Wiko View 2 Pro, la recensione: il mid-range che si crede un flagship

31 luglio 20182 commenti

Wiko View 2 Pro rientra nella fascia medio – bassa del mercato facendo leva su un notevole impatto estetico, con tanto di notch sovrapposto al display.

Wiko View 2 Pro: l’unboxing

La confezione è realizzata in cartone e mette fin da subito in risalto la presenza della tanto discussa “tacca” e della doppia fotocamera posteriore. All’interno troviamo:

  • caricabatteria con uscita a 5V – 2A;
  • cavo USB – microUSB 2.0;
  • cuffie auricolari in-ear con cavo piatto anti-ingarbugliamento, più gommini di riserva;
  • portachiavi in gomma;
  • guida rapida;
  • manuale di sicurezza.

Wiko View 2 Pro: il dispositivo

Hardware 7.5

Diamo uno sguardo alle specifiche tecniche del telefono:

  • DIMENSIONI 153 x 72.6 x 8.3 mm
  • PESO 164 g
  • DISPLAY IPS, 6 pollici HD+ (1528 x 720 pixel), 282 ppi
  • CPU Qualcomm Snapdragon 450, Octa-Core fino a 1.80 GHz, Cortex-A53
  • GPU Adreno 506
  • RAM 4 GB
  • ROM 64 GB (espandibili fino a 256 GB)
  • CONNETTIVITÀ Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac, LTE fino a 300 Mbps (singola banda), Bluetooth 4.2, microUSB 2.0 (con OTG), jack audio da 3.5mm, NFC
  • FOTOCAMERE 16MP + 8MP (standard + grandandolare) / 16MP (anteriore)
  • BATTERIA 3.000 mAh
  • ALTRO sensore di impronte digitali, sensore di prossimità, sensore di luminosità, bussola, giroscopio, GPS e A-GPS

Nei test realizzati con AnTuTu Benchmark il terminale ha totalizzato 69.370 punti.

Design 7.5

Wiko View 2 Pro è uno smartphone Android che fa dell’estetica uno dei suoi principali punti di forza. Degno di nota il retro cangiante per effetto della luce ambientale. Dual camera posteriore disposta secondo “le logiche” di Apple iPhone X e notch frontale che ricorda tantissimo le scelte dell’Essential Phone.

Il consumatore può scegliere fra 2 varianti di colore: Anthracide (in nostro possesso) e Gold.

Ergonomia 7

Nonostante l’ampio display, l’impugnatura risulta comoda. Allo stesso tempo, però, il device è leggermente scivoloso. Pertanto, sarebbe consigliabile l’utilizzo di un’apposita cover protettiva.

Materiali e costruzione 7

Zona anteriore

Vetro leggermente curvo ai lati, sovrapposto ad un display contenuto fra cornici non tra le più sottili e non uniformi alle diverse estremità. Il trattamento oleofobico è buono. La capsula auricolare è posta all’interno di una sottilissima fessura nella zona più alta, dove la polvere non faticherà a soggiornare. Di fianco è stato inserito un piccolissimo LED di notifica (quasi non percettibile di giorno). Leggermente più in basso troviamo il notch in corrispondenza della fotocamera frontale. Abbiamo poi i sensori di prossimità e di luminosità. Non ci sono pulsanti fisici cliccabili.

Zona posteriore

Costruzione in plastica, con effetto “simil vetro”, che trattiene polvere ed impronte in maniera spesso fastidiosa. Il prodotto va maneggiato con molta delicatezza: basta poco perché compaiano i primi graffi lungo la superficie (il discorso, ovviamente, coinvolge anche i profili e la parte frontale). Al di sotto della dual camera principale, verticale e sporgente rispetto alla scocca, troviamo il doppio flash LED. Notiamo poi il lettore delle impronte digitali, non sempre preciso, ed il logo del produttore.

Profilo destro

Bilanciere del volume e tasto di accensione / spegnimento / blocco.

Profilo sinistro

Vano per l’inserimento di 2 nanoSIM oppure 1 nanoSIM ed 1 microSD.

Profilo basso

Porta microUSB 2.0 (che funge anche da OTG), microfono ed altoparlante ospitati in due griglie separate.

Profilo alto

Ingresso per cuffie con jack da 3.5mm e secondo microfono per la soppressione dei fruscii. Ricordiamo che i bordi del terminale sono realizzati in metallo.

Display 6.5

Lo schermo da 19:9 in tecnologia IPS presenta una diagonale da 6 pollici con risoluzione HD+ (1528 x 720 pixel), generando una densità di 282 ppi. Il touch, spesso, mostra qualche incertezza.

La qualità generale è discreta e la luminosità massima garantisce una soddisfacente leggibilità sotto la luce diretta del sole. I neri tendono a schiarirsi in maniera piuttosto decisa quando incliniamo lo smartphone. I bianchi determinano invece un leggero richiamo alle tonalità fredde quando ruotiamo il telefono verso sinistra; tonalità calde procedendo nella direzione opposta. Nel complesso, però, i colori sono ben calibrati. Nella norma gli angoli di visione. Insomma, un pannello adeguato per la fascia di prezzo.

Disponibile anche l’opzione “Luminosità notturna”, regolabile per intensità.

Software 7.5

Il sistema operativo che anima il telefono è Android 8.0.0 Oreo, privo di qualunque personalizzazione grafica.

Buona la fluidità e piuttosto rapidi i tempi di apertura delle singole app.

Le gesture consentono di riattivare lo schermo con il doppio clic e di interrompere la suoneria capovolgendo lo smartphone. Nulla di più.

Il browser preinstallato è il sempre ottimo Google Chrome. Discreta l’esperienza di utilizzo sui social network come Facebook ed Instagram, con qualche sporadico rallentamento. Capita a volte che il notch sovrasti il contenuto, situazione molto ricorrente effettuando una ricerca di contenuti su Youtube. Un successivo aggiornamento potrebbe risolvere il problema.

Non mancano tutte le altre possibilità tipiche di questa versione del sistema operativo, fra cui il ridimensionamento dei caratteri. Da segnalare la presenza del Display Ambient, che riaccende lo schermo ogni qualvolta si dovessero ricevere delle notifiche. Presente anche la modalità di utilizzo ad una mano, attivabile mediante scorrimento sulla barra di navigazione.

Ci fa compagnia anche la tastiera Gboard, la cui rara imprecisione è dovuta alle incertezze del touch.

In alcune occasioni ho riscontrato problemi con i tre tasti virtuali che, nonostante lo swipe, hanno continuato a non comparire costringendomi, di fatto, a bloccare e sbloccare il telefono.

Piccoli fastidi anche collegando il device al portatile con l’obiettivo di copiare alcuni file: ho dovuto puntualmente modificare le impostazioni dal menu a tendina, passando da “Caricare il dispositivo” a “Trasferire i file“. Stranamente, la scelta non viene memorizzata.

Infine, alcuni impedimenti nel tentativo di collegare dispositivi bluetooth allo smartphone: abbinamento spesso problematico e più lento del previsto.

Foto e Video

Dual Camera posteriore 7.5 / 6.5

Camera anteriore 7 / 6.5

Qualità generale più che calzante rispetto alla fascia di mercato d’appartenenza (con alcuni picchi di eccellenza nelle foto diurne). Buon livello di dettaglio, sia dalla fotocamera frontale e sia dalla doppia camera posteriore.

Con scarsa luminosità ambientale l’immagine resta godibile. Il flash LED Dual – tone fa il suo dovere, riducendo in maniera decisa la rumorosità digitale. HDR automatico nella media. Il sensore principale da 16MP della dual camera restituisce colori molto naturali e questo è senza dubbio uno dei maggiori pregi.

La modalità bokeh risulta imprecisa: i bordi del soggetto in primo piano non vengono quasi mai scontornati in maniera efficiente. Buone soddisfazioni con il sensore grandangolare da 120° che, seppur con minore qualità, offre una cattura dell’ambiente molto più completa (possibilità che su un medio di gamma fa certamente piacere trovare).

Grandangolo / Standard

Altre foto

Senza Flash / Flash

Discreti i video in 1080p e 60fps che il terminale riesce a catturare. Non male lo zoom. Messa a fuoco instabile nei filmati notturni. Flusso audio di qualità sufficiente, così come il livello della stabilizzazione. Riscontri soddisfacenti anche per i video in 1080p ottenuti grazie al lavoro della camera frontale.

Riproduzione video 7

I tre file di test copiati in memoria hanno una risoluzione pari al FullHD, al 2K ed al 4K, tutti in formato mp4 e codec h264. Wiko View 2 Pro è stato in grado di riprodurre egregiamente i primi due filmati, solo audio per la clip in 4K.

Riproduzione musicale 7

L’altoparlante di sistema esegue i brani con volume sostenuto e qualche accenno di tonalità basse. Data la sua collocazione, il suono non viene mai attutito.

Ricordiamo la mancanza della Radio FM. Di buona qualità le cuffie auricolari in dotazione.

Chiamate 8

Davvero soddisfacente il comparto telefonico. La ricezione è stabile e la qualità percepita dalla capsula auricolare è senza dubbio elevata, anche a volume massimo. I nostri interlocutori riusciranno a comprenderci senza alcun problema.

Gaming 7.5

Real Racing 3 impiega 19 secondi per il caricamento iniziale. Il titolo scorre in modo fluido, senza alcun problema di giocabilità. Si rischia però di coprire con la mano la griglia dell’altoparlante, facendo sparire quasi del tutto il suono.

Autonomia 8

La batteria da 3.000 mAh, ricaricabile in circa 2 ore e mezza, ha ribaltato le aspettative. Giornata coperta in tranquillità, sfiorando i due giorni con utilizzo medio – intenso.

Rapporto qualità / prezzo 7

Ad un costo variabile fra i 200 e i 250 euro il dispositivo è un acquisto più che consigliato. Riscontri generalmente positivi nell’esperienza di utilizzo e dal punto di vista costruttivo.

Wiko View 2 Pro: Riassumendo

Consigliato per…

Chi cerca un terminale esteticamente piacevole, con prestazioni equilibrate ed un ampio display per l’ideale fruizione dei contenuti. Bene il comparto fotografico.

Sconsigliato per…

I detrattori del notch e chiunque pretenda il massimo a livello qualitativo, software e costruttivo, tipico dei top di gamma.

Wiko View 2 Pro: Voto Finale 7

Loading...