Elephone S7: la recensione

21 Dicembre 201630 commenti

Elephone S7 ha fin da subito catturato l'attenzione di pubblico e addetti ai lavori per il suo particolare form-factor che ricorda (eufemismo gigantesco) il ben più blasonato Galaxy S7 Edge, e anche l'azienda non ha mancato di aumentare l'hype con alcuni video che hanno accompagnato il dispositivo fino alla sua effettiva disponibilità sul mercato. Noi lo abbiamo provato per saggiarne le effettive qualità, e di seguito vi raccontiamo com'è andata.

Pensato come un proficuo crossover a metà tra il caro, vecchio clone cinese e uno smartphone di qualità, Elephone S7 suscita emozioni contrastanti fin dalla prima occhiata. Analizziamo punto per punto ciò che questo device ha da offrire, e partiamo proprio dai primi passaggi della nostra esperienza, ovvero il contatto iniziale con il pacco arrivato in redazione.

UNBOXING

La confezione di Elephone S7 si presenta come un box rettangolare di colore beige/betulla con ben in vista il logo e il nome del dispositivo, e osservando proprio il nome, la scritta e i suoi caratteri diventa subito abbastanza chiaro a quale smartphone Elephone ha deciso di tributare un omaggio con questo S7. All’interno troviamo il dispositivo, una mini guida introduttiva, un cavo Micro-USB e il caricabatterie da 5V/2A (Elephone S7 supporta anche la ricarica rapida Mediatek Pump Express 2.0+, ma il relativo caricabatterie va acquistato a parte). Non manca neanche una cover trasparente in silicone che pur non essendo di qualità eccelsa potrebbe tornare utile viste le caratteristiche del retro del device, ma ne parleremo tra poco.

IL DISPOSITIVO

Elephone S7 ha tanto in comune con il suo quasi omonimo di casa Samsung, e la cosa salta immediatamente all’occhio. Le forme e il display dual-edge sono inconfondibili, per quanto non del tutto uguali alla controparte. Lo schermo da 5,5″ Full HD è incastonato in una elegante fascia laterale metallica, dalla quale sul retro fa bella mostra di sè la back cover (anch’essa dual-edge) in policarbonato con effetto vetro e studiata per ottenere particolari riflessi sotto la luce. Tutto molto bello, ma c’è un piccolo neo: fronte e retro saranno in men che non si dica un ricettacolo di impronte e ditate, e nel caso della parte posteriore anche di qualche graffietto superficiale visibile in controluce, motivo per cui alcuni potrebbero trovare utile la custodia in silicone compresa nella confezione.

Questo device dispone senza dubbio di un design accattivante, oltre che di una buona qualità costruttiva. Nella porzione in alto a sinistra del retro fa capolino la fotocamera da 13 Megapixel affiancata da un flash LED, con il logo Elephone posto più in basso.

Sul lato destro troviamo il classico duo tasto Power+bilanciere del volume, mentre dalla parte opposta è presente l’alloggio per le due SIM, sfruttabile anche per una SIM accompagnata da una Micro SD.

Disposizione tradizionale anche per gli altri elementi: in alto si trova il jack audio e nella parte inferiore trovano posto il connettore micro-USB, lo speaker e il microfono.

La “faccia” di questo Elephone S7 è composta dal già citato display 5,5″ Full HD dual-edge, un LED di notifica configurabile in tre colori, e il tasto Home nel quale è integrato un lettore di impronte digitali che offre supporto a varie funzionalità.

Grazie a dimensioni tutto sommato contenute, degli accettabili 148g di peso e i bordi ricurvi, Elephone S7 fa sicuramente dell’ergonomia uno dei suoi punti di forza. Il dispositivo si impugna molto bene, è ben bilanciato e difficilmente vi sguscerà via di mano come una saponetta. Come abbiamo già accennato l’assemblaggio è un’altro punto a favore: le tre diverse “anime” di Elephone S7 sono unite tra loro in maniera egregia, e anche i tasti laterali sono a loro volta solidi e piacevoli da premere. Il sensore di impronte digitali non è particolarmente veloce ma funziona abbastanza bene in fase di riconoscimento, e raramente ci ha lasciato a piedi. Inoltre è possibile sfruttare lettore e tasto home anche per sostituire totalmente i tasti di navigazione.

Elephone S7 è disponibile con diversi tagli di memoria (noi abbiamo testato il 4GB/64GB Black) e anche in una versione “Mini” con hardware più modesto e display da 5,2″. Ecco la scheda tecnica completa del modello principale:

Sistema operativo Android 6.0 Marshmallow
Processore Mediatek Helio X20 64-bit Deca-core con GPU Mali T880
RAM  3/4GB
Memoria 32/64 GB interna – espandibile con Micro SD fino a 128 GB
Display 5,5″ IPS JDI Incell con Gorilla Glass 3
Risoluzione Full HD 1080 x 1920 pixel
Fotocamera posteriore 13 MP – flash LED – f/2.2
Fotocamera anteriore 5 MP f/2.4
Batteria 3000 mAh
Dimensioni 150,4 x 73,2 x 7,6 mm
Peso 148 g
Connettività GSM:B2/B3/B5/B8 (1900/1800/850/900) – WCDMA:B1/B8 (2100/900) – 4G LTE:B1/B3/B7/B20 (2100/1800/2600/800) – Dual SIM (ibrido, in alternativa a micro SD – Bluetooth 4.0 – WiFi a/b/g/n

Elephone S7 Mini invece dispone di un processore MT6737T Quad-core con GPU Mali T720 MP2, 2GB di RAM e 16GB di storage, oltre che di un display da 5,2″. Tutte le altre caratteristiche ricalcano quelle del fratello maggiore.

DISPLAY

Il display da 5,5″ IPS di Elephone S7 è caratterizzato, oltre che dal design bezel-less, da tonalità di colori vivaci e da una luminosità superiore alla media. Per quanto riguarda la resa cromatica lo schermo offre colori accesi ma non eccessivamente saturi che risultano ben bilanciati. Per chi volesse è comunque possibile modificare contrasto, saturazione, temperatura e molto altro tramite il software integrato da Mediatek sulle sue ROM, ovvero Miravision. La luminosità offerta da questo dispositivo permette di superare con buoni risultati le situazioni di sole battente e luce riflessa grazie ad un settaggio molto elevato, che per contro lo porta a non essere perfettamente adeguato quando si tratta di abbassarsi al minimo durante l’utilizzo al buio. La luminosità automatica infatti non sempre fa il suo dovere e ci si ritrova a dover gestire manualmente alcune situazioni, ma niente di trascendentale.

Nota dolente il touchscreen, un po’ legnoso e non sempre reattivo al primo tocco (quest’ultimo problema a causa delle interazioni accidentali con i bordi). Peccato anche per l’ecessivo “amore” per le ditate e per la totale assenza di funzionalità associate al dual-edge, un trattamento oleofobico migliore e qualche gesture dedicata avrebbero dato più valore alla scelta di Elephone. Il pannello è ricoperto da Gorilla Glass 3.

FOTOCAMERA

Una ROM semi-stock Mediatek spesso significa un software per la fotocamera tutt’altro che eccellente, ed Elephone S7 non fa eccezione purtroppo. La messa a fuoco è lenta e i tempi di scatto non migliorano la situazione, motivo per il quale soprattutto all’inizio l’esperienza fotografica potrebbe non esaltarvi. Il sensore principale può contare su 13 Megapixel e un’apertura di f/2.2, e una volta presa un po’ la mano, armati di pazienza riuscirete a ottenere degli scatti accettabili durante le ore diurne, con picchi di qualità per quanto riguarda le macro.

Non sono altrettanto buoni i risultati negli interni con luce artificiale e quelli in notturna, a causa di una sensibilità alla luce non gestita al meglio e dalla presenza di una discreta quantità di rumore. I problemi di velocità del sensore di cui sopra inoltre non aiutano particolarmente. Non mancano le modalità HDR (ben implementata), Panorama, scatto continuo, e rilevamento del volto. La fotocamera frontale da 5 Megapixel con apertura di f/2.4 è sufficiente ma niente di più. I video possono essere registrati a 720p o 1080p. Sono accettabili, ma mancano di stabilizzazione e soffrono dello stesso problema di Autofocus riscontrato durante gli scatti fotografici. Potete trovare qualche sample della fotocamera a questo indirizzo.

SOFTWARE

Il software installato su Elephone S7 è Android 6.0 Marshmallow nella sua versione prossima allo stock fornita da Mediatek. Non appena abbiamo acceso il terminale ci è stato notificato un aggiornamento da 950MB circa che prometteva miglioramenti alle prestazioni, oltre alla modalità HDR nella fotocamera. Abbiamo installato e riavviato fiduciosi e felici di un update così abbondante a pochi giorni dall’inizio delle spedizioni del device, ma poco dopo è subentrato un pizzico di delusione. Tutto il sistema è poco reattivo e male ottimizzato se pensiamo all’hardware che ha a disposizione, e non è raro imbattersi in piccoli lag o tentennamenti. Anche aprire qualsiasi applicazione richiederà quel mezzo secondo in più in cui osserveremo l’icona in attesa che si apra la relativa interfaccia. Non che ci voglia una vita ma il tutto, unito alla scarsa fluidità del touchscreen, rende una sensazione di lentezza e incertezza generale. Le cose sono leggermente migliorate con un ulteriore piccolo aggiornamento arrivato dopo una settimana di utilizzo, ma ancora non ci siamo. Di positivo c’è che il dispositivo raramente scalda oltre il dovuto, se non in situazioni di estremo sforzo.

Buone alcune implementazioni di Elephone come il tasto home/sensore d’impronte che può sostituire la barra di navigazione (disattivata di default) grazie ad una serie di combinazioni (1 tocco: indietro – 2 tocchi: home – doppia pressione del tasto: shortcut configurabile – pressione prolungata: app recenti) a cui ben presto ci si abitua. L’unica pecca è la scelta di assegnare il multitasking alla pressione prolungata del tasto home che impiega un tempo eccessivo per attivarsi, facendo venire voglia di ritornare alla classica barra tramite le impostazioni. Sempre nelle impostazioni troviamo altre feature sia di Mediatek (Miravision, Clearmotion per il display, Turbo Download per utilizzare 4g+WiFi per scaricare file) che inserite dall’azienda come le gesture a schermo, che consentiranno di avviare la fotocamera, scattare uno screenshot e regolare il volume da qualsiasi schermata. Presente inoltre una scorciatoria rapida da assegnare ad un’applicazione e che sarà richiamabile con una doppia pressione del tasto home. Da dimenticare invece il multi-window, implementato in maniera cervellotica e malfunzionante. Passa inosservato il browser di sistema, pur non essendo totalmente privo di opzioni come nel caso di altre aziende comunque, mentre farà invece piacere a molti la presenza della Radio FM.

Un ulteriore appunto potrebbe essere fatto sulla scelta di rendere la lockscreen il meno interattiva possibile: non è infatti possibile accedere ai quick settings nè tantomeno espandere o aprire le notifiche. Le uniche azioni possibili sono liberarsi delle notifiche con uno swipe e sbloccare il dispositivo.

BATTERIA

La batteria da 3000 mAh di Elephone S7 vi porterà a fine giornata soltanto in caso di utilizzo moderato del dispositivo. In più di un’occasione ci siamo trovati a doverlo ricaricare per goderci la serata senza timore di spegnimenti, e il motivo è principalmente la gestione un po’ borderline dell’energia. Questo S7 infatti può permettersi di fare la voce grossa sfoggiando uno stand-by dai consumi praticamente inesistenti, a cui purtroppo però fa da contraltare un consumo esagerato quando il dispositivo è in funzione. In media comunque si possono raggiungere tra le 3 e le 4 ore di schermo acceso, ma non sempre vi ritroverete a cena con lo smartphone ancora funzionante.

AUDIO E RICEZIONE

Lo speaker di Elephone S7 dispone di un volume decisamente elevato ma di una qualità audio non all’altezza. Il suono è piatto e poco nitido, e al massimo del volume tenderà a distorcere leggermente. La riproduzione tramite auricolari migliora non di poco la situazione, pur non raggiungendo picchi di estrema qualità. L’audio in capsula è discreto per volume e nitidezza del suono.

Per quanto riguarda la ricezione qualcosa in più si poteva fare. La famigerata banda 20 a 800 MHz è presente ma ciò non impedisce al dispositivo di causare qualche saltuario intoppo. Elephone S7 in sè non ha una cattiva ricezione e quando (spesso e volentieri) vi troverete in 4G l’esperienza sarà appagante. I problemi nascono in alcuni scenari in cui il terminale scala in 3G e, senza motivo, smette di navigare dove altri smartphone continuano a funzionare. Pur non essendo stata un’eventualità ricorrente, sicuramente ha causato qualche fastidio di troppo. Ciò non significa che Elephone S7 non navighi mai in 3G, ma in alcune situazioni se l’è cavata peggio di altri concorrenti e ha avuto questo genere di problema.

CONCLUSIONI

Elephone S7 è un dispositivo dal design accattivante (seppur non originalissimo) e ben assemblato, e con un buon rapporto qualità-prezzo se consideriamo l’hardware a disposizione. Un vero peccato però è il fatto che lo stesso hardware non venga sfruttato a dovere da un software male ottimizzato e non sempre all’altezza (vedi incertezze, fotocamera, batteria). Qualche passo in avanti sembra essere stato fatto almeno per quanto riguarda l’interfaccia di sistema e con i futuri aggiornamenti e il possibile arrivo di Nougat le cose dovrebbero migliorare ancora. Per adesso, il prezzo molto interessante lo rende un’ipotesi da considerare seriamente, ma non prima di riflessioni e confronti approfonditi.

Elephone S7 nella sua versione 4/64GB è disponibile su TomTop al prezzo di 197€ circa nella colorazione Black utilizzando il codice sconto 6ELES7. Inoltre è disponibile in preordine la variante Blue, acquistabile a 219,50€ circa con il codisce sconto VE3OFF. Entrambi i codici sono validi fino al’8 Gennaio 2017. Di seguito i link ai prodotti:

Elephone S7 Black 4GB/64GB – 197,39€ con codice sconto 6ELES7

Elephone S7 Blue 4GB/64GB (pre-ordine) – 219,50€ con codice sconto VE3OFF

COSA CI è PIACIUTO:

  • Design e costruzione
  • Display
  • Sensore impronte con gesture
  • Aggiornamenti Software

COSA NON CI E PIACIUTO:

  • Touchscreen poco fluido
  • Software da raffinare
  • Lockscreen poco interattiva
  • Troppe impronte e ditate
Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com