HTC One X [recensione-Androidiani.com]

18 maggio 201269 commenti
Dopo quasi un mese di utilizzo ecco a voi la recensione di HTC One X. Il device recensito è la versione definitiva, commerciale, versione italiana, acquistato da me pochi giorni dopo il lancio. Ecco quindi la nostra review subito dopo il salto.

Cosa ci è piaciuto

Sicuramente il design: One X è sottilissimo (8.9 mm) e grazie alla scocca in policarbonato anche leggerissimo (solo 130g). Altro punto positivo è sicuramente il display SLCD2, con risoluzione HD e una densità di 320PPI. Anche l’interfaccia sense e’ stata rivisitata e ha fatto passi avanti: molto più leggera e funzionale delle precedenti versioni, mantenendo però tutte le funzioni esclusive legate a questa interfaccia.

Cosa non ci è piaciuto

Sicuramente la batteria non removibile: rende il dispositivo più elegante per l’assenza di slot, ma può anche essere un grosso limite. Anche la mancanza dello slot per la microSD: essenziale per espandere ulteriormente la memoria di archiviazione. La micro SIM: non è un lato negativo vero e proprio, ma costringe gli utenti a dover sostituire la sim a meno che non si venga da altri dispositivi che utilizzano tale formato (io dovetti cambiarla perchè in possesso di una SIM classica).

Specifiche tecniche

  • Sistema operativo Android 4.0.3 con HTC Sense 4.0
  • Processore Nvidia Tegra 3 Quad Core da 1.5GHz
  • 1GB di RAM
  • Display SLCD2 HD da 4.7″ con risoluzione 1280 x 720
  • Fotocamera posteriore da 8Mpx
  • Fotocamera anteriore
  • Memoria interna da 32GB
  • Bluetooth 4.0
  • Giroscopio
  • Batteria integrata (non removibile) da 1800mAh
  • MicroSIM
  • Dimensioni: 134.36 x 69.9 x 8.9 mm
  • Peso: 130 grammi

Hardware

Nonostante le dimensioni generose, One X non è affatto scomodo da utilizzare, grazie allo spessore di soli 8.9mm e ad un peso di 130 grammi. Il design arrotondato e il peso contenuto lo rendono molto ergonomico.

Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume, in alto tasto di accensione, microfono per ridurre i rumori di fondo e la registrazione stereo , slot micro SIM e jack audio da 3,5mm.

Sul lato sinistro è presente la porta MicroUSB per le connessioni a PC o, tramite cavo MHL, alla TV.

Inferiormente troviamo solo il microfono per le chiamate e registrazione audio.

Nella parte posteriore sono presenti i 5 connettori per la dock e la fotocamera posteriore da 8Mpx con flash led.

Nella parte anteriore sono presenti, i 3 tasti Soft touch Back, Home e Multitasking nella parte inferiore, mentre nella parte superiore e’ presente la fotocamera anteriore da 1.3Mpx con qualità HD a 720P e, ovviamente, la capsula auricolare.

Il display è, a mio avviso, superlativo: l’SLCD2 ha dei colori molto luminosi e realistici, non carichi come su un display amoled. La risoluzione è HD con densità di 320PPI, risulta quindi impossibile distinguere i singoli pixel ad occhio nudo. Davvero bello l’effetto curvo del display ai lati, che va ad incastrarsi perfettamente nella scocca in policarbonato.

Punto forte di questo terminale è il SoC Tegra 3: tecnologia a 40nm, quad core a 1.5Ghz più un quinto companion core da 500Mhz. A differenza dei quattro core principali, il companion core da 500 Mhz non è gestito da android, ma autonomamente dal SoC tegra 3. Interessante la frequenza minima di esercizio di soli 51Mhz.

Software

HTC ha sicuramente lavorato molto sulla nuova interfaccia Sense 4.0 e su android 4.0.3. La sense, rispetto le versioni precedenti è stata alleggerita, rendendola molto più funzionale ma, allo stesso tempo, senza rinunciare a tutte le funzioni che contraddistinguono questa interfaccia. Come sempre, sono disponibili decine di widget curati in ogni minimo dettaglio per soddisfare un po tutti i gusti. Belli anche gli effetti grafici nei menu, con effetto fisarmonica per l’overscrolling e l’effetto 3D quando si esegue lo slide fra i tab nel drawer. Htc ha rimosso l’effetto carosello nella home e ha lasciato solo un leggero effetto 3D dei widget quando si cambia pagina. Purtroppo il software non è perfetto e questo va sottolineato: nonostante sia una versione finale, il firmware soffre ancora di qualche bug, dovuto alla non perfetta ottimizzazione con l’hardware. l’interfaccia a volte sembra soffrire di microlags durante lo scrolling fra le home e onestamente, per un quad-core è inaccettabile e abbastanza fastidioso. La navigazione internet, con flash player disattivato, risulta veloce e fluida, sia nello zoom che nello scrolling, mentre, con flash player attivo, lo scrolling ha dei piccoli lag. Probabilmente questo problema non è attribuibile al firmware di htc ma ad una incompatibilità di flash player o con ICS, oppure con la risoluzione dello schermo.

HTC ha “messo le mani” anche sulla parte audio del terminale: l’applicazione musica è stata rivisitata inserendo SoundHound e TuneIn radio. La tecnologia Beats audio si fa sentire nell’ascolto di musica con gli auricolari. L’audio da Speaker ha un buon volume ed è molto pulito, anche se appoggiato su una coperta che va a chiudere lo speaker, l’audio si sente senza problemi e non troppo ovattato. Anche l’audio in capsula auricolare è pulito, senza scricchiolii o distorisioni.

La lockscreen è stata leggermente rivista: come per le versioni precedenti è presente l’anello di sblocco, però non è più possibile modificare i collegamenti rapidi: verranno infatti visualizzati i collegamenti che avremo impostato nella dock principale. Dalla lockscreen è anche possibile accedere direttamente alla tendina delle notifiche e quindi alle impostazioni di sistema.

Nella parte multimediale il SoC tegra 3 si fa sentire: i giochi sono fluidissimi e anche con grafica pesante non hanno problemi di freeze o lag. ogni tanto qualche applicazione scaricata dal play store crasha, ma a causa dell’incompatibilità con ICS. Una nuova funzione introdotta è quella di poter editare e creare video partendo dalle foto direttamente sullo smartphone, utilizzando l’editor video integrato, con il quale è possibile applicare effetti di transizione e filtri.

Batteria

La batteria da 1800mAh sicuramente fa il suo sporco lavoro: con un utilizzo medio/intenso ( messaggi, telefonate, mail, connessione alla rete dati attiva, wifi, Gps, giochi) io arrivo tranquillamente a sera, con una autonomia di circa 15-16 ore. Il consumo in stand-by è bassissimo: circa l’1% ogni 4-5 ore. Per ora quindi, almeno per me, l’assenza di una batteria removibile non è un grosso problema.

Fotocamera 

La fotocamera è il punto forte che htc ha elogiato svariate volte. La cattura di fotografie e video è immediata: l’applicazione si apre in circa 0.7 secondi ed è già pronta per catturare foto e video. E’ presente anche la modalità burst che permette di catturare fino a 99 frame alla velocità di 4 frame al secondo. Nonostante la velocità con cui vengono catturate in questa modalità, le foto risultano di ottima qualità e l’applicazione ci permette di scegliere lo scatto migliore oppure di salvare tutti frames catturati. Anche scattare foto macro non è un problema: la fotocamera riesce a mettere a fuoco l’oggetto fino ad una distanza di circa 10 cm.Tra le features è anche presente un’applicazione per l’editing delle immagini che permette di migliorare le fotografie, applicare filtri o creare dei filtri personalizzati. La modalità video non delude: i video vengono registrati a 1080P, con ovviamente la possibilità di zoomare durante la registrazione. Purtroppo su questo ultimo punto io ho avuto dei problemi: registrando il video a 1080P questo veniva scattoso e con una qualità video che sembra quasi inferiore alla registrazione a 720P. Ora il problema è sparito perchè, da buon smanettone, non son riuscito a tenerlo originale e ho installato una rom custom. Direi quindi che è un problema di tipo software, legato al firmware ancora “acerbo”. Qui sotto trovate un video sample girato qualche giorno fa e qualche foto scattata con One X.

Qui invece potete trovare una foto panoramica sempre fatta da me ma troppo grande per essere caricata sul blog : Link

Conclusioni

Questo dispositivo mi ha davvero stupito. Sicuramente un ottimo terminale, con la potenza del tegra 3 che durante l’utilizzo si fa sentire in ogni operazione. La sense diventa quasi indispensabile per godersi a pieno questo dispositivo e a livello multimediale è davvero eccezionale. Io mi sento di consigliarlo a chi fosse interessato. Son sicuro che Htc provvederà al fix dei piccoli bug elencati sopra il prima possibile. Il prezzo di 699 euro è forse un po alto per questo dispositivo, ma secondo me li vale comunque tutti.

Non sono l’unico ad aver provato HTC One X, il nostro Enrico ha avuto in prova un sample di One X direttamente da HTC come accadde con One S ed è bene evidenziare quali sono le sostanziali differenze.

Quale preferisco tra i due? La scelta è difficile, entrambi i dispositivi erano “di prova”, non ufficiali e con qualche bug di troppo per poter effettuare un test approfondito, soprattutto per rendersi conto dell’effettiva velocità e leggerezza della nuova Sense 4.0.

Mi sento di consigliare One S al posto di One X per qualche motivo che vi vado ad elencare (prima che commentiate vi ricordo che sono sensazioni assolutamente personali, molti di voi potrebbero non essere d’accordo):

  • Display: io sono amante degli Amoled, seppure l’SLCD2 abbia abbia fatto dei passi avanti, non è ancora al livello di un SuperAMOLED; la differenza di colori è ancora troppo drastica, troppo freddi. Nota positiva però è la luminosità, veramente sorprendente.
  • Tegra 3: io il quad-core non l’ho mai sentito, sarà a causa della versione di test che avevo ma nell’utilizzo normale non si sente affatto. Forse l’unico ambito che ne risente (in positivo ovviamente) è la batteria, grazie al quinto core si risparmia molta energia e si riesce ad arrivare a fine giornata con ancora una buona percentuale di carica residua.
  • Registrazione video: come è mio solito fare ho fatto dei test in discoteca e il risultato è stato particolarmente deludente. Con One S non c’era la benché minima distorsione anche a due metri dalle casse, con One X, anche a distanza di 20/25 metri dalle casse l’audio viene come “chiuso”, come se si tenesse un a mano davanti al microfono (non avevo bevuto, non stavo comprendo il microfono :D )

Dopo le parti a sfavore è giusto dire anche cosa mi è piaciuto di più in One X che in One S. A dire il vero i due terminali sono pressoché identici, essendo abituato ad un Galaxy Nexus la cosa che più mi è risultata comoda è stata l’impugnatura di One X grazie alle sue dimensioni; One S è comodo, ma per me era un po “piccolino”. Altra cosa la risoluzione del display, One S purtroppo non è HD.

Risultato finale: come credo chiunque (o quasi) abbia avuto modo di provarli entrambi, consiglio One S anche se mi aspettavo un prezzo più basso sui 599 euro.

Io e Francesco vi lasciamo a qualche immagine del terminale e a qualche scatto effettuato con HTC One X e a qualche immagine del terminale.