormai sono quo in Asia e sempre qui la gente può spendere e spende tranquillamente sui gadget elettronici e non semplicemente per moda. Inoltre Philips sta perdendo soldi in quasi tutte le categorie dell’elettronica, e l’unica business line che davvero tira è il settore medico. Quindi non credo che si vedranno tante innovazioni da parte di Philips nel comsumer electronics…

    • ArcheoGian

      Sarà, ma vedo più gente con smartphone da 600 euro in Italia che non in India…

    • orfano_philips

      Sottoscrivo ArcheoGian: il tuo discorso, Asian Warrior, è vero per quella fascia di popolazione che inizia a stare bene, ma non credo che siano ancora una larghissima maggioranza, credo che ancora quelli che non vivono in agiatezza siano la maggioranza, per cui continuano a fare attenzione a cosa comprano più che alla moda.
      Da noi ancora tira tanto lo “status simbol” più che il rapporto qualità/prezzo, sia in chi se lo può permettere, sia in tante persone che non potrebbero permetterselo ma lo comprano ugualmente.
      Se poi non vedremo tante innovazioni da Philips non posso che dispiacermene…

    • Asian warrior, forse manchi da troppo tempo da queste parti, ma ti assicuro che per strada è pieno di iPhone ultimo modello, ed S2/S3. La gente fa la fame e mangia pane e mortadella, ma mai e poi mai rinuncerà al telefono/tablet da mostrare gli amici. E’un mercato *ASSOLUTAMENTE* florido.

  • Pingback: Philips W732: smartphone Android dual-SIM con lunga autonomia | Mandave()

  • Pingback: BLU annuncia VIVO 4,3: Android 4.0, dual-core e dual-SIM - Emporio Grassi Blog — Emporio Grassi Blog()

  • maurizinho

    Qualche link dove potrei trovare questo smartphone in vendita?

  • venesio

    Peccato che questo sito faccia recensioni senza indicare dove acquistare questi prodotti. Ho un PHILIPS W 732 acquistato sul sito etotalk, il telefono ha una durata sorprendente quasi 2 giorni in modalità 3G, unico problema che alla data di oggi non si riesce ad installare un sistema operativo con firmaware italiano. Funziona solo con market aptoide perchè google play crasha.