Google pagherà Oracle per i brevetti Java utilizzati da Android?

29 marzo 20127 commenti

La guerra infinita tra Google ed Oracle non sembra voler terminare, e sono ormai quasi due anni che i due colossi tentano di arrivare ad un accordo che faccia felici entrambe le parti. Forse, grazie ad una proposta del colosso di Mountain View, sarà possibile mettere definitivamente la parola fine agli scontri legali ed alle aule di tribunale per Google ed Oracle. La proposta è di natura simile a quella chiesta da Microsoft ai grandi produttori di smartphone, infatti BigG avrebbe proposto una cifra di circa 2,2 miliardi di dollari ad Oracle, prontamente rifiutati.

Come già sappiamo, Oracle ha citato in giudizio Google, per presunte violazioni di brevetti di Java presenti in Android senza alcuna autorizzazione.

Dopo aver rifiutato la prima proposta, Google ha voluto alzare l’offerta, elargendo ben 2,8 miliardi di dollari per i danni del passato e per il futuro, ed i prossimi device del robottino verde, avrebbe depositato nelle casse di Oracle lo 0,05% delle entrate derivanti dalle vendite di Android fino a Dicembre 2012, e lo 0,015% ricavato da un altro brevetto fino ad Aprile 2018.

Oracle ha continuato a rifiutare le offerte di Google, poichè gli introiti promessi erano troppo bassi per coprire i danni causati in questi anni,ed anche sicuro di poter ottenere di più da una causa legale.

Perciò dovremo attendere ancora, giorno 9 Aprile ci potrebbe essere l’udienza finale per poter raggiungere un accordo. Vi terremo aggiornati.

 

Via

Loading...
  • Mauro Zuccato

    Buffoni. Quelli di Oracle sono buffoni.

    Sun non ha mai intentato una causa contro Android (che anzi applaudiva), e questi nemmeno si degnano di accettare quanto Google offre loro… 

    • Emanu_Lele

        Ti credo che rifiutano, se hanno buona possibilità di vincere la causa potrebbero incassare molto più di quello offerto da google fino ad ora. E’ ovvio che lo fanno solo per soldi e non certo perché sono offesi, ma chi non lo farebbe se ha la possibilità di sbancare?

      • ma infatti,i brevetti sono loro,google li ha violati volontariamente…che paghino,la legge è legge.

      • Mauro Zuccato

        Forse. Ma ripeto, se ai tempi di SUN tutto andava bene, perché per SUN Java era opensource (perché tale era nato) che Oracle prenda in mano i suoi programmi e ne cambi i termini di licenza, per poi attaccare chi li usava correttamente senza prima concordare un metodo di pagamento è da buffoni. Ricordo che Oracle è sempre la stessa che, dopo aver acquisito SUN ed OpenOffice, ha pensato bene di sbattersene della comunità ad esso legata e del nome “OPENoffice”, dicendo che lo avrebbe reso a pagamento e provocando lo scisma all’origine della nascita di LibreOffice.

        Spero che Google chiami a testimoniare l’ex direttore di SUN, che è sempre stato schierato a favore di Android e contro queste nuove politiche Oracle.

  • Pingback: Google pagherà Oracle per i brevetti Java utilizzati da Android? | buonaguida.com()

  • Dio Merda

    metete iusto po’!

  • Fabrizio C.

    paga paga che poi Branson se li va a mangiare a puttane alla faccia nostra ahahaha