Qualcomm, Nvidia e Broadcom al lavoro sui nuovi chipset a 64-bit

30 novembre 201335 commenti
Il mercato smartphone Android presto potrebbe proporre le proprie soluzioni a 64-bit per potersi adeguare al grande rivale Apple che ha adottato un nuovo chip A7 sull’iPhone 5S. Questi nuovi e potenti SoC potrebbero arrivare anche per i nostri smartphone e tablet Android già dai primi mesi del 2014 e forse, secondo i primi rumors, i grandi produttori del mercato potrebbero svelare le loro soluzioni già durante il CES 2014 di Las Vegas.

Samsung non nasconde i propri progetti per i primi chipset con architettura a 64-bit che potremmo trovare già a bordo di Galaxy S5 e Galaxy Note 4. Ma ovviamente il colosso sud-coreano non sarebbe l’unico interessato, infatti secondo gli ultimi rumors, anche Qualcomm, Nvidia e Broadcom avrebbero iniziato i lavori su queste soluzioni.

A confermare queste supposizioni, Ian Drew, Chief Marketing di ARM, avrebbe dichiarato che durante il 2014 ci sarà un grande aumento di richiesta di chip a 64-bit basati su processori ARM.

Inoltre, secondo DigiTimes, tutti e tre i produttori potrebbero svelare le proprie alternative già durante il mese di Gennaio, precisamente al CES 2014 di Las Vegas, con un arrivo sul mercato dei primi esemplari atteso tra il Q1 e Q2 2014.

Non mancheranno novità anche da Intel, che alcuni giorni fa ha presentato un primo prototipo di tablet con processore Atom a 64-bit, e da MediaTek ed AllWinner, due produttori che puntano molto sul low-cost. Attendiamo altre informazioni.

  • Pingback: Qualcomm, Nvidia e Broadcom al lavoro sui nuovi chipset a 64-bit - WikiFeed()

  • flathy

    Ma mi dite quante applicazioni androidi ( e non) ci sono a 64 bit? cioe’..che senso ha? …forse si gestirebbero meglio le risorse..ma lo si puo’ fare anche con chipset obsoleti con un buon senso di gestione. Boh!…Solo per la “NOVITA” dell’architettura a 64-bit su dispositivi mobili! Ripeto!…E’ stupendo averla a bordo! Pero’…gia’ non si sfrutta bene quella a 32…mah!…vabbhe’!

    • Daniele Sunetta

      Si chiama sviluppo.. se ora non ci sono app a 64bit non significa che non ce ne saranno in futuro

      • FedeC6603Z

        ma soprattutto è normale che non ce ne siano in quanto non abiamo i processori a 64 bit. come per tutto serve prima HW installato e poi il SW da mettere

        • TheFender91

          Si ma qui stiamo correndo troppo..non diamo tempo al SW di stare dietro all’ HW…sforniamo CPU e GPU mostruose destinate a essere mal ottimizzate..per poi magari riparare il tutto con il prossimo aggiornamento che arriverà in ritardo per mesi,se arriverà..non va mica bene così..

          • FedeC6603Z

            scusa, siamo obiettivi. ad Intel gli si dice che per colpa del monopolio che ha dorme sugli allori e le prestazioni sono sempre quelle.
            Questi sono tutti in battaglia e in competizione, se non fanno così le aziende chiudono.

            Il SW non lo fanno queste aziende, non è loro il compito di ottimizzare. Guarda la stessa Red Bull che prestazioni differenti ha se in mano a Vettel o a Webber (per fare un’analogia).

            Caso diverso è Apple che fa il SW e (si) fa (fare) l’HW. Però il risultato è ottimo.
            Vedasi anche Android Stock su nexus

          • luca giani

            Ancora con questa storia che apple si fa fare l’Hardware? Ma perche’ sparate cavolate senza conoscere l’argomento? I processori A7 come i precedenti sono un PROGETTO Apple sviluppato da INGEGNERI Apple,Samsung o altre aziende mettono SOLAMENTE LE FONDERIE E LE FABBRICHE…
            Capisco che questa storiella vi fa comodo ma la realta’ e’ questa..

          • FedeC6603Z

            non te la prendere luca, conosco bene l’argomento. le parentesi sono messe lì apposta per non ritrovarmi i commenti opposti al tuo (Apple non produce HW).

            cmq il significato di farsi fare l’HW è esatto in quanto non compra un pacchetto sviluppato da terzi (es. Qualcomm). Appunto loro sviluppano il processore e se lo fanno fare/fondere/costruire da altri. scrivilo come vuoi. ma non ti scaldare

          • luca giani

            La realta’ e’ che in questo “blog” tu sei una perla rara… gli interlocutori con cui mi confronto (fortunatamente non spesso) sono dei Fanboy che non sanno minimamente di cosa parlano.. Quando leggi una inesattezza per 40 volte alla 41esima e’ inevitabile scaldarsi… Tra l’altro chi segue solamente questo blog e’ anche normale che non sappia le cose visto che gli autori fanno una cernita delle notizie che CONVIENE dare omettendo quelle SCOMODE… Ovviamente mi scuso per i toni nei TUOI confronti..

          • FedeC6603Z

            nessun problema figurati, è che sei partito a 1000 :)

  • AleMiloLP

    Boh.. Nexus 5 a 32bit (e penso anche altri de vice) battono l’iPhone 5s a 64 magari non di molto ma un minimo di differenza c’è.

    • Ruppolo

      Si si, come no:

      http://www.youtube.com/embed/I7s8w9Da__Q

      Anche se tutto il filmato rivela chi è più potente, al minuto 2:21 potrai ammirare chi batte chi.

      • Frank’s neXus

        Madonna ruppolo sempre qui sei?? Non ti sopportiamo più ahah

    • Mufasa

      Chi lo dice che non serve ? Qualcomm ?

      Pro tip: quando un azienda dice “la tecnologia X non serve ! gnegnegne…”

      i possibili motivi di tale rivelazione sono 2:

      – L’azienda rivale Y stà per lanciare la tecnologia X

      – L’azienda della profezia è indietro nello sviluppo della tecnologia X

      • Chris94

        - l’azienda della profezia ritratta tutto il giorno dopo perché sa che tra poco userà la tecnologia x

        • Mufasa

          Troppa coerenza in una sola azienda :S

    • Maffone

      Veramente in tutti confronti risulta perennemente più veloce il 5s; forse devi cambiare ottico!

  • Frank’s neXus

    Qualcomm qualche mese fa: é inutile il 64 bit… E ora invece ne sviluppa uno! Sicuramente é giusto quello che sta facendo a livello di mercato perché le CPU a 64 bit saranno quelle richieste dai top di gamma solo per fare brodo (visto che per farlo girare bene ci vogliono almeno 4 GB di RAM, e che tutte le app native a 32 bit verranno fatte girare “forzatamente” su 64) ma almeno non fate dichiarazioni inutili da smentite poco dopo

    • kaiserd

      Qualcomm ha detto la verità, ovvero non serve, ma…… ma esiste il marketing e la gente si fa influenzare dai numeroni ovvero 64>32 quindi per vendere bisogna adattarsi

    • Mufasa

      Qualcomm dice cosi perchè non ha i 64 bit pronti da vendere.

      • doktor bubba

        Apple non ha portato alcuna dimostrazione dell’utilità della scelta dei 64 bit semplicemente perché non c’è……….l’unica utilità con l’ecosistema “attuale” di applicazioni (scritte con codice a 32 bit) poteva essere la maggior capacità di indirizzamento della memoria, completamente annullata dalla presenza di 1 gb di ram…….

        Poi che in una ottica futura ci si prepari al passaggio alla nuova architettura, come avvenuto nel mondo pc, ci può anche stare ma di fatto, come detto giustamente da Qualcomm, i benefici stanno a 0…..

        Se qualcuno ha argomenti tecnici a supporto dei vantaggi della scelta di Apple li posti pure, altrimenti per continuare a parlare del nulla è meglio tacere……Per chi ha voglia di leggere: http://www.pcprofessionale.it/2010/01/10/32-e-64-bit-tra-verita-miti-e-scelte-di-mercato/

        • Maffone

          Argomenti tecnici, appunto:

          http://it.wikipedia.org/wiki/64_bit

          Da leggere PRO E CONTRO!

        • Ale Lanzi

          ti stimo! 6 il primo che nn parla a cazzo.. di sicuro nn possiedi un iPhone

  • Shelby

    Prima chip 64 bit…poi Os ed applicazioni che ne derivano. Funziona così per tutti. Solo Apple è capace di farsi produrre da Samsung processori a 64 bit per poi montare 1 gb Ram. Tirate voi le somme…

    • Mufasa

      Se non riesce a sfruttare a pieno 1GB perchè dovrebbe allargarsi…
      si parla di OS diversi, con architetture diverse, con bisogni diversi.. perdonami, ma che paragone della fava

      • vWE

        si ma il 64 bit serve su sistemi con più di 3.2 gb di ram…

        • Mufasa

          e basta ? non cambia nient’altro ?

  • Romani

    Forza samsung sei la migliore

  • Tuxino

    64 sul Mobile non serve a una cippa! Serve solo per consumare più risorse e più batteria. Mi spiegate a cosa serve avere registri & indirizzi “più grossi” per far aprire una pagina gmail , facebook o un giochicchio del playstore???? Si vede che apple fa perdere il senno anche alla concorrenza…….

    • italba

      Mha, si vede che i produttori di chip avevano voglia di buttare qualche miliardo di dollari in ricerca a sviluppo, tanto per divertirsi. Se ti avessero consultato prima potevano risparmiarseli.

      • Tuxino

        “In ricerca a sviluppo”?
        1)Senta mi faccia il piacere di curare il suo Itagliano.
        2)Impari a discernere il progresso dal consumismo.
        3)Faccia meno il fanboy e si dedichi a cose più istruttive come un buon libro , una buona educazione e una vita sociale con poche ma scelte pubbliche relazioni.

        • italba

          “ricerca a sviluppo” è un classico errore di battitura, leggasi “ricerca e sviluppo”.
          Come ho già avuto modo di postare qualche tempo fa, un certo Adam Osborne all’inizio degli anni ’80 mise in vendita il primo pc portatile, dotato di sistema operativo CP/M e processore a 8 bit, ed all’inizio ebbe un buon successo. Purtropppo per lui dopo qualche tempo l’IBM mise in vendita il suo PC con processore a 16 bit e Osborne, anzichè adeguarsi, se ne venne fuori dicendo “8 bit e 64 K di memoria bastano per qualunque cosa”. Tutti sappiamo com’è finita la storia… Il cambio di architettura di una famiglia di processori non è una cosa che si fa a cuor leggero, tanto per accontentare il marketing ed aumentare le vendite nel prossimo trimestre. E’ una cosa che si fa a ragion veduta, una volta ogni dieci anni, e dovrà coprire non le esigenze di oggi, ma quelle del futuro. Uno come te che passa il tempo a postare sentenze irrevocabili su questo forum non ha la più pallida idea di quali sviluppi potrebbe avere l’informatica “mobile” nei prossimi anni, quindi fidati: Se delle industrie da miliardi di dollari di fatturato con centinaia di ingegneri, informatici e analisti decidono di spendere un sacco di soldi per sviluppare i processori a 64 bit avranno le loro buone ragioni. Per finire, io non sono un fanboy di alcunchè ed i tuoi consigli da vecchio saggio raccattati qui e lì applicali a te stesso.

          • Tuxino

            Lasci perdere le sue idee di progresso in ambito mobile.
            Se c’è un settore dove il 64bit è necessario allora parliamo di x86 non certo di ARM , una tecnologia vecchia in uso solo perchè consuma meno.

            64bit sono attualmente necessari nell’ambito desktop , nel software professionale quello “pesante” CAD , video encoding , 3D , programmazione e tanto altro non certo per un’applicazioncina per visitare una pagina web o un giochino che girerebbe a parità di risorse con un pentium mmx ma ha bisogno di un quad-core ARM…..
            Lei continua a confondere il consumismo con il progresso.
            Mi dica quanto software commerciale è gia disponibile SOLO per architettura 64bit…….
            Attualmente SOLO le distribuzioni Gnu/Linux offrono un’esperienza 64bit PURA con software dedicati , non di certo windows e OsX con le loro multi-lib.
            Se bisogna spendere soldi realmente per trarne profitti , per essere venali , allora ARM64 è la strada giusta.
            Lei non si rende conto che stanno anteponendo ARM64 a X86_64….per soldi , per marketing , per fottere il prossimo….. Personalmente non mi frega una cippa di avere facebook 64 sul playstore quando Chrome su windows è ancora a 32…. (e non uso windows da una vita). Rifletta e capirà

          • italba

            Io non ho idea di quali progressi ci saranno in ambito mobile, so che nei prossimi 10 anni ce ne saranno e come, e la potenza di calcolo non è mai abbastanza. Se oggi ci accontentiamo di guardare pagine web o di giochini elementari, stai pur certo che tra qualche tempo non sarà più così. Che i 64 bit siano solo necessari in ambito “serio” è una tua opinione che è già smentita dai fatti, i programmi che attualmente hanno bisogno di maggiori risorse hardware, in ambito pc, sono i giochi! Ripeto, non ho la sfera di cristallo e non so cosa avremo domani nei nostri telefoni (Interfaccia vocale seria, intelligenza artificiale, realtà aumentata o qualcos’altro che adesso non ci sognamo nemmeno) ma, in questo settore, chi si ferma è perduto!
            p.s. L’articolo è sui chipset, e non solo sull’architettura Arm.
            p.p.s La prima distribuzione Linux l’ho installata nel ’96 e attualmente sui pc adopero solo quello.

  • Piero

    Dai commenti che leggo mi sembra di capire cle le applicazioni attuali sono a 32bit… ma siete sicuri? Da quello che ho capito tutte le app android sono codice java (a meno che non siano sviluppate con l’NDK), quindi avranno gli stessi bit della virtual macchine che le farà girare.