Il fondatore di Ubuntu crede che iOS e Android potranno contrastare il dominio di Microsoft su PC

2 giugno 201358 commenti

Il fondatore di Ubuntu Mark Shuttleworth ha tenuto un'interessante discorso sui principali obiettivi di sviluppo del proprio sistema operativo: spodestare Microsoft dal trono di OS più diffuso sui computer portatili e desktop.

Shuttleworth lo sa, per riuscire nel proprio intento non può farcela da solo, iOS e Android possono dargli una grande mano. Nel lontano del 2004 il fondatore aveva aperto un “problema” chiamato “Bug#1″, questo non era altro che il dominio da parte di Microsoft nel mercato. Dopo quasi 9 anni da quel giorno, Shuttleworth ha ufficialmente annunciato che grazie ad iOS e Android il problema è stato risolto.

Penso che sia importante per noi riconoscere che il cambiamento ha avuto luogo. Quindi dal punto di vista di Ubuntu, il bug è ormai chiuso.

Nonostante l’obiettivo raggiunto, Shuttleworth non è completamente soddisfatto, infatti la convinzione era che la maggior parte dei PC includessero al proprio interno software libero, e la situazione odierna è ancora molto lontana dalle aspettative.

Anche se Android, che è costruito su Linux, controlla la maggior parte del mercato mobile, gli smartphone e tablet su cui è installato sono meno “aperti” rispetto ai PC. Il bootloader bloccato impedisce agli utenti di armeggiare nel cuore del sistema operativo, mentre su computer è possibile installare ciò che si vuole senza alcun tipo di problema.

Quale sarà il futuro di PC e tablet?

Loading...