Spotify ufficialmente disponibile in Italia

11 febbraio 201334 commenti
Lo aspettavamo tra qualche ora ed invece con grande sorpresa è approdato con alcune ore di anticipo anche nel nostro paese per la gioia di tutti gli amanti della buona musica. Avrete già capito che parliamo di Spotify, il servizio di streaming musicale diffuso nei principali mercati del globo e per molte piattaforme che offre milioni di brani musicali.

Oltre all’applicazione per Android è possibile scaricare anche il software per PC per poter ascoltare anche da Windows i vostri brani preferiti.

Spotify permette tre differenti tipologie di abbonamenti:

Spotify gratis:

  • Ascolta qualsiasi brano in tempo reale sul tuo desktop
  • Condividi brani e playlist con i tuoi amici
  • Riproduci e organizza i tuoi file musicali
  • Musica finanziata da pubblicità

Spotify Unlimited (4,99€/mese):

  • Ascolta milioni di brani, tutti disponibili all’istante
  • Musica illimitata, per sempre
  • Senza pubblicità
  • Condividi brani e playlist con i tuoi amici
  • Riproduci e organizza i tuoi file musicali
  • Accesso illimitato in viaggio

Spotify Premium (9,99€/mese):

  • Musica illimitata: ascolta qualsiasi brano immediatamente
  • Spotify sul cellulare: musica ovunque ti trovi, sia online che offline
  • Senza pubblicità
  • Qualità audio superiore
  • Modalità offline
  • Condividi brani e playlist con i tuoi amici
  • Riproduci e organizza i tuoi file musicali
  • Accesso illimitato in viaggio

Purtroppo solamente la versione Premium offre tutti i servizi completi anche su mobile ma per il lancio ufficiale è possibile attivare gratuitamente (per 30 giorni) il servizio Premium per valutare un futuro acquisto.

Spotify non ha bisogno di maggiori presentazioni perciò vi lascio il QRCode per il download dell’app gratuita ed il link del sito ufficiale per effettuare anche il download del software per PC:


creazione software per android

Link AppBrain | Link Google Play Store

 

  • GCamp

    Sì sì, con le nostre promozioni internet da 500 Mb a settimana non vedevamo proprio l’ora che arrivasse!

    • alezsio santoro

      Ke promozione hai??

      • lerian

        Penso la zero limits :) anche io ho quella XD

    • Albe

      Almeno tu li hai a settimana…io ne ho 500 al mese!

      • felcifelix88

        Immagino sei rimasto ancora appassionato a vodafogne ahahah XD

        • Albe

          È già! :) Vorrei anche cambiare solo che tutti quelli che conosco hanno vodafone :(

    • http://www.facebook.com/profile.php?id=1636745142 Fabio Virzi

      io ho 100 MB al giorno…. e per un servizio streaming secondo me e troppo poco!!!!!

  • Sgroffino

    Li sto pagando 10€ al mese…

    • flint

      … sai c’è un app chiamata YouTube… mai sentita?

      • mnoga

        per voi che ascoltate musica da autogrill va benissimo, per gente che magari ne sa un pò di piu, e vuole una qualità audio migliore dello schifo che da youtube, forse no.

        • -.-’

          Si come no perché le canzoni sui canali ufficiali degli artisti si sentono da schifo vero? Ma tu YouTube lo hai mai usato?

          • djd

            Ma voi avete la stessa app? Io la sento benissimo, anche perché quelle che ascolto io sono dei video prese da canzoni registrate ufficialmente… Bye e che la pace sia con me =)

        • Will

          Ma perfavore… Che discorso del c.
          Non mi sembra proprio che su You tube trovi musica da autogrill… Basta non andare nei video tarocchi fatti da persone a caso…. Comunque se devo spendere per ascoltare musica vado ai concerti o compro l’album…

  • gghuhddt

    C’è crisi. Io scarico gratis che son povero

    • http://www.facebook.com/john.scrit John Scrit

      La versione gratis fa un po schifo con gli annunci (banner e vocali) poi tutto il resto e perfetto , conviene fare l’aggiornamento , io ne ho trovati 10 codici premium qui spotifyitaliagratis.blogspot.com l’ultimo aggiornamento è stato oggi , basta scaricare il file (dropbox) e riscontate il codice sul sito di spotify.. .

  • cricri

    Esiste YouTube. ..gratis e c sn tt le canzoni del mondo…e tube mate x scaricarle quindi inutile

  • blisset

    Be io sul PC lo uso eccome

  • andrix

    con le attuali flat limitate la soluzione è cubovision con tim young xl (non contribuisce a scaricare il traffico dati della promozione)… poi l’unico limite è la batteria!

  • kemos

    Niente di pazzesco…

  • Pingback: Spotify ufficialmente disponibile in Italia | Notizie, guide e news quotidiane!

  • moffolo

    Solo per il fatto che per la Svizzera non mi mette la lingua in italiano…. mi sta sulle balle -.-

    • djd

      Ahahaha

  • Nuanda

    che scatole con questo Youtube….son due cose completamente diverse, con questa applicazione pagando 9,99 € al mese hai accesso a tutta la musica del mondo sia online che offline, su Youtube ci sono 1/10mo delle canzoni presente su Spotyfy, la qualità è scadente e inoltre l’applicazione ufficiale non può essere usata in background mentre fai altro. Se poi usate youtube o altro per fare i fighi che voi le canzoni le rubate senza pagare è un altro discorso….poi pero non vi lamentate se sul mercato musicale esce sempre più immondizia, non siete disposti a pagare 99c per una canzone, non siete disposti a pagare 9 € per un servizio che vi offre tutta la musica del mondo, pensate che chi compone musica lo faccia per beneficenza????

    • Federico Barone

      esiste anche chi lo fa per beneficenza :)

  • Vayne

    Capisco lo scetticismo.. anche io lo ero, ma dopo aver vissuto un periodo in Svezia e aver provato le funzioni e la comodità di spotify diventa un compagno inseparabile per ascoltare la musica ovunque.

  • br4ssa

    Se fosse stato annunciato Pandora invece di Spotify allora si che sarebbe stata una notizia sensazionale.

  • ale2695

    Piccolo appunto: si può ascoltare non solo da Windows, ma anche da Linux e Mac OS X ;)

  • Simone

    Il New York Times ha pubblicato un’inchiesta dalle connotazioni
    decisamente tristi: i servizi di musica “on demand” come Pandora e
    Spotify (gli unici veramente famosi) stanno incassando milioni e milioni
    di dollari, ma una percentuale immensa viene girata alle case
    discografiche, abbastanza da non aver mai consentito loro di vivere un
    anno senza essere in perdita.

    Gli investitori finora si sono sobbarcati i debiti, ma se le Major ed
    i governi che le coccolano non la smetteranno di perseguire le loro
    politiche economicamente suicide presto il business diventerà
    insostenibile, Pandora e Spotify moriranno e tutti perderanno un ottimo
    servizio – E artisti e case discografiche diranno addio ad un oceano di
    danaro.

    Secondo le stime del Times circa 150 milioni si sono
    registrati su Pandora, che nonostante il modello freemium basa le
    proprie sostanze sulla pubblicità. Non sono in molti a voler comprare lo
    spazio pubblicitario su Pandora, purtroppo. Gli utenti, dal canto loro
    sono in aumento costante e soddisfatti – Almeno nei paesi raggiunti da
    Pandora, che non sono poi tantissimi. Ricordo ancora con disgusto quando
    fu costretta a fuggire dal nostro paese.

    Pandora non ha fatto accordi con le Major, ma paga le royalties
    suppergiù come una radio, a tariffe imposte dal suo paese, gli USA.
    Nonostante le scarse fortune pubblicitarie guadagna circa $80 milioni in
    un trimestre, ma nonostante questo ne perde $20. Una cifra astronomica,
    tutta impacchettata in diritti d’autore e spedito alle casse prive di
    fondo delle compagnie discografiche. Oltre il 54% dei suoi introiti sono
    persi proprio così.

    Spotify è un caso ancora più drammatico. Dopo aver stretto accordi
    individuali con case discografiche e organi regolatori di 15 paesi,
    Spotify raggiunge 33 milioni di persone a cui vende i propri servizi. in
    un anno ha perso $57 milioni, pur avendone incassati quasi $240.
    Sappiamo tutti bene quanto siano complesse le trattative per consentire
    al servizio di entrare in un nuovo paese – E a giudicare dal fatto che
    Spotify sta reclutando personale anche qui in Italia, forse a breve ce
    lo potremo godere anche noi.

    Sì, ma per quanto? Nella loro ingordigia e terrore del nuovo che
    avanza, le case discografiche stanno uccidendo spietatamente sia Spotify
    che Pandora, tentando in modo malcelato di portarli sul lastrico
    spillando loro fino all’ultimo centesimo, tanto per convalidare i propri
    modelli commerciali obsoleti – come se qualcuno avesse ancora il dubbio
    sulla loro insostenilbilità.

    • djd

      … Interessante…

  • Albe

    È già! :) Vorrei anche cambiare solo che tutti quelli che conosco hanno vodafone :(

  • carlomangano

    youtube è il migliore con questa crisi ormai nessuno usa 10 euro per comprare musica ma la scarica gratis

  • aaaa

    ma com’è possibile che su desktop sia tutto gratis?

  • Anhel

    Qualcuno sa dove si trovano le canzoni scaricate da spotify?

  • Pingback: Spotify ufficialmente disponibile in Italia