Nubia Z11 Mini: La Recensione

17 Ottobre 2016Nessun commento

Nubia ha pensato ad una versione low cost del suo Z11, adatta a quelle persone che reputano una spesa superiore ai 300€ eccessiva per uno smartphone. Pur essendo definito "mini", questo telefono presenta un buon comparto hardware e dimensioni che di piccolo hanno ben poco. L'unica pecca? Un Android 5.1 Lollipop che vi farà storcere il naso.

Unboxing

La confezione di questo Nubia Z11 Mini presenta una dotazione standard: all’interno, infatti, troviamo il device, il cavo USB- Type C per la ricarica, e l’adattatore con output 5v/1.5 Ampere.

Il dispositivo

sdr

Il design unibody viene impreziosito dalla scocca in vetro, che pur non essendo una novità in questa fascia di prezzo, ne esalta la qualità costruttiva così come il touch&feel. La “novità” sta nella decisione di curvare anche il vetro posteriore: ne risulta una cornice in metallo che viene messa in risalto ed aiuta a maneggiare il dispositivo.

Frontalmente troviamo il display da 5″ Full HD con curvatura 2.5D, come anticipato poco prima, in alto sono invece posizionati un obiettivo da 8 Megapixel SONY IMX179 f2.4 a 5 lenti, la capsula auricolare e i sensori di prossimità e luminosità. In basso, troviamo il LED di notifica (programmabile) che svolge anche la funzione di pulsante home.

L’estremità superiore presenta il microfono per la soppressione dei rumori di sottofondo e l’ingresso per il jack delle cuffie. Nella parte inferiore, invece, è presente la porta USB Type-C accompagnata dalla griglia dello speaker e del microfono principale.

Il lato sinistro ospita il carrellino per la SIM e della MicroSD, mentre in quello destro troviamo il bilanciere del volume ed il pulsante accensione: quest’ultimi sono posti in un’incavatura che permette di ridurne la sporgenza dal bordo.

La back cover ospita sia la fotocamera da 16 megapixel Sony IMX 289 f/2.0, a 6 lenti, un flash LED ed il sensore per la rilevazione delle impronte digitali. Quest’ultimo funziona bene la maggior parte delle volte. Il peso, infine, risulta contenuto, con circa 138g: il telefono è leggero e questo ne avvantaggia l’usabilità.

Di seguito le caratteristiche tecniche:

Sistema operativo Android 5.1 Lollipop & NUBIA UI 3.9
Processore Processore Qualcomm Snapdragon 617 octa-core (Cortex A53) – GPU Andreno 405
RAM 3GB LPDDR3
Memoria  32/64GB interna – espandibile con Micro SD
Display 5″ IPS
Risoluzione Full HD 1920×1080 (441ppi)
Fotocamera posteriore 16 megapixel Sony IMX 289 f/2.0, 6 lenti
Fotocamera anteriore 8 megapixel f/2.4, 5 lenti
Batteria 2800 mAh
Dimensioni 141.4 x 70 x 8 mm
Peso 138g
Connettività Connettività: dual-SIM, 4G LTE, Wi-Fi a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, GPS e NFC e USB Type-C
Tipologia SIM Nano SIM

Display

Il display FHD da 5 pollici IPS (441ppi), dotato di Gorilla Glass 3, si comporta bene sia sotto la luce diretta del sole che in situazioni di scarsa luminosità; lo schermo è in grado di raggiungere livelli davvero elevati. Buona la taratura dei colori, che sono comunque parzialmente regolabili. Nel complesso siamo rimasti piacevolmente colpiti dal pannello: solitamente in device di questa fascia, si tende sempre a tagliare sulla qualità del display, ma in questo caso Nubia ha fatto un’ottimo lavoro.

Fotocamera

cof

La fotocamera da 16Mpx presente su questo Nubia Z11 Mini è ciò che più ci è piaciuto del telefono. A meno di 300€, infatti, vi porterete a casa un sensore Sony IMX298 con apertura f/2,dotata di deep trench isolation e noise reduction. A livello software troviamo il fiore all’occhiello di Nubia, NeoVision 5.8  (vi ricordiamo che Z11 presenta la versione 6.0) che vi permetterà, fra le altre cose, di separare fuoco ed esposizione e bilanciare il bianco a seconda dei toni dell’immagine. La fotocamera interna invece è da 8 megapixel con apertura f/2.4.

Fra le possibilità offerte dal software, oltre alla classica modalità time-lapse, agli scatti panoramici, alla modalità manuale e alla modalità slow motion, troviamo una serie di impostazioni che vi permetteranno di effettuare scatti decisamente interessanti:

  • Multi Exposure: potrete andare a scattare varie foto e sovrapporle in post produzione secondo alcune modalità.
  • Light Painting
  • Electronic Aperture: prioritizzazione dell’apertura per esposizioni fino a 72 secondi (richiede cavalletto)
  • Slow Shutter: si prioritizza l’esposizione per gli scatti notturni (richiede cavalletto)
  • Star Track: per riprendere l’effetto delle stelle dovuto alla rotazione terrestre
  • Video Maker: potrete andare ad unire scatti multipli per ricreare un video
  • Trajectory
  • Modalità RAW
  • Clone: vi permetterà di riprodurre vari soggetti, duplicandoli all’interno della medesima scena

 

Grazie a queste modalità potrete andare ad ottenere scatti decisamente apprezzabili anche con scarsa luminosità. Con un’illuminazione ottimale, invece, le foto di Nubia Z11 Mini appaiono ricche di dettagli, senza rumore accentuato e con un intervallo dinamico decisamente buono.

Discreti i video, che supportano la registrazione con risoluzione fino al 1080p 30fps: si nota soprattutto la mancanza dello stabilizzatore ottico, ma per il resto, il device riesce a regalare una buona esperienza. Diffidate, però, dallo slow motion, poiché riduce in maniera eccessiva la qualità della ripresa.

Software e prestazioni

Dove Nubia Z11 Mini ci ha fatto letteralmente storcere il naso, è proprio a livello software. Debuttare sul mercato italiano con una versione Android obsoleta, potrebbe far desistere la maggior parte dei possibili acquirenti e di questo Nubia se ne è resa conto, garantendo al più presto un upgrade. Partiamo con il sottolineare che il dispositivo arriva in lingua italiana e con Playstore, ovviamente.

Alcuni dei problemi rilevati sono i medesimi presentati da Z11, ma il supporto italiano garantisce un update per fixarli, quindi non possiamo che essere speranzosi. Partiamo con il dire che non tutte le traduzioni sono presenti o corrette: molto spesso vi ritroverete a navigare fra una serie di menù in inglese o fra voci tradotte in un italiano non proprio da Accademia della Crusca.

Se si tappa una notifica presente nel menù a tendina, al primo tap questa si espande, (in pratica la funzionalità dello swipe con due dita su Android stock) con errori grafici su alcune apps, (ad esempio WhatsApp, dove il testo rimane comunque contratto ) e sarà necessario premere una seconda volta per entrare effettivamente nell’applicazione.

Nonostante i pulsanti soft-touch siano personalizzabili, non c’è modo di eliminare la funzione “menù” per poter adottare la configurazione classica che prevede il pulsante indietro,home e multitasking ed è assente la funzionalità di long press sui quick settings.

Attenzione anche alle impostazioni delle notifiche: Nubia Z11, infatti, permette di personalizzare in maniera profonda il modo in cui le apps andranno a notificarvi, pertanto dovrete selezionare manualmente quali applicazioni avranno il diritto di notificare sulla lockscreen o nel pannello notifiche o mediante headsup.

Parlando di funzionalità smart, non possiamo non citare tutte le gesture applicabili direttamente con un’interazione con i bordi del device. E’ infatti possibile strisciare le dita sui bordi per passare da un’applicazione all’altra, fra quelle presenti nel multitasking, o lanciare una specifica applicazione a scelta.

Ottima anche la modalità multi-windows, attivabile con uno swipe dal bordo inferiore del display: mediante quest’ultima si potranno andare a gestire due launcher identici ed avviare in contemporanea più applicazioni. Le apps potranno poi essere forzate in modalità landscape o portrait a seconda della scelta dell’utente. Infine, ma non meno importante, la possibilità di scattare uno screenshot tenendo premuto il sensore per le impronte digitali. E’ anche possibile scattare screenshots di dimensione maggiore o creare piccoli video.

Parlando di mere caratteristiche Hardware, Nubia Z11 Mini si comporta egregiamente nell’uso quotidiano, senza impuntamenti o lags. Sotto stress, invece, la Adreno 405 fa il suo lavoro, garantendo ottime prestazioni in gioco. Con uso intenso la cover posteriore tende a scaldare parecchio. Su una cosa, tuttavia, non siamo pianamente convinti: nonostante la disponibilità della RAM teoricamente non sia un problema, visti i 3GB, quest’ultima risulta sempre sottodimensionata se andrete a visualizzare le applicazioni attive in background. Non sappiamo se questo sia dovuto ad una cattiva ottimizzazione del software che spinge le apps a consumare maggiormente, ma ben presto vi troverete costretti a chiudere le apps in background. Attenzione perchè così facendo potreste limitarne la capacità di notificare finchè non andrete ad aprirle nuovamente.

Ottima la ricezione e la connettività, così come l’audio in chiamata. Sorprende anche l’audio sia con auricolari che dello speaker; quest’ultimo gode di una notevole qualità.

Batteria

La batteria integrata di Nubia Z11 Mini ha una capacità di 2800 mAh , bassa se confrontata con i miei standard personali d’utilizzo. Nel concreto faccio fatica ad arrivare a fine giornata anche con un uso limitato del device. Oltre al limite fisico, contribuisce in questo anche la scarsa ottimizzazione software.

Conclusioni

Al prezzo a cui è commercializzato, Nubia Z11 Mini va certamente tenuto in considerazione: l’aspetto da tenere in considerazione è l’attuale mancanza di un sistema aggiornato ad una versione quanto meno accettabile di Android. A questo si aggiungono alcuni diffettucci software facilmente fixabili con un aggiornamento.

Nubia Z11 Mini nella sua versione standard è disponibile sullo store italiano di Nubia, al prezzo di 249€.

Cogliamo l’occasione per ricordarvi le sezioni dedicate ai terminali Nubia sul nostro forum dove potrete trovare aiuto e scambiare opinioni con il nostro staff e gli altri utenti. Proprio a proposito dello staff, alcuni dei nostri validi ragazzi sono coinvolti in una collaborazione con Nubia Italia per sfruttare al massimo le potenzialità di Nubia Z11 Mini con alcuni progetti tra cui la traduzione completa della ROM Nubia e lo sviluppo di un tool per il root del dispositivo e installare la custom recovery TWRP, nonché la traduzione dal cinese del tool per flashare proprio la TWRP.

Fate un salto a dare un’occhiata:

Sezione ZTE Nubia – Forum Androidiani

ZTE Nubia Z11 – Forum Androidiani

ZTE Nubia Z11 Mini – Forum Androidiani

ZTE Nubia Z11 Max – Forum Androidiani

Cosa ci è piaciuto:

  • Design e materiali
  • Fluidità e performance
  • Fotocamera

Cosa non ci è piaciuto:

  • Android 5.1
  • Batteria
Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com