Samsung non produrrà più CPU per Apple

1 luglio 20115 commenti

Forse non sarà più Samsung con le sue CPU a muovere i dispositivi Apple dal prossimo anno. Sappiamo tutti le controversie che ci sono tra la società sudcoreana e la società di Cupertino, per questo, quest'ultima sta seriamente pensando di cambiare produttore per il prossimo processore A6. Dopo il salto vedremo meglio come si è sviluppata la storia.

Il fatto che stupisce molti è che le due società lavorano assieme per un prodotto, infatti, la Samsung fornisce le CPU per iPhone ed iPad, e da un altro lato si scontrano, come ricordate tutti, il famoso scontro per una similitudine nella linea dei prodotti Samsung nei confronti di quelli della Mela.

Per quello che avete potuto leggere prima adesso la Apple, si pensa, sia pronta a chiedere l’aiuto della Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), che potrebbe portare per l’azienda americana CPU ARM per dispositivi mobili con tecnologie a 28 nm, molti inferiore rispetto ai 45 nm prodotti da Samsung.

Se questo accordo avrà luogo si parla per Apple di un grande passo avanti nel mondo della tecnlogia che la porterà ad essere la prima azienda ad utilizzare questo tipo di tecnologie su smartphone e tablet.

Via

  • glonciavir

    beh quello che dovrebbero fare un po tutti è privilegiare CPU che richiedano meno batteria non sacrificando le prestazioni.
    Preferirei uno schermo “normale” e non con risoluzioni stratosferiche con una CPU parca nei consumi.

    Cmq sarei curioso di sapere a quanti dollari samsung fornisce un A5 ad Apple…

    • Raptus

      17 euro circa, mi sembrava di averlo letto da qualche parte…

  • Anonimo

    Processo a 28 nm invece che 45 nm comporta un grosso vantaggio circa i consumi della batteria, giusto? Ci sono benchmark in cui si può quantificare tale vantaggio?

    • glonciavir

      beh generalmente comporta per lo meno un vantaggio in termini di calore dissipato. il che per un cell non può che essere un bel vantaggio.

  • Pingback: Samsung non produrrà più CPU per Apple – Androidiani()