Leagoo Kiicaa Mix: la recensione

25 settembre 20175 commenti

Xiaomi con il suo Mi Mix ha senza dubbio lanciato un nuovo trend, quello dei device bezel-less (ovvero senza bordi). Gli altri produttori non si sono fatti attendere ed hanno sfornato smartphone con design senza cornici. Il nuovo Leagoo Kiicaa Mix coniuga un design bezel-less ad un prezzo molto competitivo sul mercato.

UNBOXING

La scatola che custodisce Leagoo Kiicaa Mix è piccola e ben curata, completamente a colori e con il device raffigurato in primo piano.

Nonostante la compattezza della confezione, il device ha una lista ben fornita di accessori:

 

  • Cavo USB
  • Adattatore da parete con uscita 5V – 2A
  • cuffie dotate di microfono
  • cover in TPU trasparente
  • clip per la rimozione della Nano Sim
  • manualistica generale

La dotazione è molto completa: ho apprezzato soprattutto il fatto che la confezione comprendesse una pellicola (già installata) ed una cover, in modo da tenere lo smartphone ben protetto fin da subito.

Gli auricolari in dotazione hanno un connettore USB Type-C, in quanto sul Kiicaa Mix è assente il jack da 3.5mm.

IL DISPOSITIVO

Il Kiicaa Mix, come anche il nome ci suggerisce, ricorda molto il Mi Mix di Xiaomi. Il corpo completamente in metallo racchiude un display da 5.5 pollici senza però occupare troppo spazio: i bordi molto ridotti permettono infatti di mantenere piuttosto contenute le dimensioni. Il display è protetto da un Gorilla Glass 4 ed ha una piacevole finitura 2.5D, mentre i bordi squadrati e la leggera curvatura posteriore rendono il device molto maneggevole e comodo da tenere in mano.

Il metallo ed il vetro sono ben assemblati: lo smartphone è del tutto privo di scricchiolii e rumori vari e restituisce sempre un senso di solidità, anche se usato senza cover.

Sulla parte frontale troviamo semplicemente la fotocamera frontale in basso a sinistra ed il tasto home, con lettore di impronte digitali integrato. Lo sblocco tramite lettore di impronte digitali è pressoché immediato e molto preciso: capita infatti raramente che non riconosca il tocco. Inoltre è possibile compiere delle gesture sul lettore per attivare il multitasking oppure andare indietro/avanti nelle app.

La posizione della fotocamera frontale costringe l’utente a capovolgere il dispositivo in caso di selfie, dato che nella parte superiore del pannello non c’è spazio. Il Kiicaa Mix si presenta come un device bezel-less, ma in realtà i bordi sono ben visibili anche se nel complesso l’effetto non è male.

Nella parte inferiore troviamo il connettore USB Type-C e ben due griglie con sei fori. Le griglie sono quasi totalmente un vezzo estetico in quanto la prima ha solo un foro attivo per il microfono, mentre la seconda ne utilizza soltanto quattro per lo speaker. Il lato sinistro ospita soltanto il carrellino per 2 NanoSIM o microSD, mentre tutti i tasti fisici si trovano a destra. Nella parte superiore troviamo invece un’ulteriore griglia da quattro fori (tutti attivi stavolta), che ospita il secondo altoparlante, utilizzato anche come capsula audio per le chiamate.

La parte posteriore ospita la dual camera con sensori da 13 e 2 megapixel ed il doppio flash LED.

SCHEDA TECNICA

Sistema Operativo Leagoo OS 3.0 basato su Android 7.0 Nougat
Processore MediaTek 6750T Octa-core, con clock a 1,5 GHz
RAM 3 GB
Memoria 32 GB espandibili mediante SD
Display 5.5″ FullHD IPS
Risoluzione 1920×1080 pixel, 403 PPI
Fotocamera posteriore 13+2 MPx, f/2.0 Dual-LED Flash
Fotocamera anteriore 13 MPx
Batteria 3000mAh
Dimensioni 141,7×75,8×7,9mm
Peso 153,1 g
USB Type-C
Tipologia SIM Nano SIM

Contrariamente a tanti dispositivi della stessa fascia di prezzo, Kiicaa Mix è dotato di connettore USB Type-C, che funge anche da jack audio.

DISPLAY

Il pezzo forte di Kiicaa Mix è senza dubbio l’ampio display da 5.5 pollici, con curvatura 2.5D. Leagoo si affida a Sharp per la produzione dei pannelli: il display ha risoluzione FullHD ed occupa il 90% della superficie dello smartphone. Il display risulta essere sempre ben visibile, anche sotto la luce diretta del sole, mentre la modalità MiraVision permette di modificare manualmente tutte le impostazioni relative a contrasto, colori e luminosità.

Curiosità: il Kiicaa Mix è completamente sprovvisto di sensore di prossimità e luminosità.

FOTOCAMERA

Leagoo Kiicaa Mix è dotato di tre fotocamere, una anteriore e due posteriori. La fotocamera anteriore, posta nell’angolo in basso a sinistra del device, è dotata di un sensore da 13 megapixel realizzato da OmniVision, con apertura di f/2.0 e pixel grandi 1.12μm. L’angolo di visuale è pari a 80° ma manca purtroppo la possibilità di effettuare selfie panoramici.

Nella parte posteriore troviamo lo stesso identico sensore già visto per la selfie camera, coadiuvato da una fotocamera secondaria da 2 megapixel. I due sensori lavorano insieme durante la modalità SRL, simulando discretamente un effetto bokeh. La fotocamera secondaria scatta solo in bianco e nero, senza AF, e restituisce immagini assolutamente insufficienti.

Le prestazioni della fotocamera principale sono però superiore alle aspettative per la fascia di prezzo in cui Kiicaa Mix si colloca: in caso di buona luminosità gli scatti sono ben definiti e ricchi di dettagli. La scena cambia di notte, quando la poca luce fa inesorabilmente aumentare il rumore digitale, ma le foto in linea di massima restano sufficienti.

La modalità HDR corregge in parte la tendenza sovra o sottoesporre la scena, in base all’area di messa a fuoco. Manca l’HDR automatico e i sensori non sono stabilizzati, ma tutto sommato le foto risultano a fuoco anche in condizioni di scarsa luminosità.

Il flash posteriore è un dual LED monocromatico, abbastanza potente da illuminare (a volte anche troppo) la scena in primo piano. Per i paesaggi è presente la modalità notturna, ma a questo punto è meglio ripiegare su app di terze parti che permettono di utilizzare i controlli manuali, che mancano totalmente nel’app predefinita.

Modalità SRL

Senza HDR / con HDR

Senza flash / con flash

Fotocamera secondaria in bianco e nero

Buoni anche i video in risoluzione FullHD, che calano drasticamente di qualità con poca luce.

SOFTWARE

Leagoo Kiica Mix è dotato del Leagoo OS 3.0 basato su Android Nougat 7.0, che offre una personalizzazione poco invasiva: probabilmente un’esperienza Android totalmente stock sarebbe stata meglio.

I 3GB di memoria RAM fanno girare il sistema in maniera tutto sommato buona, anche se qualche micro lag è presente qua e là. Le app si avviano comunque in maniera rapida, ed è possibile anche utilizzarne due contemporaneamente grazie allo schermo condiviso.

Il menu delle impostazioni è completo e permette di agire su quasi tutti gli aspetti del dispositivo. Da ricordare la presenza di una modalità che permette di accendere e spegnere il device ad orari programmati. La mancanza di tasti fisici è sopperita dai tasti virtuali presenti sullo schermo, che tra l’altro è possibile nascondere premendo la freccetta a sinistra.

Alcune cose fanno storcere il naso, come la mancata possibilità di poter cambiare sfondo della lock screen: fortunatamente però siamo su Android, ed è possibile risolvere con app di terze parti.

Le prestazioni di Kiicaa Mix sono comunque buone: le app più pesanti si avviano senza problemi e Real Racing 3 parte in 14 secondi, con la possibilità di giocare in maniera fluida con tutti i dettagli al massimo. Ecco i benchmark AnTuTu.

TASTIERA, RICEZIONE ED AUDIO

La tastiera è la classica Gboard, che si comporta bene in ogni occasione, rapida ed efficiente. Il gps svolge bene il suo lavoro: in tutti i tragitti impostati non ha mai perso il segnale, utilizzando Google Maps.

La ricezione delle chiamate è buona, ma l’audio in capsula è il punto dolente di questo dispositivo: data l’assenza di una cornice superiore, la capsula è stata spostata nella parte superiore dello smartphone: non essendo a contatto con l’orecchio, si fa fatica a sentire la persona dall’altro lato in condizioni di media rumorosità. 

Il piccolo altoparlante funge anche da speaker secondario: Leagoo Kiicaa Mix è dotato di audio stereo, di buona qualità ma dal volume leggermente troppo basso.

Gli auricolari in dotazione sono ben rifiniti e svolgono bene il proprio lavoro: dotati di connettore USB Type-C, promettono un output audio lossless. La qualità costruttiva è buona e gli auricolari sono piacevoli da vedere e comodi da indossare, anche se mancano i gommini in altre dimensioni.

Niente fronzoli per quanto riguarda il player multimediale, che funziona bene e senza problemi. Presente inoltre la radio FM.

BATTERIA

Leagoo Kiicaa Mix è dotato di una batteria da 3000mAh realizzata da LG, che permette tranquillamente di arrivare fino a sera anche con un uso intenso del device.

Kiicaa Mix è dotato inoltre di ricarica rapida, che permette di caricare il dispositivo fino al 60% in 30 minuti.


Leggi anche:

Leagoo T5: la recensione del flagship killer


CONCLUSIONI

Leagoo Kiicaa Mix è un device che vuole essere bezel-less, senza riuscirci completamente. Il design, nonostante sia già visto, è comunque molto piacevole: insomma, Kiicaa Mix non è il solito ed anonimo smartphone Android di fascia bassa. Il punto di forza più grande è infatti senza dubbio il prezzo: con soli 117€ potrete portare a casa un device dall’estetica curata ed accattivante e dalla discreta dotazione hardware, con corpo unibody interamente in metallo e vetro 2.5D.

COSA CI è PIACIUTO

Leagoo Kiicaa Mix è un device piacevole e ben realizzato, che al giusto prezzo svolge ogni task che l’uso quotidiano presenta. La fotocamera regala scatti buoni ed è senza dubbio piacevole guardare i contenuti sull’ampio e luminoso display, che occupa la maggior parte del pannello frontale.

COSA NON CI è PIACIUTO

La fotocamera posteriore secondaria è un puro escamotage per il marketing: è totalmente inutile, se non per la modalità SRL. Inoltre sarebbe stato meglio trovare a bordo Android stock: il sistema è fluido, ma non manca qualche micro lag.

Potete acquistare Leagoo Kiicaa Mix su GearBest a 92.16€.

 

 

Loading...
  • Latttina

    Veramente costa 92 euro già da un po’ di tempo, a quel prezzo potrebbe essere un muletto interessante, anche perché ha pure la banda 20.

  • Marco De Lai

    Lo sto usando da un paio di giorni. Confermo la recensione: tutto buono, tanto più se rapportato al prezzo (poco più di 90 euro). Unica perplessità: la capsula dell’audio posta lungo il bordo superiore, che chiede di abituarsi a tenere il telefono un po’ più basso sull’orecchio rispetto a quello che si è abituati in tutti gli altri. Quanto all’interfaccia, io rimpiango un po’ la Miui di Xiaomi dalla quale venivo: indubbiamente più vivace e graficamente interessante dello stock Android che si trova qui.

  • Stefano Pastori

    Medesima opinione di Marco De Lai sulla capsula audio durante le telefonate… se non ti abitui a posizionare il telefono in modo tale che l’orecchio corrisponda ai 4 forellini sul bordo alto dello smartphone, si sente il volume di chi parla bassissimo. Spero che, facendo un pò di pratica, riuscirò a migliorare questo aspetto perché non è da poco. Altro aspetto da valutare per chi è abituato a registrare le telefonate: in questo caso non è possibile (non si sente l’audio di chi ci chiama).

  • Dario Rossi

    Ho il telefono in questione. Rapporto qualità prezzo ottimo, per non dire imbattibile, con un valido display Sharp, ma il problema delle telefonate, come evidenziato, non è secondario: il volume è molto basso se non si inclina il telefono, a causa della capsula. Il generoso corredo aiuta, sono presenti cuffie con mic e presa ovviamente usb-c.

  • Stefano Pastori

    Un piccolo problema a cui non ho trovato soluzione: avviando una chiamata telefonica un software spegne lo schermo simulando il sensore di prossimità… e fin qui tutto bene. Purtroppo lo schermo si spegne anche quando sei in macchina, con il tuo bel navigatore acceso, e ti arriva contemporaneamente una telefonata… (alimentazione inserita). Ho cercato la soluzione per variare questa situazione (non ho trovato un comando apposito nelle impostazioni) ma immancabilmente (al ricevimento di una chiamata o all’invio) lo schermo dopo 2 secondi si spegne. Oltre al problema del navigatore vorrei decidere io quando tenere acceso o no lo schermo durante una telefonata (vedi utilizzo in auto o sulla scrivania in viva voce). Avete avuto la medesima esperienza? Esiste una soluzione?