Pescare con lo smartphone: ecco un sonar Bluetooth per scovare i pesci migliori [VIDEO]

16 giugno 201220 commenti

Con gli smartphone moderni si può fare davvero di tutto, e questo sembra essere uno di quei casi in cui si ha una conferma di ciò. Probabilmente non balzerà in cima alla vostra wish-list, ma chi non prova un briciolo di curiosità nei confronti di un vero e proprio sonar Bluetooth ?

Deeper Smart Fishfinder, progettato da Friday Labs, è un dispositivo che, immerso in acqua, è in grado di inviare al nostro device Android (ma anche ad un iPhone) via Bluetooth informazioni sull’eventuale presenza di pesci nei paraggi, insieme a quelle relative a temperatura e profondità. Equipaggiato con una batteria che garantisce circa 6 ore di autonomia, il dispositivo, di forma sferica ed ovviamente resistente all’acqua ed agli urti , si attiva  appena viene a contatto con l’acqua, e può operare da una temperatura minima di -10 gradi Celsius ad una massima di 40.

httpvh://www.youtube.com/watch?v=P6mLAf7qIBc#!

L’applicazione dedicata, oltre alle funzionalità citate in precedenza, racchiude anche altre possibilità, tra cui quella di poter condividere i propri successi pescherecci su Facebook o Twitter. 

Se foste interessati a Deeper Smart Fishfinder c’è da dire che il prezzo non è affatto proibitivo, essendo di 149 dollari. Pronti a gettare l’amo?

Loading...
  • Pingback: Pescare con lo smartphone: ecco un sonar Bluetooth per scovare i pesci migliori [VIDEO] | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Nicola fant87

    Niente carpfishing quest’anno hahahah XD

  • tom

    LoL

  • gladiatore171975

    ciao

  • Francoiky

    Mio sicuramente!!! °ç°

  • Geppetto.

    Rovina anche la pesca con questa puttanate inutili.

  • lol

  • ale

    Esiste un sonar per scovare chi ha le mestruazioni in discoteca??

    • Nicola fant87

      Li esiste il bicchiere dell’altro U.U

  • sergio

    Geniale!!! No davvero un Sonar Bluetooth, lo perdi dopo 5 metri e fai ciao ciao a 150 dollari! Una genialata assurda! L’acqua è una barriera naturale per le onde radio compreso il bluetooth!

    • Ugo

      Peccato che se anziché scrivere cazzate avessi visto il video avresti notato che solo una parte è immersa (la parte inferiore) quella superiore dove è posto il sensore Bluetooth è fuori dall’acqua.

      • sergio

        Anzitutto inizia ad avere rispetto degli altri!
        Seconda cosa se avessi un minimo di cognizione di fisica e di pesca sapresti che quella cosa è una cazzata immane! compratela e divertitici!

        • Impara a leggere, il bluethooth serve per comunicare con il cellulare e dire che “l’acqua è una barriera naturale per le onde radio” significa dire che i sottomarini non possono comunicare con la terraferma…

          • sergio

            Si infatti emergono per comunicare perchè ai comandanti piace il sole!
            Se comunicano sott’acqua non lo fanno con le onde radio!
            Ma santo cielo ve lo prendete un libro di fisica invece di continuare a fare i saccenti senza sapere di quello che parlate?
            Senno venite qui in provincia di Firenze dove lavoro io che guarda caso produciamo radar e visto che ci lavoro come ingegnere spiegate a me e agi atri ingegneri come funzionano le onde radio perchè è evidente che voi ne sapete piu di tutti noi laureati!

          • Sergio

            Scusate non h detto la cosa piu importante, dal sottomarino si usano antenne potentissime che cmq non riescono a superare l’acqua se non di poche decine di metri! Per comunicare oltre servono delle speciali antenne galleggianti che non hanno l’acqua ad impedirle! Inoltre le onde radio nell’aqua sono rallentate per due terzi rispetto al vuoto, sempre ammesso che si abbia abbastanza “potenza” per superare l barriera di acqua!
            Il sistema della sfera è cmq idiotico perchè anche se ha un antenna che arriva in superficie, può comunicare solo con un telefono dentro ad una piccola barca che non si può avvalere di reti o altro e che non ce ne fa niente di un sonar!
            Su una barca piu grande il parapetto già sarebbe un ostacolo non indifferente dal livello del mare al cellulare, pensa se uno sta in coperta…

          • Ugo

            hai detto diverse cazzate:
            1) hai detto che l’acqua è una barriera naturale per le onde radio e per il bluetooth, il che è vero in particolar modo per le onde ad alta frequenza, come quelle del bluetooth, non PER TUTTE le onde radio..peccato che il sonar non utilizza il bluetooth per trovare i pesci ma solo per comunicare col cell (una comunicazione che avviene utilizzando l’aria come mezzo di trasmissione) quindi la tua affermazione è del tutto irrilevante. Il sonar utilizzerà probabilmente degli ultrasuoni per trovare i pesci, è tua intenzione sostenere che non si possono localizzare oggetti sott’acqua con gli ultrasuoni?
            2) La portata del bluetooth può arrivare anche a 100metri se i dispositivi sono buoni, ma ammesso che non lo siano la tua frase “può comunicare solo con un telefono dentro ad una piccola barca che non si può avvalere di reti o altro e che non ce ne fa niente di un sonar” è totalmente opinabile….

          • Ugo

            3)
            Se comunicano sott’acqua non lo fanno con le onde radio!

            ah no? e cosa usano? le onde gamma?

  • Pingback: Pescare con lo smartphone: ecco un sonar Bluetooth per scovare i pesci migliori [VIDEO] | Mandave()

  • ideosforme

    Ottimo per Sam(sung)pei….

  • DeePo

    Piace vincere facile?!