Samsung Galaxy S3: ecco un nuovo caso di esplosione

9 Luglio 201379 commenti

Di smartphone esplosi non se ne vedono tutti i giorni e perciò ogni nuovo caso scatena una grande discussione. Per la serie "Quando gli smartphone bruciano spontaneamente senza ragione", stavolta parliamo di uno strano caso con protagonista un Samsung Galaxy S3 ed una sfortunata ragazza. Fanny Schlatter era al lavoro facendo ciò che faceva normalmente ogni giorno quando improvvisamente ha visto fiamme uscire dalla tasca dei pantaloni.

Fanny Schlatter ha iniziato a sentire uno strano odore chimico e subito dopo ha iniziato a vedere del fumo uscire dalla propria tasca. A questo punto sono partite delle fiamme che hanno raggiunto l’altezza della sua spalla.

Scioccata e spaventata la ragazza non è riuscita a reagire immediatamente per spegnere le fiamme, solamente il suo datore di lavoro è riuscito a farlo in un modo certamente molto meno elegante, ovvero levandole le mutande.

La ragazza adesso ha accusato ustioni di terzo grado come testimonia la seguente immagine:

fanny-burn-590x393

Onestamente, leggendo la notizia non potevamo farlo altro che pensare ad un simpatico scherzo perché quale smartphone potrebbe mai prendere fuoco autonomamente raggiungendo fiamme con un’altezza fino alla spalla? E poi perché il capo avrebbe dovuto strapparle le mutande invece di usare un estintore, uno degli strumenti obbligatori sul posto di lavoro?

Abbiamo spesso sentito parlare di falsi racconti di esplosione di smartphone ed anche quelli sembrano inverosimili come questo, perciò non sappiamo quanto possa esserci di reale in tutto ciò.

Schlatter sembra essere intenzionata a denunciare Samsung richiedendo almeno un nuovo telefono ed il pagamento delle fatture mediche. Attendiamo notizie più ufficiali.

 

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com