FBI: respinta la proposta di legge per avere accesso ai dati di tutti gli smartphone

22 Ottobre 201460 commenti

La settimana scorsa James Comey (in foto), direttore dell'FBI, aveva avanzato una proposta al parlamento statunitense riguardante la decrittazione dei dati su smartphone, asserendo che, senza una legge che costringa le aziende a garantire all'NSA il pieno accesso alle chiavi di cifratura utilizzate, gli USA sarebbero stati in serio pericolo.

Le nuove misure di sicurezza prese da Google ed Apple non andrebbero dunque a genio all’agenzia della sicurezza americana, tuttavia la casa bianca non è d’accordo con la proposta di Comey, che è stata dunque respinta senza appello.

Pare infatti che, nel caso di un dispositivo elettronico che si ritiene contenga dati sensibili, il governo degli States sarebbe comunque in grado di ottenere tutte le informazioni di cui necessita, senza invadere così la privacy di altri milioni di utenti.

Che ne pensate? Giusta sentenza o opposizione con puro scopo elettorale?

Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com