WhatsApp: occhio alla truffa dell’account scaduto

25 maggio 20179 commenti

WhatsApp è, per l'ennesima volta, il principale punto di partenza per lo sviluppo di raggiri e tentativi di phishing aventi ad oggetto il noto servizio di messaggistica istantanea.

Su WhatsApp circola una nuova truffa

Vi mostriamo il messaggio inizialmente condiviso sulla pagina FB della Polizia di Stato, all’interno del quale non mancano errori grammaticali di ogni tipo che, in teoria, sarebbero già sufficienti per maturare qualche dubbio circa la veridicità della comunicazione stessa:

Attenzione!

Il tuo account WhatsApp Messenger è scaduto. La registrazione non e stata rinnovata scade entro 24 ore, per rinnovare il tuo WhatsApp Messenger 0,99 euro, grazie a seguire il link di rinnovo Verifica >>.

Rinnova il tuo WhatsApp Messenger. Si prega di rinnovare il più presto possibile per evitare la perdita di tutti i media (immagini, video, storico …)

 

servizi commerciali

2017 whatsapp All Rights reserved

Come ben sappiamo, gli account di WhatsApp sono ormai gratuiti e, pertanto, vi invitiamo a non cliccare mai sui link proposti.

Loading...
  • Ci mancava solo che mettevate il Link

  • Francesco

    L’ennesimo schifo, meno male che al giorno d’oggi è difficile che una persona metta le sue carte di credito sulla prima app che gli capita.

  • Fletcher3

    Ancora co sta storia… Chi ci casca comunque se lo merita…

    • Francesco1989

      concordo….ma sarà capitato sicuro a migliaia di persone

      • Fletcher3

        Sicuramente, ma anni fa.. Dai parliamoci chiaro oramai è un po’ che è gratuita… chi ci casca è un pollo…

  • MaK

    Ma non potrebbero bloccare l’invio di messaggi simili in qualche modo? Magari se vedono anche che lo stesso testo è inviato a tanti utenti.

    • Luki1

      Ma poi dico, ci si fionda subito a pagare senza informarsi?

    • no proprio perche’ esistono esattamente i messaggi in broadcasting…altrimenti che senso avrebbe mettere quel servizio?

  • Luki1

    Allora: ammesso che uno non sia patito di tecnologia e quindi non gli piace tenersi sempre aggiornato, ma prima di fare pagamenti a destra e a manca non ci si documenta almeno sulla cifra e sui destinatari?
    Cioè, se davvero è così semplice allora mi metto anche io a mandare richieste di pagamento…