Il fondatore di Ubuntu crede che iOS e Android potranno contrastare il dominio di Microsoft su PC

2 giugno 201358 commenti

Il fondatore di Ubuntu Mark Shuttleworth ha tenuto un'interessante discorso sui principali obiettivi di sviluppo del proprio sistema operativo: spodestare Microsoft dal trono di OS più diffuso sui computer portatili e desktop.

Shuttleworth lo sa, per riuscire nel proprio intento non può farcela da solo, iOS e Android possono dargli una grande mano. Nel lontano del 2004 il fondatore aveva aperto un “problema” chiamato “Bug#1″, questo non era altro che il dominio da parte di Microsoft nel mercato. Dopo quasi 9 anni da quel giorno, Shuttleworth ha ufficialmente annunciato che grazie ad iOS e Android il problema è stato risolto.

Penso che sia importante per noi riconoscere che il cambiamento ha avuto luogo. Quindi dal punto di vista di Ubuntu, il bug è ormai chiuso.

Nonostante l’obiettivo raggiunto, Shuttleworth non è completamente soddisfatto, infatti la convinzione era che la maggior parte dei PC includessero al proprio interno software libero, e la situazione odierna è ancora molto lontana dalle aspettative.

Anche se Android, che è costruito su Linux, controlla la maggior parte del mercato mobile, gli smartphone e tablet su cui è installato sono meno “aperti” rispetto ai PC. Il bootloader bloccato impedisce agli utenti di armeggiare nel cuore del sistema operativo, mentre su computer è possibile installare ciò che si vuole senza alcun tipo di problema.

Quale sarà il futuro di PC e tablet?

Loading...
  • xpy

    Speriamo in un futuro dove i root sono nelle impostazioni

  • xpy

    E che arrivi nel google play la sezione rom , kernel e firmware

    • yeah

      Magari! E magari le grandi aziende (Samsung, LG, Sony, etc…) potrebbero dare un po’ di soldi agli sviluppatori indipendenti che fanno porting unofficial…

      • si buonanotte

        e magari si potrebbe dividere per zero…

      • xpy

        Semmai assumerli

        • yeah

          … No, per il semplice motivo che chi non fa parte di un team (aokp, CM, etc..) molto probabilmente ha già un lavoro, sicuramente lo fa per svago e quindi sarebbe brutto trasformare lo svago in lavoro…

          • xpy

            Si ma guarda che pagano bene , se non erro uno sviluppatore medio è sui 2000 dollari al mese

  • Mattia Del Giacco

    Speriamo in un futuro dove il root sará come il jailbreak e poter modificare il telefono in tutto e per tutto e non solo con delle app per modificare la potenza delle core , che alla fine non lo fanno neanche…

    • Matteo

      eh bravo!! SUPER QUOTONE! coi permessi di root i possono usare programmi di overclock o app tipo titanium backup, ma modificare una cosa che non mi e correggere solo quella come i teak di cydia per iphone non c’è oppure bisogna fare la modifica a mano (e io la farei volentieri), ma il problema e che per trovare la modifica da fare (se c’è) bisogna cercare su internet come dei disperati e non si trova quasi mai…questa è l’unica cosa che non mi piace della community che sta dietro ai vari root e modifiche e che invece mi piace di iphone

      • Wastaware alla sder

        Sei stato chiarissimo. Eh?

        • Matteo

          ho sbagliato a scrivere scusate..intendevo dire che se a me non piace una cosa come può essere un’impostazione o altro dell’OS o della personalizzazione della casa non posso cambiare solo quella con un tweak come su iphone. Ad esempio voglio che per spegnere l’iphone bisogna mettere la password? benissimo posso cercare un tweak che modifichi questo aspetto senza cambiare rom o altro…invece su android il root serve per quel tipo di app (titanium backup ecc) oppure per cambiare rom ma una cosa semplice come i tweak di cydia non esiste (o meglio c’è ma è molto acerba)….sarebbe comodissimo avere una cosa come cydia su android (anche perchè si può fare e anche molto meglio dell’iphone visto che android è open!)

          • yeah

            Se sai cosa fare, puoi farlo tranquillamente anche da android, ma ovviamente ti servono un po’ di conoscienze..

          • Matteo

            beh ovvio se sò programmare posso farci quello che voglio con uno smartphone android..ma per noi poveri cristi che non lo sappiamo fare una cosa come cydia sarebbe utile…e poi un conto è modificare linux e un conto è modificare la touchwiz di samsung che è closed source, che per farlo bisogna trovare una falla nella touchwiz ecc come fanno gli hacker con iOS

          • Giovanni Perrotta

            ai detto bene, per noi poveri cristi……. android è come ubuntu… non mira, come ios e microsoft a creare pc “a prova di stupido”, ma a creare pc “che non sia a prova di stupido”, saper usare ubuntu vuol dire avere conoscenze basilari di informatica…. usare una striscia di comando per esempio… alla fine lo vedo anche come uno stimolo ad informarci ed imparare…. io per esempio, non più di 6 mesi fa non sapevo cosa fosse una rom, e ora sto mettendo mano al kernel del mio next con cyano 10.1 per provare a controllare meglio il battery drain…. e tutto da autodidatta…. ovvio, non è una cosa per tutti…. ma fidati, se si capisse cosa realmente è possibile fare tramite codici, il jailbreak non si saprebbe più cos’è…. poi, fra l’altro, tutte quelle opzioni, esistoo per un solo motivo: non è possibile mettere mano dirtettamente ai file di sistema di Ios, cosa fattibile con android… tutto dipende dai punti di vista…. ciò comunque non vuol dire che tu non possa farlo se non c’è il bottoncino con scritto” cambia x” o “modifica y”, devi solo avere conoscenze un po più approfondite ;) e per dire, proprio perchè la touchwiz è closed source esistono ROM con l’OS nudo e crudo… samsung, come altri produttori mira a fare quello che ha fatto apple con il MacOS… come apple di fatto usa base linux per macos, ma diventa un sistema chiuso, allo stesso modo samsung usa android come base per touchwiz, snaturando ciò che è, cioè un opensource….

            P.S. Scusate per il papiro

          • Matteo

            lo so hai ragione ma se a me piace la touchwiz e voglio cambiare solo una piccola cosa? non posso perchè e closed source…poi io non mi ritengo uno stupido anche se non so programmare (tranne un pò di visual basic.net). Comunque ci sono sviluppatori molto bravi come quelli che fanno rom o sviluppano su cydia che fanno modifiche molto interessanti. E un po’ un “casino” imparare come si mette mano alle rom e il java solo per modificare una piccola cosa..e magari non la farei neanche bene ci sono programmi o modifiche nelle rom fatti bene e molto complessi che io riuscirei a fare solo dopo anni di esperienza. Quindi per me e molte altre persone è molto utile avere una modifica a portata di mano senza stravolgere l’os come cydia su iphone, perchè ho un bel software e una bella grafica sviluppata da un azienda con migliaia di ingegneri dietro (apple,samsung,lg,sony, google ecc) e in più ho quelle piccole modifiche che mi può dare un tweak e che mi servono. Per esempio a me piace la UI Vanilla di android ma non è il massimo (ad esempio con la touchwiz posso mettere sfondi nel drawer e crearci anche delle cartelle) quindi io vorrei una touchwiz ma con alcune modifiche per renderla più fluida e aggiungere o modificare funzioni..quindi ci vorrebbe una cosa come cydia. Non mi piace avere android pure con qualche modifica “mal fatta” da me anche se imparassi, preferisco appoggiarmi a samung per la touchwiz e hacker o sviluppatori coi “contorcog**oni” che sicuramente faranno un lavoro molto migliore del mio

      • yeah

        Bravo, adesso che ho letto 3000 volte ho capito che le tue parole sono messe in ordine sparso come indovinello, vero?

        • Matteo

          scusa mi sono espresso male ho riformulato la risposta sotto

  • Mihai Gori

    beh, windows ha un grande arsenale di programmi di tutti i tipi
    ubuntu/linux, si è libero, ma la maggior parte degli utenti non se ne fa niente del fatto di poter modificare l’OS . windows invece ha una libertà che basta agli utenti: si possono scaricare file, modificare browser, installare quello che si vuole da dove si vuole. in conclusione la differenza di apertura che c’è tra ios e android, non è rilevante nel campo desktop

    • Davide

      Io utilizzo linux da almeno 8 anni, e mica perché voglio modificare l’os…E come me tante altre persone…

      • io

        Tante? Ahahahaha

        • Wastaware alla sder

          Tante tante, basta non essere pecoroni per capire che il 90 % dei pc che ci sono in giro potrebbero fare ciò che fanno con linux in maniera migliore. Ah, si può anche andare su facebouk con linux

          • Al3xDroid

            E’ una battaglia persa, la stragrande maggioranza degli utenti crede che Internet Explorer sia il solo modo per andare in rete… lo dico da utilizzatore di GNU/linux

          • elegos

            Attualmente Internet Explorer è al terzo posto con il 12.7% (in calo), mentre Chrome supera la quota 50%, seguito da Firefox con circa il 30%.

            Fonte: http://www.w3schools.com/browsers/browsers_stats.asp

          • A bè di andare su Facebook lo puoi fare anche con il Nokia 6630 …

        • elegos

          L’unica modifica alla mia linux box è stata quella di ricompilarmi il kernel. Non bisogna per forza modificare per essere ‘pro’. Alla fine il sistema operativo è un mezzo, non il fine.

    • Giovanni Perrotta

      Veramente puoi fare lo stesso con linux, anzi, dal software center hai accesso a tutte (e dico veramente TUTTE ) le applicazioni per linux provenienti da qualunque sito, Inoltre devo dire che io per esempio, ogni tanto mi diverto a mixare con la console, e mi trovo molto meglio con Mixxx su linux che con virtualdj su Windows… senza contare che con linux non servono Nmila Giga di ram per farlo andare

      • Ing.Gae

        Tutte? Io vorrei tanto incendiare il mio pc con win7. Vorrei tanto incendiare il mio htpc con win7. Su uno vorrei mettere Ubuntu e sull’altro xbmcbuntu. Ma poi Autocad? Primus per la contabilità di cantiere? Archicad? Revit building?
        A livello professionale, purtroppo, le software house scelgono Windows e, solo ultimamente, qualcuno (tipo Autodesk) fa la versione MacOS. Ma Linux ZERO!!! E non parlatemi di virtual machine, vi prego!

        • Mihai Gori

          è esattamente quello che volevo dire

        • Giovanni Perrotta

          Io ho parlato di programmi opensource per linux, non programmi come Autocad, che comunque con pazienza e conoscenze sufficienti posso girare con Wine o utilizzando l’emulazione di un os windows

    • Neanche nei telefoni, la maggior parte delle persone che ha android non modifica niente di niente.
      Anzi nonnsa neanche che si può fare

      • Mihai Gori

        è proprio quello che ho detto sopra, forse non chiaramente, tra windows e ubuntu non c’è quella differenza per gli utenti: si può installare di tutto, si può personalizzare, scambiare file e così via; invece iOs è molto + ristretto rispetto ad android, con molti limiti che l’utente comune percepisce. poi metti anche il fatto che android è preinstallato su molti telefoni, mentre ubuntu no, almeno non ne ho visto pc con ubuntu di base.

        • scusa, sono stato io a non essere stato chiaro.
          Intendevo che è vero, android è molto più aperto di ios e permette di fare tante personalizzazioni che su iphone ti sogni.
          Però la maggiorparte della gente non ha idea di quello che si può fare con android e magaro lo acquista solo perchè costa meno.
          Io lavoro in una azienda che si occupa di IT e ho molto clienti che passano per lo smartphone, e ti assicuro che non hanno idea della differenza che ci sia tra iphone e un qualsiasi android.
          Ubunto ovviamente è sconosciuto a quasi la totalità delle persone

        • Giovanni Perrotta

          Ci sono, non direttamente, sono delle cosiddette “developer edition” come un ultrabook asus mi pare… o hp…. non ricordo bene

  • Pingback: Il fondatore di Ubuntu crede che iOS e Android potranno contrastare il dominio di Microsoft su PC | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Pingback: Il fondatore di Ubuntu crede che iOS e Android potranno contrastare il dominio di Microsoft su PC | FunkySheep il Web Donna()

  • elegos

    Mark Shuttleworth ha detto tante cose. Ha detto che con Windows Vista Linux (ed in particolare Ubuntu) avrebbe preso il sopravvento.

    Diciamo che gli piace sempre spararle (troppo) grosse :)

    • yeah

      … In effetti se la Microsoft non faceva windows 7 probabilmente ubuntu oggi avrebbe almeno il 3-4% di dispositivi attivi con quel so, ma secondo me niente di più…

  • Filippo Sestini

    Incredibile, sta gente ha come unico fine quello di spodestare Microsoft dalla sua posizione dominante, ahahahah. Ma se invece di sparare ste cazzate e prendersela con la cattivona Microsoft (che fa i suoi interessi come qualsiasi altra azienda nel mondo) pensassero a creare EFFETTIVAMENTE una valida alternativa?

    • Giovanni Perrotta

      La valida alternativa esiste, il problema è che non è a prova di stupido come microsoft ma richiede alcune conoscenze informatiche xD

      • Filippo Sestini

        Il mercato è formato anche da persone che non dispongono di chissà quale bagaglio informatico, e che semplicemente vogliono un PC intuitivo e facile da usare, senza doversi smaronare a cercare tra mille alternative open source e nella maggior parte dei casi non all’altezza. è una fetta di mercato che va tenuta in considerazione. Se Ubuntu vuole veramente prendere il posto di Windows deve farlo in toto, quindi anche diventare a prova di stupido. Per inciso, poi, non capisco a questo cosa gliene freghi se Windows è a pagamento. C’è molta gente che preferisce pagare e avere software conosciuto e immediato, come accade per tutti i servizi. Per chissà quale strano motivo però i prodotti informatici creano scandalo se vengono venduti per denaro. Forse il creatore di ubuntu vuole sobbarcarsi il pagamento degli stupendi di tutti i dipendenti Microsoft, chi lo sa…

      • Ubuntu è più o meno così

  • fire_RS

    Non capisco tutto questo astio contro Microsoft.. Se un PC con Windows mi permette di fare tutto quello che farebbe Linux (anche perché con Windows si può modificare di tutto se si vuole fare gli smanettoni) in modo molto più semplice perché dovrei incasinarmi la vita?

    • Magari perché da Linux puoi fare le stesse cose, avere programmi equivalenti a Windows gratis e sopratutto perché è un sistema più leggero, più stabile e più sicuro.
      Tu che dici basta???

      • fire_RS

        Io con windows mai preso un virus e mai avuto problemi con il 7..pure Ubuntu se non hai un PC recente fa pena, a meno che non metti una distribuzione fatta apposta

        • Fortunatamente non sono tutti come te :)
          io lavoro in una azienda che si occupa di computer e con i virus quasi ci campiamo :)
          Ubuntu, deve essere un minimo configurato su pc vecchi, ma poi va da dio.

    • Alessandro_S

      1) perché non è vero che Linux incasina la vita;
      2) per questi ottimi motivi: http://it.windows7sins.org/

  • Pingback: Il fondatore di Ubuntu crede che iOS e Android potranno contrastare il dominio di Microsoft su PC | Crazyworlds()

  • Va sempre fatta una distinzione tra Open Source (codice sorgente aperto) e Programmi Gratis, sebbene spesso le due cose combacino non sono la stessa cosa.

    Sebbene i programmi con codice sorgente aperto permettano chiunque di lavorarci su, questo non significa che debbano essere per forza gratis, ed è giusto che sia così perché il lavoro va pagato.

    E in genere lo pagate ugualmente, magari sottoforma di ads pubblicitari, di raccolta dati ma in genere lo pagate.

    Perché a parte qualche amatore che sfrutta i programmi a scopo ludico, non conosco nessuno che lavora gratis.

    E lo stesso linux se non avesse trovato i suoi finanziatori (es. Canonical ?) sarebbe morto già da un pezzo.

    Poi non capisco perché averla così a morte con Windows… C’è chi ama il fai da te e c’è chi ama comprare le cose al negozio.

    Microsoft è stata ed è ancora leader nel settore sistemi operativi, tutti se ne lamentano, ma nessuno riesce a scalzarla vuol dire che effettivamente migliore c’è, magari per demerito degli altri, ma sempre c’è.

    Riguardo la sostituzione di Android nei PC, non diciamo papalate, attualmente Android è un ottimo sistema operativo per smartphone e Tablet, ma non mi dite che devo far funzionare il mio PC con i miei programmi con Android, per carità… magari in futuro, glielo auguro.

    Quindi il signore pensasse a migliorare la sua distro, solo così può sperare di far concorrenza a un ottimo sistema operativo.

    • Alessandro_S

      Io invece conosco tanti che lavorano gratis, e non solo in ambito informatico. Artisti, medici, ingegneri civili… La cosa triste è di quelli che non lo fanno per scelta, ma sono la minoranza.
      Canonical è tra gli ultimi arrivati, Linux esisteva anche nel campo Enterprise da un pezzo, e la Canonical è stata ampiamente criticata per essere una delle distribuzioni che contribuisce di meno allo sviluppo di Linux.
      La MS è diffusissima non perché è stata scelta in base alla sua qualità, ma per la sua presenza ubiquita come SO preinstallato e per gli accordi con gli OEM in fatto di driver e di vicina impossibilità alla possibilità di acquistare PC senza Windows. La grande maggioranza degli utenti Windows non sa reinstallare Windows, figuriamoci Linux.
      Windows ha tanti problemi ancora più importanti della mera diffuzione, elencati su http://it.windows7sins.org/

      • Sono d’accordo con te (diamoci del tu così come vuole la “netiquette” del web).

        E’ vero tanta gente lavora per gratis, lo fanno per scelta ed è giusto così, molti invece difendono l’open source “solo perché è gratis” è una concezione errata che mi premeva puntualizzare.

        Linux è open source e può essere (di fatto lo è anche gratis), non vale per tutto, e sopratutto non lo rende automaticamente “dalla parte dei buoni” mentre Microsoft è automaticamente cattiva.

        E’ vero, Microsoft è tutt’ora preinstallata in quasi tutti i PC in vendita, e non tutti gli utenti hanno il bagaglio informatico di installare un sistema operativo o di cimentarsi in linux (specie nelle distro un pò meno user friendly).

        Anche se la cultura informatica sta cambiando e l’utente ha molta scelta.

        Quello che mi premeva ricordare nel mio commento, non è se sia valida o meno l’alternativa a Microsoft o Microsoft stessa, non un confronto di prestazioni, ma l’errata concezione (a mio avviso) di voler demonizzare l’una piuttosto che l’altra a prescindere.

        Faccio un piccolo esempio per non essere frainteso:

        Spesso critichiamo iOS per la sua chiusura, eppure conosco gente che lo compra proprio per quello, perché è “facile” e più “intuitivo” rispetto Android, non si corre il rischio di sbagliare… io non la penso così, ma io non sono il mondo (che si dice sia bello perché vario).

        Qualcuno su diceva “sarebbe bello se ci fosse il root già di fabbrica” e chi lo dice ? magari uno smanettone come me, lei o tanta gente qui si… ma sarebbe così per tutti ? ci sono una gran quantità di gente che del root non gliene frega una cippa e che magari ci farebbe pure danni, e che usa il telefono per quella che è la sua utilità principale, chiamare.

        Specialmente il mercato Android, che è molto ampio, ha anche di questi elementi nel target di vendita.

        Riassumendo, Non critico l’open source anzi è una bella iniziativa, se non confusa (quindi apprezzata) solo perché sinonimo di “gratis”.

        Non critico chi preferisce Windows a Linux e preferisce pagare soldi in Microsoft Office piuttosto che in Libre Office.

        E sopratutto non vedo questo bisogno di scalzare necessariamente Windows da tutti i PC, l’utente ha libero arbitrio, diamogli la conoscenza e poi deciderà da se qual’è meglio.

        E state tranquilli che se Linux risultasse meglio di Windows essendo che il rapporto qualità/prezzo (è gratis !!) è il migliore di tutti, si diffonderebbe a macchia d’olio (come succede con molti utenti che in effetti lo stanno provando o che l’hanno provato).

        Tuttavia non esiste la macchina,SO,Smartphone perfetto, esiste solo quello più vicino alle tue esigenze.

        Questa è la mia opinione

  • red

    possiedo un hp dv6 6170sl+ssd, con windows 7 tutto ok!
    linux non capisce che sta usando un ssd, lo tratta come un normale hd e cuoce in pochi mesi, e poi mancano i driver della wi-fi! la wi-fi! ma come si fa le ho provate tutte!
    una volta funziona, una volta non la rileva all’avvio, un’altra non conosce proprio il modulo wi-fi e così e per tutti i pc con ubunto che ho visto! poco affidabili i drive! anche quelli delle gpu!

    • Alessandro_S

      E il fatto che alcuni produttori hardware né fanno driver per Linux né rilasciano le specifiche per permettere agli sviluppatori Linux di farli da se è colpa di chi?
      Capisco se tali problemi si fossero avuti con un portatile “Designed for Linux”, ma scommetto che invece era “Designed for Windows XYZ”

      • red

        grazie della risposta.
        il concetto tra le righe era questo: non puoi fornirmi un os a cui posso fare di tutto e non fornirmi poi i mezzi per poterlo completare e fargli esprimere la sua massima potenza!
        E’ facile lavarsene le mani dicendo “è gratis cosa vuoi ora!”
        microsoft impone hai fornitori di hw degli standard di compatibilità che garantiscano una soglia minima di prestazioni. ed ecco spiegata la diffusione di windows e mac.
        ciao

        • Alessandro_S

          La MS impone ai produttori HW che scrivano driver solo per Windows, e ai produttori di PC che non ne vendano che con Windows preinstallato (neanche privi di SO), altrimenti non concede il bollino “Designed for Windows”. Pochi produttori hanno un tale peso sul mercato da aver potuto ottenere delle deroghe per specifici modelli, come la Dell e la Lenovo, altrimenti Linux si trova preinstallato su poche marche secondarie che preinstallano solo Linux, come la System76. Questo ha portato la MS ad un regime di quasi monopolio del mercato dei SO, raggiungendo una posizione dominante per il cui abuso è stata più volte condannata negli USA e in Europa.

    • ienuz12

      Non capisco se tu abbia provato il cuocimento del ssd sulla tua pelle. Comunque sia, Linux individua il tuo disco come un normale SATA, ma questo non vuol dire che lo tratti allo stesso modo. Dovresti poi vedere se il trim e’ attivo o meno e valutare le prestazioni tra Windows e Linux tramite un benchmark. Per quanto riguarda il wifi, la soluzione potrebbe essere questa. Esiste una grande comunita’ Ubuntu, pero’ se non muovi un po’ il culetto….
      http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1699037

      …..poi mi sembra abbastanza evidente che il tuo Windows funzioni totalmente out of the box. Sarebbe lo stesso se Hp si preoccupasse di installarci Ubuntu e di risolvere i possibili problemi.

      • red

        NON USARE UN LINGUAGGIO SCURRILE!!!
        e cosa intendi per”mi sembra abbastanza evidente che il tuo Windows funzioni totalmente out of the box”?

  • ienuz12

    Anche se la realta’ e’ tuttora del tutto differente da quanto sta accadendo, i numeri parlano molto ma molto chiaro. Nel primo trimestre 2013 e nell’ultimo 2012, Microsoft ,tra Desktops, laptops, tablets e smarts, ha avuto rispettivamente , in termini di vendita, il 18% ed il 20%. Percio’ il trend al ribasso sta continuando. Android, che sta gia’ iniziando a prendere piede grazie ad Intel su soluzioni piu’ tradizionali (vedi laptops), riesce effettivamente a contrastare duramente il mercato di Microsoft. Per queste ragioni posso affermare che Mark Shuttleworth non ha assolutamente torto. Ma dovremmo aspettare ancora un paio di anni per vedere a tutti gli effetti il radicale cambiamento che Linux (Google) sta apportando.

    • Questo accade anche perché di PC desktop se ne vendono sempre di meno in favore dei tablet e smartphone (molti usano i PC solo per Facebook e per fare questo basta un tablet).
      Inoltre riguardo la questione Android in aumento, seppur in maniera diversa mi pare stia accadendo come Windows tanto tempo fa, è preinstallato in molti telefoni anche di fascia bassissima e molti lo prendono non perché vogliono quello, ma perché è quello che c’è,
      Ricordiamo che molti usano il telefono per chiamare, che sia Android, Symbian, Ernesto o Evaristo non gliene frega nulla, specie in fascia bassa.