Come risolvere il problema aggiornamenti in Android? Aggiornamenti a pagamento!

30 Dicembre 2011139 commenti

Uno dei più grandi problemi del mondo Android è relativo agli aggiornamenti, cioè, essendo in commercio molte varianti di device con sistema operativo di Google i grandi produttori, solitamente, decidono di aggiornare un dispositivo rispetto ad un altro solamente in base alla fascia od altri fattori, abbandonando così molti altri smartphone non "vecchi" ed obsoleti e deludendo milioni di utenti, così come sta capitando a Samsung per quanto riguarda l'update ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich per Galaxy S e Galaxy Tab (P1000). ZDNet analizzando questo sistema avrebbe trovato una soluzione che renderebbe sia produttori che consumatori più felici.

La soluzione trovata da ZDNet sarebbe quella di rendere disponibili per tutti i device Android le major release a pagamento; dove per major release si intendono i salti di versioni, cioè: Froyo (2.2), Gingerbread (2.3), Honeycomb (3.0), Ice Cream Sandwich (4.0), e non le versioni intermedie tipo: 2.2.1 o 2.3.6, ecc, che generalmente rappresentano bug-fix e che l’azienda o il produttore è obbligato a rilasciare.

L’idea del famoso sito, sarebbe il pagamento di una cifra simbolica per le grandi release del robottino verde, per esempio, come indica ZDNet, potrebbe essere 15 $ o 15 € per ogni major release.

Quest’idea potrebbe avere due facce, una buona ed una cattiva. Partendo dall’ultima, sembra facile pensare che ogni utente non sia contento di dover pagare, anche poco, per un aggiornamento che potrebbe ricevere gratuitamente, magari non puntualmente, e per un sistema operativo di natura open-source.

Dall’altro lato l’idea potrebbe non essere del tutto sbagliata, infatti i 15 $ simbolici dovrebbero non pesare agli utenti che sono riusciti ad acquistare un Android e quindi facilmente spendibili per un update importante, puntuale e di ottima qualità. C’è anche la possibilità di non dover aggiornare il proprio device per più di anno, in quanto le major release solitamente non vengono rilasciate molto vicine tra di esse, quindi si tratterebbe di solamente 15 $ (15 €) l’anno, che andrebbero inoltre ad aumentare le casse degli sviluppatori, i quali potrebbero progettare un sistema sempre più innovativo.

Potrebbe esserci una parte d’utenza, magari la più esperta, che preferisce i firmware modificati e magri non ufficiale delle community Android, che sicuramente sono più veloci e puntuali di molti produttori.

Forse presto la situazione sugli aggiornamenti per i nostri dispositivi Android sarà più chiara. Voi sareste disposti a pagare una piccola cifra per un major update? Rispondete al sondaggio:

 

Via

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com