Anche HTC, LG ed Asus avrebbero barato nei benchmark

3 Ottobre 2013122 commenti

Qualche giorno fa ha fatto scalpore la notizia che Samsung fosse di nuovo stata accusata di aver "barato" nei benchmark riguardanti questa volta il suo nuovo top di gamma, il Galaxy Note III. Quest'oggi però, secondo una ricerca dei colleghi di AnandTech, siamo venuti a conoscenza del fatto che tutti i produttori, chi più chi meno, alterano i benchmark dei propri device.

Il noto sito tecnologico infatti ha investigato sulla faccenda, scoprendo che gli unici dispositivi che non alterano le loro prestazioni nei benchmark sono i Nexus e i Motorola nati dalla partnership con Google.

Samsung però sembra essere la casa che si è spinta più in là di tutte, alterando anche le frequenze della GPU in determinate applicazioni (AnTuTu, Quadrant ecc.).

devices-1

Il consiglio, che ovviamente molti di voi già conoscono, è quello di non affidarsi dunque ai test benchmark prima di comperare un nuovo smartphone o tablet, ma di farsi un’idea sull’ottimizzazione della UI del device da acquistare, e, possibilmente, di tener conto delle opinioni di chi già lo ha provato.

 

179€
Samsung Galaxy Note 3
SU
A SOLI
Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com