Samsung Galaxy Q: questo il primo dispositivo con display flessibile?

27 ottobre 201219 commenti

Samsung dovrebbe iniziare la produzione dei primi display flessibili, YOUM, durante i primi mesi del 2013 ma un primo dispositivo del produttore dotato di questa nuova tipologia di display sarebbe stato avvistato e catturato in un primo video. Il dispositivo che troverete di seguito ha un design a conchiglia, a libro, molto simile a quello del Tablet P, che potremmo conoscere ufficialmente durante i primi mesi del 2013. Sicuramente dovremmo attendere molto tempo prima di poterli provare personalmente.

Il dispositivo con display flessibile realizzato da Samsung ha nome in codice GT-B9150 e le sue specifiche tecniche sono:

  • Display flessibile Super AMOLE HD da 5,3 pollici con risoluzione 1280×672 pixel;
  • 2 GB di RAM;
  • SoC Exynos 5 dual con Cortex A15 a 1,7 GHz;
  • GPU Mali T-604;
  • Fotocamera posteriore da 8 megapixel;
  • Fotocamera anteriore da 2 megapixel;
  • NFC;
  • Batteria da 3.500 mAh;

Ancora non possiamo sapere quale versione Android sia stata installata al suo interno poiché è un dispositivo che vedremo nel prossimo futuro anche se possiamo presupporre sia l’ultima release disponibile.

Nulla di questo dispositivo Samsung (smartphone o tablet?) con display Super AMOLED HD flessibile è certamente ancora ufficiale ma è sempre interessante poter vedere in azione i primi prototipi con queste tecnologie.

Ecco un video (certamente non recente) che mostra le prime tecnologie realizzate da Samsung:

httpvh://www.youtube.com/watch?v=Qat9FeJ6qIg&hd=1

Come sarà il primo smartphone con display flessibile di Samsung?

Loading...
  • snaif2

    Il video è del 2008 .____.
    Androidiani ha toppato D:

    • crissstian96

      E’ una novità? xD
      E si può notare anche che non è un display flessibile, sono 2 normalissimi display separati.

    • cleen

      Non solo…. ma non è nemmeno un display flessibile.. a me sembrano due display a cerniera affiancati in malomodo visibilmente desincronizzati.
      Non bisogna mica scrivere articoli a tutti i costi :)
      Meglio pochi ma buoni^^

    • Loris

      Ma se c’è scritto che il video non è recente.

    • assopatrasso

      Antonio ha toppato

  • Buddhino

    la riga della “cerniera” in mezzo allo schermo aperto che distorce l’immagine non è il massimo. Non fraintendetemi non faccio lo schizzinoso solo che mi sembra un difetto abbastanza rilevante dato che la novità è proprio lo schermo.

  • Pingback: Samsung Galaxy Q: questo il primo dispositivo con display flessibile? | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Morfeo87

    Hanno sbagliato video!!

    • Ok, qui c’è il display flessibile. Ma è possibile che nel 2012, quasi 2013 fanno ancora questi display lucidi che riflettono ogni cosa, ma dove credono che viviamo, nelle grotte al buio?

  • Y.M.

    Display flessibile o due display? Difficilissimo da dire hahahaha
    Questa volta quoto, Androidiani ha toppato

  • aaaa

    a me più che display flessibile sembrano due normali LCD affiancati

  • Gheby

    Nn hanno solo toppato… Hanno copiato da androidworld

    • giu

      urge una causa ad hoc !

  • Brodo

  • Guest

    Qui gli unici che hanno “toppato sono quelli che non hanno letto nella riga prima del video “Ecco un video (certamente non recente) che mostra le prime tecnologie realizzate da Samsung:”.

  • Qui quelli che hanno “toppato” sono solo quelli che non hanno letto le ultime righe appena sopra il video….

  • ciao

    Secondo me la novitò di samsung sarà uno smartphone k si apre e diventa praticamente un tablet!

  • valentina usai

    il video e vecchio,missa che dispositivi flessibili con super amoled screen usciranno tra il 2013

  • WONDERBRAun

    C’è scritto chiaramente che il video non è recente, infatti quello del video è un prototipo, ovviamente i bimbiminkia o aspiranti tali ignorano del tutto il fatto che una tecnologia prima di essere introdotta in un prodotto consumer va studiata per molti anni, sia per migliorare la tecnologia in se, sia per migliorarne i processi produttivi.