Recensione LG Optimus Dual (2X)

23 maggio 201129 commenti

LG Optimus Dual è il primo smartphone Android dual-core ad essere sbarcato sul mercato. Non è esattamente un nuovo arrivato ed è già disponibile da un po’ di tempo. Nonostante nuovi prodotti usciti, o in uscita, come il Samsung Galaxy S II sembrerebbero superare nettamente il terminale di LG, il Dual ha ancora le sue carte da giocare, soprattutto per quel che riguarda il prezzo, molto contenuto per un terminale di fascia alta. Avendolo provato per diversi giorni, mi accingo a recensirlo.

Design, materiali ed ergonomia

Lg è stata spesso criticata per la scelta dei materiali e per la qualità dell’assemblaggio. Questo Dual però potrebbe essere un’eccezione: sul davanti troviamo sopra lo schermo un vetro gorilla glass, quindi assolutamente difficile da rigare, che ricopre l’intera facciata del telefono, compresi i tasti capacitivi. Questo vetro è leggermente curvo sui bordi, il che rende piacevole l’uso dello schermo touch.  Parlando del retro invece, troviamo una scocca in plastica opaca, con al centro una striscia di alluminio e, sopra di questa, la fotocamera. La scocca si incastra molto bene nel telefono, però risultano esserci alcuni scricchiolii (soprattutto dopo che questa viene tolta e rimessa più volte).
Il design, a detta di alcuni, è copiato dall’iphone. In comune con il melafonino troviamo in effetti la forma squadrata e la scelta di collocare l’altoparlante e il microfono in basso uno a sinistra e uno a destra. Le somiglianze però finiscono qui. Sul davanti il terminale risulta un po’ anonimo, e il margine in basso sotto lo schermo è un po’ troppo spesso. Sul retro invece la scocca in plastica e alluminio è piuttosto accattivante alla vista e a mio parere ricorda un po’ lo stile di Htc.
 

Hardware

All’interno del nostro Dual troviamo un chip dual core da 1 Ghz Nvidia Tegra 250, con Gpu Nvidia geForce ULP, 500 MB di RAM e 8 GB di memoria interna (1 GB assegnato alle app, il resto come sd card). Alla luce del nuovo arrivato Galaxy S2 potremmo chiedere una velocità di clock leggermente superiore oppure più memoria RAM. Nonostante questo il processore risulta molto veloce e la parte grafica è veramente notevole. Se siete appassionati di gaming conoscerete di sicuro il Nvidia Tegra Store, dove si possono trovare i giochi 3d ottimizzati per geForce ULP.

Schermo

Lg Optimus Dual è dotato di schermo da 4 pollici, LCD. Non si tratta del Nova display che troviamo nel Lg Optimus Black, e nemmeno di un super amoled plus della samsung. Però la qualità è comunque buona. Rispetto per esempio al pannello super lcd degli Htc, risulta migliore sia per contrasto che per luminosità. Anche inclinandolo la qualità dell’immagine non subisce grossi peggioramenti. L’unico neo sono i neri, che, come in tutti gli schermi lcd, non risultano perfettamente neri.
Il touch è, come ormai in tutti i dispositivi di fascia alta, ottimo. Riconosce 10 tocchi in contemporanea, e risulta preciso e veloce.

Software

Il telefono esce con Android 2.2 Froyo (verrà aggiornato a gingerbread, però ancora l’aggiornamento non è disponibile) e presenta alcune personalizzazioni. Lg ha lavorato nella direzione di personalizzazioni leggere, e non pesanti come nel caso di Htc Sense, ma che vanno a migliorare notevolmente l’esperienza di android. Sono state aggiunte alcune gesture con l’accellerometro (ad esempio, per spostarsi nel testo basta dare un colpetto al lato del telefono) e diverse applicazioni sono state “manomesse” da lg.

Software: Launcher e GUI

Il Launcher di Lg non differisce molto da quello di Froyo per comportamento, ma presenta alcune modifiche grafiche piuttosto piacevoli. Lo scrolling tra le pagine purtroppo presenta un po’ di lag, cosa intollerabile su un dispositivo dotato di processore così performante, mentre il drawer risulta assolutamente fluido. Quest’ultimo ha tre possibilità di visualizzazione (orizzontale, verticale, elenco).
Troviamo anche molti widget in più, veramente molto belli e comodi, e alcuni sfondi live.

Software: browser

Il browser è una delle parti più deludenti di questo Dual. Nonostante la potenza di calcolo, sono evidenti problemi di ottimizzazione. Il caricamento delle pagine è accettabile, ma lo zoom e lo scrolling risultano piuttosto scattosi. A migliorare parzialmente le cose c’è adobe flash player che lavora ottimamente sul processore Tegra 2.

Software: multimedia

L’applicazione galleria è rimasta invariata, ma è stata modificata quella per l’esecuzione dei video. Sono stati aggiunti nuovi formati rispetto a quelli standard di android. Anche l’app musica è stata modificata, e presenta una grafica più accattivante, anche se il funzionamento è pressoché invariato.

Software: bug

Ecco la parte più delicata della recensione. Il firmware della Lg presenta alcuni difetti che provocano frustrazione tra alcuni utenti. Il più eclatante è il bug che causa infiniti riavvii del telefono se messo in carica, ma Lg ha prontamente rilasciato una patch per risolverlo. Con l’ultimo aggiornamento però si sono aggiunti alcuni nuovi difetti, ovvero, alcuni utenti soffrono di “chiamate fantasma”, altri di riavvii del telefono. Io non ho mai riscontrato questi difetti, però il firmware di Lg risulta certamente mal ottimizzato. Spesso non è veloce come si vorrebbe e a volte si riscontrano dei brevi blocchi (di alcuni secondi). Mettendo sul telefono una rom coocked si possono vedere le vere potenzialità del telefono, ma certo non si può pretendere che tutti i clienti abbiano voglia di smanettare. Per cui, non posso che augurarmi che Lg aggiorni presto questo Dual.

Autonomia

Teoricamente la cpu Tegra 2 dovrebbe avere dei consumi molto ottimizzati, e la batteria da 1500 mAh dovrebbe essere sufficiente a garantire un’autonomia notevole. Purtroppo il firmware mal ottimizzato influisce negativamente sulla longevità della batteria. Nonostante questo, il telefono risulta nella media come autonomia, senza infamia né lode. Con il 3G attivo si riesce ad arrivare fino a sera con un utilizzo medio, e senza 3G attivo a volte si riescono a fare anche due giorni.

Prezzo

Lg Optimus Dual si trova ormai in Italia a poco più di 400 euro. Si tratta di una cifra assolutamente concorrenziale tenendo conto che telefoni ben inferiori si assestano sui 500, mentre i rivali Sgs2 e Htc Sensation sono più orientati sui 600.

Conclusioni:

  • Design, materiali ed ergonomia: 8. L’assemblaggio e i materiali risultano sopra la media di Lg, ma la scocca in plastica non è all’altezza di quelle in alluminio per esempio di Htc. Il design risulta piuttosto piacevole.
  • Hardware: 9. Il processore è molto potente, buona la memoria interna e la fotocamera. Se avesse avuto più memoria ram, sarebbe stato un 10.
  • Schermo: 8. L’lcd del Dual se la cava molto bene, pur non essendo all’altezza di altri pannelli come il super amoled plus.
  • Software: 6. Troviamo da una parte delle  personalizzazioni intelligenti e curate, dall’altra un’ottimizzazione pessima. Il voto sarebbe potuto essere un 7 ma ho deciso di punire Lg perché non è accettabile un firmware mal ottimizzato in un dispositivo di fascia alta.
  • Autonomia: 7. Nella norma. Si arriva a fine giornata, ma nulla di più.
  • Prezzo: 10. Da lodare il prezzo basso di questo Dual, che pur essendo il primo dispositivo Dual core, ed essendo uno dei migliori telefoni in commercio (con i suoi limiti ovviamente), si assesta sulla fascia dei 4/500 euro.
  • Voto finale: 8. Si tratta di un telefono con alti e bassi. Lg Dual tenta di essere un dispositivo che vince in tutti i campi, ma se da una parte lg ha curato molto alcuni aspetti, altri sono stati trascurati. Accolto con un certo scetticismo da alcuni clienti, si tratta di una delle scelte più valide tra i telefoni di fascia alta, soprattutto per il costo relativamente contenuto.

 

Loading...