Huawei Nova Plus: La Recensione

26 Ottobre 201615 commenti

Huawei Nova Plus ha poco più di un mese di vita: introdotto lo scorso settembre durante gli eventi di IFA 2016, è il flagship con cui l'azienda cinese punta a conquistare i mercati in questo Q4 2016. Abbiamo avuto modo di provarlo accuratamente e siamo finalmente pronti a dirvi la nostra!

Ad una prima vista, si potrebbe quasi pensare che Huawei Nova Plus rappresenti una sorta di passo indietro rispetto alla serie P, presentata ad aprile e dal successo indiscusso. In realtà, non calano né la cura ai dettagli né la piacevolezza d’utilizzo che caratterizza da sempre i device Huawei.

Unboxing

photo_2016-10-26_09-37-46

La natura premium di questo device si percepisce già dalla confezione: parliamo di una scatola nera dalla forma quadrata, contenente un adattatore da parete da 2A, un cavo USB Type-C ed un paio di cuffie auricolari in stile Apple. Il tutto è suddiviso in confezioni nere, sempre quadrate.

Il dispositivo

dsc_0410

Huawei Nova Plus mantiene le linee classiche della serie Mate. Vista la differenza nelle scelte di design rispetto a Nova possiamo, in effetti, considerarlo il successore spirituale della fascia. Se siete fan dei Phablet, non potrete non innamorarvi di questo dispositivo la cui cura nei dettagli lo rende appetibile agli occhi come non mai. Ritorna l’alluminio, questa volta la lega utilizzata solitamente nella costruzione di aeroplani, dura ma leggera, ad eccezion fatta per le due fasce in plastica necessarie per le antenne, ma comunque ben mascherate.

Colpisce la cura nella lavorazione del vetro, dotato di curvatura 2.5D, ormai uno standard nei telefoni di fascia alta, che va a ricoprire un display da 5.5 pollici e si infila nella cornice. quest’ultima, in metallo anch’essa, circonda il vetro con una finitura davvero piacevole al tatto, finemente lavorata per aumentare il grip conferisce al dispositivo una sensazione premium.

Nella parte inferiore troviamo  porta USB Type C con ricarica rapida affiancata dal primo microfono e dallo speaker. Superiormente prendono invece posto solamente il secondo microfono per la riduzione dei rumori di sottofondo ed il jack per le cuffie. Non è presente la porta IR.

Il lato sinistro presenta l’ingresso per le due SIM (o SIM + MicroSD), mentre su quello destro sono riposti sia il bilanciere per il volume che il pulsante di accensione e spegnimento. Come da tradizione, quest’ultimo presenta una lavorazione ad hoc in modo da essere distinguibile mediante la texture.

La camera posteriore, da 16MP con OIS, sporge appena dalla scocca, ma non inficia sulla stabilità del dispositivo che non si muove se premuto ai bordi dello schermo, come succede ai dispositivi con configurazione simile. Il peso complessivo di questo device rimane fisso sui 160g. Al centro della parte posteriore è situato il sensore biometrico di nuova generazione in grado di riconoscere in maniera veramente rapida anche la profondità dell’impronta digitale aggiungendo quindi la “tridimensionalità” a questo tipo di sicurezza.

 

OS Android OS, v6.0.1 (Marshmallow) – EUI 4.1
Processore Qualcomm MSM8953 Snapdragon 625, Octa-core 2.0 GHz Cortex-A53
GPU Adreno 506
RAM 3 GB
Memoria interna 32 GB espandibile via microSD
Display FHD 5.5 inches (~72.6% screen-to-body ratio) @ 401ppi
Batteria 3340mAh
Fotocamera posteriore 16 MP, f/2.0,  autofocus con PD, OIS, flash dual-LED (dual tone)
Fotocamera anteriore 8 Megapixel
Peso 160 g
Dimensioni 151.8 x 75.7 x 7.3 mm

Display

dsc_0411

Il display di Huawei Nova Plus, come anticipato, è un pannello da 5.5 pollici IPS con risoluzione Full HD e circa 401 ppi ricoperto da un vetro leggermente curvo ai lati (2.5D): stranamente non viene fatto riferimento ad alcun tipo di protezione nella documentazione ufficiale. La luminosità massima dichiarata è di 450 nits. Ottimi i contrasti, con un nero quasi assoluto, che per un IPS rappresenta un risultato eccezionale. Non da meno la leggibilità sotto il sole, aiutata anche dal software che tenderà a saturare i colori.

Fotocamera

dsc_0415

La fotocamera di Huawei Nova Plus ci ha colpito. Si tratta di un sensore da 16Mpx dotato di OIS, F2.0, phase detection, contrast detection ed un autofocus ibrido. A coronare il tutto un flash Dual LED dual tone.

La dimensione dei pixel della camera è pari a 1.12µm. Questo fa si che in modalità automatica, le foto risultino ben dettagliate e con un contrasto ben bilanciato, a patto di selezionare il focus correttamente. Se passerete, poi, alla modalità manuale, utilizzando anche un treppiede, riuscirete a catturare degli scatti notturni di tutto rispetto.

Nonostante questo, anche il semplice punta e clicca riesce a regalare foto bilanciate sia dal punto di vista del range dinamico che di disturbo; i colori sono accurati, leggermente saturati i rossi.

Niente male anche per quanto riguarda la fotocamera frontale, che riesce a regalare foto ben dettagliate, nonostante gli 8Mpx, anche in condizioni di scarsa luminosità, grazie al contributo dello schermo che funzionerà come un flash.

Parlando di registrazione video, Huawei Nova Plus supporta la risoluzione 4K, con audio stereo a 96kbps. In generale non ci si può lamentare: il telefono si comporta decisamente bene, con video ricchi di dettagli ed un autofocus che funziona bene.

 

Per quanto riguarda il lato software della fotocamera, troviamo un’applicazione molto simile a quella già vista sugli altri smartphone della casa cinese. Con uno swipe da sinistra verso destra è possibile accedere alle numerose modalità di scatto e registrazione tra i quali mi permetto di citare maggiormente lo scatto notturno in quanto, seppur necessitando di un cavalletto o in generale di una immobilità totale, scattando numerose fotografie nell’arco di circa 15 secondi e unendole poi assieme riesce a cogliere ogni dettaglio di un panorama notturno. La definizione totale non è ovviamente perfetta a causa dei numerosi scatti, dell’elaborazione e delle condizioni di luce che sono comunque ovviamente scarse, ma il risultato finale è eccellente.

Ancora presenti le modalità Light Painting per giocare con i tempi di esposizione e creare scie luminose. Troviamo inoltre il Time-lapse e il video a rallentatore.

Lo swipe da destra a sinistra apre invece le numerose impostazioni che partono dalla risoluzione passando per le filigrane automatiche, la griglia, il timer, vari controlli per azionare lo scatto (sorrisi, voce) ed il tracking dell’oggetto in movimento.

E’ presente anche la modalità Pro (che si attiva trascinando verso l’alto) tramite la quale è possibile impostare manualmente ISO, tempi, esposizione, focus e bilanciamento del bianco.

Software, PRESTAZIONI e ricezione

Huawei Nova Plus è disponibile sul mercato con a bordo Android 6.0 accompagnato dall’interfaccia utente EMUI nella versione 4.1. Sin da subito si notano alcune migliorie generali di stabilità e funzionalità del sistema come ad esempio le notifiche che vengono finalmente mostrate non duplicate e con regolarità per tutte le applicazioni (che di base sono autorizzate e possono essere “de-autorizzate” manualmente dalle impostazioni al contrario di quanto succedeva in precedenza).

Purtroppo Huawei è voluta andare contro corrente (già dalle precedenti versioni) modificando le direttive Google riguardo alle notifiche sulla schermata di blocco (tap per aprire, swipe per rimuovere) implementando lo swipe per l’apertura senza però consentire in nessun modo la rimozione. Se, come me, ricevete molte notifiche al giorno vi tornerà un po’ scomodo dover sempre sbloccare il dispositivo e andarle ad eliminare direttamente dalla barra delle notifiche che, nel caso in cui utilizziate uno sblocco tramite PIN, sequenza o impronta digitale, non potrà essere abbassata dalla lockscreen.

Anche la schermata Home è rimasta invariata: senza App Drawer e senza possibilità di riordino automatico delle app che risultano quindi sparse dalla seconda pagina in poi.

La barra delle notifiche include un asse temporale laterale per l’ordinamento delle notifiche e mostra, grazie all’applicazione proprietaria Benessere, passi effettuati, KM percorsi e calorie bruciate in tempo reale. Scorrendo verso sinistra si accede poi alle impostazioni rapide personalizzabili.

Di base troviamo come sempre una serie di giochi firmati Gameloft e alcune app “partner” come Booking, WPS Office, Todois e News Republic. La tastiera è ancora una volta la swipe che personalmente non gradisco più di tanto ma è un puro parere personale. Il browser, come sempre più spesso accade, è Google Chrome.

Come sui principali marchi cinesi, è presente l’applicazione Gestione telefono tramite la quale è possibile effettuare l’ottimizzazione del sistema pulendo memoria e cache, impostare il piano energetico, controllare le notifiche e i permessi delle applicazioni.

A livello di connettività, non ci si può lamentare: Huawei in questo campo non ha praticamente rivali. A bordo troviamo il supporto all’ LTE cat.7, il che si traduce in 300Mbps in downlink e circa la metà in uplink. Da menzionare il supporto alla sola banda da 2.4Ghz per quanto riguarda il Wi-Fi. Presenti sia NFC che Glonass. Per i nostalgici, viste le numerose richieste: sì, è presente anche la radio. Ottimo sia l’audio in capsula che tramite lo speaker, che riesce a reggere anche volumi piuttosto elevati senza distorsioni evidenti.

Poco da dire sulle prestazioni: da menzionare il passaggio da Kirin a Snapdragon 625. Nonostante il cambiamento radicale, non abbiamo notato impatti sulla batteria, le temperature si mantengono basse e l’usabilità quotidiana è a livelli ottimali. Nessun problema anche nel reparto multimediale per quanto riguarda giochi del calibro di RR3 o Asphalt 8, dove l’Adreno 506 si comporta egregiamente.

Batteria

Huawei Nova PLus si è dimostrato un valido compagno per quanto riguarda la routine quotidiana. I 3340mAh sono sufficienti a permettervi di coprire l’intero arco giornaliero senza dovervi preoccupare di controllare l’autonomia rimasta.

In tema di risparmio energetico Huawei offre tre piani energetici come anticipato nel paragrafo precedente:

  • Ultra: mantiene disponibili solo le funzioni di chiamata e messaggi
  • Intelligente: regola automaticamente la CPU e bilancia l’utilizzo della rete
  • Prestazioni: ottimizza le prestazioni regolando CPU e rete

Conclusioni

Huawei Nova Plus è disponibile nei principali negozi ad un prezzo di listino di 429€. In rete riuscirete a portarvelo a casa per poco più di 370€. Vista la qualità costruttiva, le prestazioni e l’usabilità quotidiana, non possiamo non dirci soddisfatti da questo device. Fra le cose che non ci sono particolarmente andate a genio, menzioniamo la mancanza della banda dei 5Ghz e le foto in notturna che richiedono il cavalletto per risultare accettabili.

Cosa ci è piaciuto:

  • Design: molto curato nei minimi particolari. Leggero e ben assemblato
  • Fotocamera: la quantità di luce catturata è notevole e la qualità complessiva è buona, soprattutto in modalità punta e clicca
  • Software: migliorati molti dei problemi riscontrati fino ad ora in casa Huawei
  • Autonomia: coprire un’intera giornata lavorativa è un sogno.

Cosa non ci è piaciuto:

  • Software (di nuovo): ancora problemi con le notifiche nella schermata di blocco e impossibilità di avere un App Drawer o, almeno, di riordinare automaticamente le applicazioni
  • Fotocamera (di nuovo): le foto non sono definite al livello degli altri top di gamma in notturna
  • Mancanza della banda da 5Ghz
Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com