Magisk Beta v14.1: Pixel Root senza dire addio agli OTA

28 Settembre 20173 commenti

Fresca di release la nuova versione Beta di Magisk per i Pixel permetterebbe il root dei dispositivi senza perdere gli aggiornamenti OTA.

Oggi 28 settembre è apparso un nuovo thread sul ben noto forum xda-developers. Il post è ovviamente firmato dallo sviluppatore di Magisk, topjohn.

Chiunque abbia sentito parlare di modding, root e quant’altro, si sarà imbattuto in Magisk. Parliamo di un tool che consente di modificare il proprio smartphone, evitando di toccare la partizione /system del dispositivo. In queste modifiche del sistema c’è la possibilità di acquisire i privilegi del root.

Il rilascio di questa nuova versione Beta di Magisk (v14.1) era molto attesa. Infatti, gli utenti hanno sempre cercato di non perdere gli aggiornamenti OTA del proprio Pixel, anche avendo intrapreso la via del modding. Questa nuova soluzione sembra funzionare, non necessita di una Custom Recovery e a quanto pare non si perdono gli aggiornamenti OTA.

Changelog Completo:

Magisk v14.1

  • [MagiskInit] Introduce un nuovo init binary per supportare i dispositivi skip_initramfs (famiglia Pixel)
  • [script] Fix typo in update-binary per i dispositivi x86
  • [script] Fix stock boot image backup non spostato nella posizione corretta
  • [script] Aggiunte funzioni per supportare gli slot A/B e dispositivi skip_initramfs
  • [script] Rileva blocchi di avvio di Meizu
  • [MagiskBoot] Aggiunto il supporto alla decompressione zlmage
  • [MagiskBoot] Supporta l’estrazione dtb aggiunta al blocco zImage
  • [MagiskBoot] Supporto al patching fstab all’interno di dtb
  • [Daemon / MagiskSU] Supporto appropriato ai file basati su crittografia
  • [Daemon] Crea cartelle di base se non esistono
  • [resetprop] Corregge un bug che elimina props, non rimuoverà props che non sono in memoria
  • [MagicMount] Rimuove l’utilizzo di cartelle fittizie, installa direttamente tmpfs e configura la posizione della struttura del file

La mole di lavoro da fare era davvero tanta per portare un buon risultato sui Pixel. Tutto è ragionevolmente molto complesso, basti dire che adesso Magisk può gestire nel dettaglio il modo in cui i dispositivi Pixel funzionano.

Qui trovate il post originale su xda con tutte le info e la procedura esplicata direttamente dallo sviluppatore. In questa nuova versione, come anticipato, è stato introdotto un metodo per conservare la possibiltà di ricevere OTA. Come sappiamo, gli aggiornamenti Android a partire da Nougat, sui pixel, funzionano con un sistema di partizione A/B. Conservare questa feature dopo il root non è automatico. Dovrete assicurarvi di eseguire le operazioni corrette durante il processo di aggiornamento, trovate la guida qui.

I colleghi di Android Police hanno testato il tutto su un Pixel XL e sembra tutto funzionante. Purtroppo però, tale Pixel XL non ha ricevuto aggiornamenti OTA. Quindi non è stato possibile verificare se la gestione degli aggiornamenti funziona in maniera corretta. Abbiamo comunque conferme sull’ottimo funzionamento delle restanti feature. Qualcuno di voi lo ha provato?

 

Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com