BMW, Audi e Daimler comprano le mappe di Nokia: HERE passa di mano per 2.8 miliardi

3 Agosto 20154 commenti

Dopo la nota cessione della divisione Devices and Services a Microsoft, che ha comportato, come confermato dalla stessa azienda, l'impossibilità per Nokia di tornare sul mercato come produttore, nel senso tradizionale del termine, l'azienda finlandese perde un altro pezzo, cedendo le mappe HERE alle case automobilistiche tedesche.

BMW, Audi e Daimler hanno infatti acquisito la divisione HERE di Nokia per 2.8 miliardi di Euro. Ciascuna delle aziende acquisirà una quota, uguale per tutte, e l’accordo dovrebbe essere finalizzato entro il primo trimestre 2016.

L’acquisizione fa uscire allo scoperto l’intenzione, da parte delle case automobilistiche, di sviluppare sistemi di self-driving in maniera indipendente, ossia senza far affidamento su quanto già fatto da Google. Fornire i servizi di dati e connettività in auto di HERE ad altre case permetterebbe inoltre alle tre aziende di entrare in un mercato che dovrebbe valere ben 180 miliardi di Euro entro il 2020.

Proprio i costi di licenza sono la fonte principale di guadagno per HERE, che ha generato circa 28 milioni di utili nella prima metà dell’anno, secondo Nokia. L’azienda di Espoo aveva acquisito nel 2008 Navteq per oltre 7 miliardi di Euro dando il via al progetto, ora venduto per far cassa e dedicarsi alle reti mobili, grazie anche all’acquisizione di Alcatel-Lucent.

BMW, Daimler e Audi hanno dichiarato che la gestione di HERE resterà comunque indipendente e che le mappe resteranno a disposizione degli utenti. L’azienda conta al momento circa 6500 dipendenti e fornisce dati a circa l’80% dei veicoli dotati di sistemi di navigazione integrati in Nord America ed Europa.

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com