Sony Xperia 5, il salto di qualità resta un miraggio – RECENSIONE

7 Gennaio 2020Nessun commento

Sony Xperia 5 punta su un form factor insolito per distinguersi dai temibili avversari che presidiano la fascia medio-alta del mercato mobile.

Sony Xperia 5: l’unboxing

La confezione di vendita è realizzata in cartone, il quale risulta molto liscio al tatto e presenta una colorazione bianca che frontalmente lascia spazio al nome dell’azienda ed alla denominazione del modello.

All’interno troviamo:

  • caricabatteria;
  • cavo USB C – USB C;
  • adattatore jack 3.5 mm – USB C;
  • cuffie auricolari in ear Sony con jack da 3.5 mm ed annessi gommini di varie dimensioni;
  • guida rapida, garanzia e modulistica.

C’è tutto quello di cui potreste avere bisogno.

Sony Xperia 5: il dispositivo

Hardware 8

Diamo uno sguardo alle specifiche tecniche del telefono:

  • DIMENSIONI 158 x 68 x 8,2 mm
  • PESO 164 g
  • DISPLAY CinemaWideTM 21:96 da 6.1 pollici, HDR OLED, 1.080 x 2.520 pixel
  • CPU Qualcomm Snapdragon 855, octa core fino a 2,85 GHz
  • GPU Adreno 640
  • RAM 6 GB LPDDR4X
  • ROM 128 GB, espandibili fino a 512 GB
  • CONNETTIVITÀ Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, LTE, Bluetooth 5.0, USB C, A-GPS Glonass, NFC
  • FOTOCAMERE 12MP + 12MP + 12MP (posteriore) / 8MP (anteriore)
  • BATTERIA 3.140 mAh
  • ALTRO accelerometro, giroscopio, bussola, barometro, sensore di impronte digitali, sensore di prossimità, sensore di luminosità, secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali, certificazione IP68

Nei test realizzati con AnTuTu Benchmark il terminale ha totalizzato 377.311 punti.

Design 7-

Esteticamente lo smartphone sa farsi riconoscere ma, con display acceso, salta subito all’occhio lo spessore di cornici (specie superiore ed inferiore) che, con l’avvento del notch e soluzioni ancora più all’avanguardia, conferiscono un senso “anacronistico” al prodotto.

Il consumatore potrà scegliere fra 4 varianti di colore: nero (in prova), blu, grigio, rosso.

Ergonomia 7

La forma, stretta e maggiormente pronunciata in altezza, gioca a tutto vantaggio della presa. Tuttavia, i materiali in vetro rendono la zona posteriore alquanto scivolosa e, da questo punto di vista, la lunghezza del device (pur con un peso equamente distribuito) risulta poco agevole.

Materiali e costruzione 8.5

  • Zona anteriore

Display flat con protezione Gorilla Glass 6. Trattamento oleofobico al top. Come detto, il pannello è situato all’interno di cornici non tra le più sottili. La cornice superiore ospita la capsula auricolare, la camera frontale ed i sensori elencati tra le specifiche tecniche. Manca il notch. Nessun pulsante fisico cliccabile risponde all’appello.

  • Zona posteriore

Costruzione in vetro Gorilla Glass 6 che, come lo schermo, non trattiene impronte (polvere e piccoli graffietti, però, non tarderanno a palesarsi). Procedendo dall’alto individuiamo le tre fotocamere (leggermente sporgenti), il doppio flash LED ed il sensore per la messa a fuoco laser. Al centro compare il logo dell’azienda ed in basso la denominazione della gamma.

  • Profilo destro

Bilanciere per la regolazione del volume a cui si aggiunge il lettore per le impronte digitali, il tasto di accensione/spegnimento/blocco ed il pulsante per gli scatti fotografici (una chicca che fa sempre piacere ritrovare).

  • Profilo sinistro

Vano per l’alloggiamento di nanoSIM e microSD.

  • Profilo basso

Microfono, porta USB C ed altoparlante di sistema (manca, purtroppo, l’ingresso per cuffie con jack audio da 3.5 mm nonostante proprio un modello del genere sia presente in confezione).

  • Profilo alto

Secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali.

 

Ricordiamo infine la certificazione IP68 ed i profili arrotondati in metallo.

Display 9

Schermo CinemaWide HDR OLED con aspect ratio di 21:96, diagonale da 6.1 pollici e risoluzione di 1.080 x 2.520 pixel a cui si aggiunge la modalità Creator con tecnologia CineAlta. Insomma, un pannello che merita rispetto.

Impostando la luminosità al massimo, la leggibilità sotto la luce diretta del sole è garantita. I colori hanno un giusto livello di saturazione: è comunque possibile modificarne intensità e temperatura dalle relative impostazioni. La “Modalità Creazione” permette ad esempio di ottenere una riproduzione cromatica quanto più fedele possibile alla realtà. Da segnalare la presenza del “Display ambient”, utile per mostrare informazioni come data, ora e carica del telefono senza dover sbloccare il device.

Software 8

A bordo del Sony Xperia 5 troviamo il sistema operativo Android 9.0 Pie, con patch di sicurezza risalente al 1 ottobre 2019. L’esperienza di utilizzo è appagante e non è stato riscontrato alcun tipo di lag o refresh.

Presenti una serie di gesture che facilitano l’interazione con lo smartphone, ad esempio per l’utilizzo con una mano o per accedere a determinate scorciatoie (anche sfruttando il sensore laterale ma, in quest’ultimo caso, raramente le operazioni compiute vanno a buon fine). Il tasto di accensione/spegnimento/blocco, se premuto due volte, può essere utilizzato per avviare l’app di assistenza di Google o la fotocamera.

Premendo sull’apposita icona si è in grado di suddividere la schermata in due sezioni. Non manca un software per la scansione 3D degli oggetti tramite fotocamera. Il fingerprint ha un po’ deluso, potendo riscontrare un’efficacia certamente inferiore alla media nel riconoscimento dell’impronta.

Foto e video

Tripla camera posteriore 8+ / 8.5

Camera anteriore 8 / 8-

Un comparto nel quale Sony Xperia 5 si comporta abbastanza bene.

La tripla camera posteriore fa leva su sensori da 12MP + 12MP + 12MP, con annessi super grandangolo e zoom ottico 2x.

I colori appaiono piuttosto vividi, anche di notte per merito di un efficace contenimento della rumorosità digitale. In termini di definizione, però, sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosina in più. Non male la messa a fuoco, anche se i soggetti in movimento (spesso) non vengono catturati a dovere. Riscontri positivi per quanto concerne l’illuminazione con flash LED ed il sistema HDR. Le macro sono degne di nota. L’effetto bokeh è quasi sempre ben riuscito, pur non mancando le classiche (ma trascurabili) imperfezioni.

Anche la camera frontale da 8MP restituisce scatti di tutto rispetto, seppur qualitativamente inferiori se paragonati al modulo principale.

SUPER GRANDANGOLO – STANDARD – ZOOM OTTICO 2X

MACRO

SENZA FLASH – CON FLASH

I filmati sono catturati in 4K a 30fps. In alternativa, è possibile optare per il formato FulHD a 60fps. I video appaiono fluidi e ben stabilizzati. Di notte, la “granulosità” tipica delle basse luci è quasi del tutto assente. Ottima anche l’acquisizione del flusso audio.

Disponibile la modalità Slow-motion a 120 fps. Simpatica l’applicazione “Effetti AR”, grazie a cui nelle vostre riprese faranno capolino dinosauri ed altri strampalati personaggi. Presente anche il tool di editing “Movie creator”. Infine, segnaliamo l’app “Cinema Pro” che permette di registrare filmati configurando i parametri in maniera più professionale.

Riproduzione video 10

I tre file di test copiati in memoria hanno una risoluzione pari al FullHD, al 2K ed al 4K, in formato mp4 e codec h264. Sony Xperia 5 è stato in grado di riprodurre senza problemi ognuno dei filmati.

Riproduzione musicale 9

I due altoparlanti di sistema, posizionati lungo il profilo basso ed in corrispondenza della capsula auricolare, eseguono i brani in modalità stereo con volume elevato ed una soddisfacente presenza di tonalità basse. Gradevole anche la sensazione immersiva percepita con la “vibrazione dinamica”. Buone performance delle cuffie Sony in dotazione. Infine ricordiamo, purtroppo, l’assenza della Radio FM.

Chiamate 8.5

La ricezione è generalmente stabile e la qualità di ascolto è molto buona, anche a volume massimo (stesso discorso per il vivavoce). I nostri interlocutori riusciranno a comprenderci senza alcun problema.

Gaming 9

Real Racing 3 impiega appena 8 secondi per il caricamento iniziale. Non si notano rallentamenti di alcun tipo. Presente anche il “Potenziatore di gioco” per ottimizzare lo smartphone in funzione dell’attività di gaming. Sarà inoltre possibile salvare screenshot o registrare video di gameplay.

Autonomia 7

Il modulo da 3.140 mAh permette di raggiungere la fine della giornata con qualche difficoltà. Tuttavia, ci assiste la Modalità STAMINA che incrementa l’autonomia residua in casi di emergenza, disattivando alcune funzioni del dispositivo. Oltre alla ricarica veloce, esiste anche la possibilità di “programmare l’operazione” dopo aver collegato il telefono alla presa (automaticamente o secondo orari prestabiliti).

Rapporto qualità / prezzo 6.5

Con una cifra ufficiale pari a €799 (€749 in sconto), l’acquisto appare leggermente “sovrapprezzato” considerando le alternative disponibili nella medesima fascia di mercato. Siamo al cospetto di un valido smartphone che però, in più circostanze, dà l’idea di essere qualche passo indietro rispetto alla concorrenza.

Sony Xperia 5: Riassumendo

Consigliato per…

Coloro che ricercano alte prestazioni soprattutto in riferimento al comparto multimediale e video-fotografico.

Sconsigliato per…

Chiunque avesse alte pretese in merito all’autonomia o non fosse del tutto convinto del particolare form factor.

Sony Xperia 5: Voto Finale 7.5

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com