Nubia Z11 Max: La Recensione del Phablet da 6 pollici

11 marzo 20173 commenti

Dopo esseri intromessa nel mercato europeo (e quindi italiano), Nubia è stata protagonista anche al Mobile World Congress di Barcellona dove ha presentato Nubia N1 Lite. Sulla scia dei dispositivi Z, dopo aver recensito Nubia Z11 e Z11 Mini S, questa volta vi presentiamo Nubia Z11 Max.

UNBOXING

La confezione di Nubia Z11 Max è in linea con gli altri prodotti dell’azienda cinese: all’interno troviamo solamente, oltre al dispositivo ed alla clip, il cavo tipo C e l’alimentatore da 12V 1.5A.

il dispositivo

La prima cosa che salta all’occhio è sicuramente la dimensione (159.2 x 82.3 x 7.4 mm) di questo phablet, che non è certo adatta alle tasche dei jeans aderenti. Vi sarà totalmente impossibile maneggiarlo con una sola mano e quasi sempre tenderà a scivolarvi a causa dei materiali utilizzati. Nubia Z11 Max, infatti, è dotato di un corpo in metallo e, nella scocca, è impreziosito dai contorni rossi della fotocamera posteriore. Sempre nel retro, troviamo le bande per la ricezione, in plastica, posizionate lungo i profili superiore e inferiore del device, mentre al centro si collocano il sensore di impronta e il logo del brand. L’utilizzo di materiali premium inficia sul peso del telefono che raggiunge i 185 grammi; neppure esagerati contando le dimensioni.

Nel lato frontale troviamo i tre tasti capacitativi, debolmente illuminati. Quello centrale, rappresentato da un cerchio rosso in pieno stile Nubia, funziona anche da LED per le notifiche e dona allo Nubia Z11 Max un certo fascino. I bottoni ai lati si mostrano solo una volta chiamati in causa. Quello a destra funziona come tasto indietro e, se premuto a lungo, ci mostra le schede aperte. Il tasto a sinistra ci permette di accedere a un piccolo menu in cui troviamo le impostazioni, gli sfondi, i possibile widget da aggiungere e l’opzione per organizzare le icone. Nel lato superiore, sopra il display, troviamo la fotocamera interna da 8 megapixel e la capsula auricolare.

Sul profilo sinistro è collocato lo slot per mircroSD e SIM, su quello destro bilanciere per il volume e tasto di accensione. Troviamo l’altoparlante e la porta USB all’estremità inferiore, il jack da 3,5mm in quella superiore.

Come consueto, ecco a voi la scheda tecnica:

Rete
Tecnologia GSM / CDMA / HSPA / EVDO / LTE
Dispositivo
Dimensioni 159.2 x 82.3 x 7.4 mm
Peso 185 g
SIM Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
Display
Tipo Super AMOLED, 16M colori
Dimensione 6.0 pollici (~75.3% screen-to-body ratio)
Risoluzione 1080 x 1920 pixels (~368 ppi )
Protezione Corning Gorilla Glass 3
 UI  nubia UI 4.0
Piattaforma
OS Android OS, v5.1.1 (Lollipop) -> 6.0.1 Marshmallow
Chipset Qualcomm MSM8976 Snapdragon 652
CPU Octa-core (4×1.8 GHz Cortex-A72 & 4×1.4 GHz Cortex-A53)
GPU Adreno 510
Memoria
SD microSD, fino a 256 GB (usa lo slot SIM 2)
Interna 64 GB, 4 GB RAM
Camera
Primaria 16 MP, f/2.0, phase detection autofocus, dual-LED (dual tone) flash
Video 1080p@30fps
Secondaria 8 MP, f/2.4, 1.4 µm pixel size, 1080p
Batteria
Non-removable Li-Ion 4000 mAh battery

display

A bordo di questo Nubia Z11 Max troviamo uno schermo AMOLED FullHD da 6″ Gorilla Glass 3. La definizione raggiunge una densità di 368 ppi. I colori appaiono vivaci, luminosi e corposi; i neri son belli ed assoluti. E’ comunque possibile controllare parzialmente la taratura dei colori.

La luminosità adattiva risulta leggermente pigra, quella massima è invece buona e consente una buona fruizione dei contenuti anche sotto la diretta luce del sole. Il sensore è in grado di riconoscere i vostri settaggi per un determinato livello di luminosità (Smart Memory) e cercherà di riproporveli

fotocamera

La fotocamera da 16Mpx presente su questo Nubia Z11 Max è decisamente ricca di funzionalità. A livello software troviamo il fiore all’occhiello di Nubia, NeoVision 6.0 che vi permetterà, fra le altre cose, di separare fuoco ed esposizione e bilanciare il bianco a seconda dei toni dell’immagine. La fotocamera interna invece è da 8 megapixel con apertura f/2.4.

Fra le possibilità offerte dal software, oltre alla classica modalità time-lapse, agli scatti panoramici, alla modalità manuale e alla modalità slow motion, troviamo una serie di impostazioni che vi permetteranno di effettuare scatti decisamente interessanti:

  • Multi Exposure: potrete andare a scattare varie foto e sovrapporle in post produzione secondo alcune modalità.
  • Light Painting
  • Electronic Aperture: prioritizzazione dell’apertura per esposizioni fino a 72 secondi (richiede cavalletto)
  • Slow Shutter: si prioritizza l’esposizione per gli scatti notturni (richiede cavalletto)
  • Star Track: per riprendere l’effetto delle stelle dovuto alla rotazione terrestre
  • Video Maker: potrete andare ad unire scatti multipli per ricreare un video
  • Trajectory
  • Modalità RAW
  • Clone: vi permetterà di riprodurre vari soggetti, duplicandoli all’interno della medesima scena
  • Macro Camera: Questa interessante modalità vi permetterà di aggiustare i vostri scatti in Macro per ottenere il miglior risultato possibile. Oltre alla regolazione della messa a fuoco, infatti, potrete andare a regolare anche velocità dell’otturatore, bilanciamento del bianco ed ISO. Una sorta di lente di ingrandimento a schermo, vi permetterà di tenere sott’occhio il livello di dettaglio.

Con un’illuminazione ottimale, invece, le foto di Nubia Z11 Max appaiono ricche di dettagli, senza rumore accentuato e con un intervallo dinamico decisamente buono. Non ci ha convinto a pieno l’HDR che non sembra essere particolarmente utile e talvolta gli scatti rimangono scuri o assumono colorazioni tutto fuorché normali.

Senza infamia e senza gloria la fotocamera interna: amanti dei selfie, non avrete grossi problemi, ma cercate luoghi luminosi.

I video non sono proprio prestanti: possono essere registrati fino a 4K o a 1080p e 60fps, le  immagini risultano abbastanza chiare e l’audio pulito; si sente, però, la mancanza di una stabilizzazione.

Guarda le immagini a risoluzione originale su Google+.

SOFTWARE

Su Nubia Z11 Max troviamo la versione 6.0.1 di Android, personalizzata con l’interfaccia proprietaria nubiaUI 4.0. Le considerazioni sono le medesime fatte per tutti gli altri smartphone della stessa famiglia. Se da un lato si tratta di un software ricco e fluido, dall’altro siamo rimasti delusi dal fatto che alcune piccole sbavature, presenti già in Nubia Z11, non siano state affinate. Partiamo dunque con gli elementi che ci hanno lasciati contrariati. Innanzitutto la cattiva traduzione di alcune voci che ne rendono poco intuitivo l’utilizzo. Nel menu Display troviamo ad esempio l’opzione “luce respiro”, il cui significato è poco chiaro e che si riferirebbe alla possibilità, per il LED del dispositivo, di illuminarsi o no in presenza di notifiche, in determinate ore del giorno, ad esempio la notte. Alcune opzioni non sono tradotte, ad esempio nella sezione Sicurezza e Privacy alla voce Encrypt device with lockscreen password. Non è inoltre possibile vedere il dettaglio del consumo della batteria.

Ancora più fastidioso però è un piccolo bug che ha a che vedere con le notifiche. Gruppi di notifiche, una volta espansi, vengono contratti impedendone la lettura del contenuto. Personalmente, non ho apprezzato molto la modalità tramite cui il device permettere di effettuare screenshot, ogni qualvolta si decida di catturare una pagina, il salvataggio dello scatto non è immediato: prima di salvare occorre scegliere una forma da dare allo screen, scegliendo tra rettangolo, cuore, cerchio. Tuttavia c’è di buono la possibilità effettuare una registrazione di ciò che si visualizza nel display o optare per una schermata lunga.

Se si chiudesse un occhio di fronte a questi piccoli problemi, il comparto software di questo Nubia Z11 Max risulterebbe ottimo. Ci siamo già azzardati in precedenza ad elevare l’interfaccia di Nubia ad una delle migliori personalizzazioni di Android attualmente presenti su questa fascia. Si tratta infatti di un software originale, ricco di funzionalità e opzioni, la maggior parte delle quali già presenti nel modello precedente. Tra queste troviamo il multi-window che, come su Android Nougat, permette di dividere la schermata home in due sezioni differenti. Interessante anche le smart gesture selezionabili dal menu Gesti bordo, grazie alle quali sarà possibile passare da una scheda all’altra strisciando le dita sui bordi del display, leggermente fastidiose però se non ci prendete un po’ la mano. Sarà inoltre possibile creare una doppia istanza di applicazioni come Whatsapp o Facebook, così da poter gestire due account in contemporanea. I quick toggle sono inoltre personalizzabili.

Quello di Nubia Z11 Max è un software fluido, rapido e reattivo. A parte i piccoli bug sopra citati non presenta problemi rilevanti, non ci si imbatte mai in rallentamenti né in force close e anche l’esperienza di gaming è piacevole. Nell’uso quotidiano il device si comporta quindi più che egregiamente. Tentenna solamente la reattività del sensore delle impronte digitali che talvolta non riesce proprio a registrare l’impronta e a permetterci un accesso fulmineo.

Meno reattivo in ambiente gaming, dove talvolta le applicazioni impiegano parecchi secondi ad avviarsi e saltuariamente abbiamo registrato alcuni lag e cali di frame.

Bene ma non benissimo sul fronte ricezione, manca, infatti, la banda da 800 Mhz, fattore non certo trascurabile per chi fosse interessato all’acquisto. Non possiamo, invece, lamentarci del volume: il comparto audio si comporta in maniera egregia sia per quanto riguarda la chiamata che la riproduzione multimediale dall’altoparlante. Il suono risulta pulito e chiaro anche a volume elevato.

batteria

La batteria non ci ha proprio convinto su questo Nubia Z11 Max. Nonostante vi siano 4000mAh a stento siamo riusciti ad arrivare a fine giornata con un uso intensivo. Complice lo schermo di grandi dimensioni che tende a succhiare parecchio. Nella media, però, riuscirete ad arrivare a sera tranquillamente.

conclusioni

Nubia Z11 Max è dunque un dispositivo per pochi, non solo per le dimensioni ma anche per ciò che offre a livello software. Trovate il device sul sito ufficiale del brand a 379€Un prezzo non certo abbordabile, ma difficilmente troverete device con quella risoluzione a meno.

Cosa ci è piaciuto:

  • Design
  • Fotocamera
  • Altoparlante

cosa non ci è piaciuto

  • I bug del software
  • Autonomia
  • Mancanza della banda da 800Mhz
Loading...
  • Francesco1989

    Io ancora devo capire una cosa…ma se acquisto questo nubia…la rom com’è?
    nel senso, è pronto all’uso completamente in italiano e con aggiornamenti OTA o serve cambiare rom ?

    • È pronta all’uso, ha alcuni bugs, è in italiano ma qualche voce rimane in inglese . Gli OTA sono funzionanti e non necessita di cambio di rom

      • Francesco1989

        ok grazie
        però il costo nel sito ufficiale è proibitivo….almeno 100€ in meno