WhatsApp viola le leggi sulla privacy sui nostri numeri di telefono

29 gennaio 201345 commenti
WhatsApp, una delle applicazioni più popolari al mondo, contravviene alle leggi internazionali sulla privacy, perché costringe gli utenti a fornire l'accesso a tutta la propria rubrica. Le autorità canadesi ed olandesi per la protezione dei dati si sono esposte in merito ed hanno concluso che l'applicazione viola la privacy degli utenti, poichè obbliga a fornire i dati di tutta la rubrica, anche degli utenti che non utilizzano l'app.

WhatsApp, si colloca come una delle prime cinque applicazioni più vendute, e sicuramente tutti gli utenti del globo già lo conoscono. É un software di messaggistica istantanea per smartphone cross-platform tra cui Android, iPhone di Apple, Windows Phone e Blackberry di Research In Motion.

Prodotto dalla californiana WhatsApp Inc, offre una alternativa gratuita per ricevere ed inviare SMS, e per il grande successo può contare più di un miliardo di messaggi mandati ogni giorno. Nonostante ciò, gli utenti sembrano trascurare un importante aspetto, la propria privacy.

La relazione delle autorità giunge in un momento critico per le maggiori aziende Internet, come per Facebook, il quale ha recentemente avuto problemi in merito alla memorizzazione e la condivisione dei dati personali.

L’OPC (Office of the Privacy Commissioner of Canada) ed il Dutch Data Protection Authority, in un rapporto congiunto pubblicato Lunedì, hanno convenuto che l’applicazione ha violato le leggi sulla privacy perchè gli utenti sono obbligati a fornire l’accesso a tutti i numeri di telefono in rubrica, anche quelli di coloro che non utilizzano WhatsApp.

“This lack of choice contravenes (Canadian and Dutch) privacy law. Both users and non-users should have control over their personal data and users must be able to freely decide what contact details they wish to share with WhatsApp,” Jacob Kohnstamm, chairman di Dutch Data Protection Authority

L’impossibilità di scelta di contrappone alle leggi sulla privacy in Canada ed Olanda. Sia gli utenti che i non utenti dovrebbero avere il controllo sui propri dati personali, e dovrebbero essere liberi di decidere quali dati condividere e quali mantenere privati. devono essere in grado di decidere liberamente quali dati di contatto che desiderano condividere con WhatsApp.

Inoltre i ricercatori hanno riscontrato che l’app mantiene i numeri di cellulare dei non utenti contravvenendo ulteriormente alle leggi sulla privacy.

WhatsApp ancora non si è espressa in merito. Quest’ultima è impegnata a fare modifiche per proteggere la privacy degli utenti, tra cui permettere l’aggiunta manuale dei contatti, secondo gli inquirenti.

Nel settembre del 2012, ha introdotto la crittografia per il suo servizio di messaggistica mobile, in parte in risposta alle preoccupazioni sollevate dall’inchiesta. Ma i problemi non finiranno qui, per questo l’autorità olandese continuerà a monitorare WhatsApp e potrebbe anche imporre salate sanzioni.

 

  • nobu

    In effetti ci penso spesso anch’io a questa cosa. Magari ci sono persone che hanno il mio numero di telefono, vedono il mio stato e la mia immagine di profilo a mia insaputa. Spero facciano un aggiornamento che permetta di vedere chi ti ha nella sua rubrica e se possibile poter nascondersi dagli sconosciuti/brutte persone.

    • never8

      Allora comincia a pensare pure questo: Avast installato, consulente privacy, mi dice che barcode scanner, background (sfondi ..), waze, xbmc remote e altre applicazioni ancora (per cui ci può essere un senso come skype) possono accedere ai contatti, ne ho 26 che possono accedere alla mia locazione tra cui angry birds (indispensabile che sappiano dove io sia esattamente no …), 30 possono leggere il mio numero di telefono e l’IMEI, tipo l’app delle austostrade eh senza sapere il mio numero telefonico come fanno a informarmi sul traffico … ma pure un altro gioco e l’applicazione torcia …

      A chi passano i dati i produttori delle app che hanno queste possibilità? Cosa se ne fanno? In che nazione sono e quindi a che tribunali rispondono.

      Quindi vuoi farti una risata? Nel mio smartphone ho una sim dati e ho un vecchio cell bacucco che uso per telefonare. Il GPS lo attivo solo a spot. Gli Smartphone sono dei guinzagli elettronici. Questo vi sia ben chiaro. Non sono progettati per la vostra privacy ma per l’esatto contrario.

      • androidiani.comdario

        basta anche la sola rete per localizzarti (in maniera meno precisa), non è necessario il gps

        • never8

          Vero però quei dati li ha la compagnia telefonica. Il che non è bello, e c’è stato anche uno scandalo a proposito su intercettazioni illegai e altro. Però il problema è quanti a sto’ punto possono avere i tuoi dati, di che nazionalità e cosa se ne fanno. Già la compagnia telefonica mi gira ma devo accettarlo, ma una società che fa videogiochi e che ha sede non so dove non è un pò troppo.

          • androidiani.comdario

            hai ragione, non ho mai capito bene però: loro i dati poi li rivendono a chi?? e perchè guadagnano da questi dati venduti??

            te lo chiedo perchè ti vedo informato, io non molto su questo ;)

          • never8

            Vedi risposta a ZesoS.

          • Alexander83

            Quoto in toto! Oramai la scelta è fra vivere nel giurassico oppure essere spiati come in 1984 di Orwell :(

          • androidiani.comdario

            si sono della stessa opinione, ma desidererei capire in cosa ci spiano ( tipo gusti, posti dove andiamo ecc ecc) e qual’è il fine ultimo di questo spionaggio..

          • Alexander83

            Qualsiasi cosa, anche la più stupida, può essere rilevante se sei una multinazionale che raccoglie dati per poi rivenderli (guadagnandoci) ad altri che li riutilizzano (per guadagnarci). Sempre di soldi parliamo! XD

          • http://www.facebook.com/tizio.caio.7583 Tizio Caio

            ma li se non altro sai di essere guardato costantemente! qui te la rigirano e la “nascondono” con applicazioni varie, GPS per “sapere dove sei” cmq non è una novità nel senso che da quando nasci vieni già “schedato” all’anagrafe :)

          • never8

            No che non lo sai. La maggior parte delle persone la tecnologia la usa, mica gli interessa capirla. Quando viene fuori che l’app xy accede ai contatti, sms ecc. chi si prende la briga di leggere fai clic su installa e vai. Questo la maggior parte delle persone. Niente è più nascosto di quello che sta sotto il naso. Del resto di chi parliamo? Di acquirenti che sbavano perchè è uscito un aggeggio a 8 processori supermega hd, 64 GB di storage e si sente un poveraccio perchè lui ha un high end di 4 mesi prima che è la metà, come ci gioco a angry bird con soli 4 processori? E quindi si mette a piangere perchè il dispostivo è già disponibile in Francia ma non in Italia e si chiede se vale la pena andarci di persona per comperarlo … E’ una isteria collettiva quella degli smartphone, almeno per molti. Non è un aggeggio che si usa ma un metro che ti convincono che ti misura quanto ce l’hai lungo. Sei più fico (nonostante magari pesi 150 Kg per 150 cm di altezza, hai 56 anni, pelato con riporto, rughe, denti gialli e occhiaie) se c’hai lo smartphone pià grosso. Ma ci sarà un app che ti dice: ocio che la pubblicità sa da che parte prenderti, per il didietro e quindi domandati un pò in cosa migliora la tua vita con l’ultimo affare tecno a fronte di qualche centinaio di eurini che forse non ti puoi nemmeno permettere davvero.

          • ZasoS

            Alcune applicazioni richiedono tra i permessi la tua posizione. Cosa se ne fanno? Il più delle volte è per la pubblicità geolocalizzata. Ma non gli basta la posizione che gli si fornisce con la normale connessione dati o wifi? a quanto pare no, quando è possibile preferiscono qualcosa di più preciso.

          • never8

            E della rubrica cosa se ne fanno? E perchè gli serve avere pure il tuo numero di telefono, magari l’accesso agli sms e alla rubrica? Certo è anche per questo ma non solo. Mettiamola così io ho migliaia di volumi in formato elettronico, magari non li leggo ma intanto li ho non si sa mai. I dati raccolti possono servire per semplice, banale marketing, ma per esempio alcune aziende costringono un candidato a consegnare le credenziali di Facebook, vogliono vedere che tipo è prima di assumerlo … Altre potrebbero fare indagini più soft, all’insaputa. E quindi attraverso database potrei voler verificare con chi parli e cosa gli scrivi, non è che hai rapporti con qualcuno della concorrenza, che scrivi messaggi in orario di lavoro in cui magari parli male del tuo capo. Potrebbe pure interessami se ti devo stipulare una assicurazione o farti un prestito. Di certo se sono un politico può interessarmi cosa raccontarti per farmi votare … E sono pure disposto a pagare per questi dati e per queste informazioni. Ci sono pure fidanzatini e fornitori di app che ti spacciano sistemi per sapere dove è la tua dolce metà in tempo reale, che sms scrive, a chi, chi chiama, per quanto tempo, e magari attivare il microfono da remoto. I fatti degli altri per diletto e profitto interessano fino dalla notte dei tempi. La tecnologia permette di averli con buon dettaglio, con la collaborazione utenti e a buon mercato.

          • androidiani.comdario

            Mmm. Ma se sono un comune poro cristo e non gestisco né aziende importanti o cose del genere( vedi un semplicissimo operaio o uno studente 15enne) , perché un’azienda dovrebbe spendere soldi per avere informazioni su un perfetto sconosciuto e magari anche un perfetto sfigato che fa lavoretti per arrivare a fine mese?
            Non è che voglio dire il contrario di ciò che dici ANZI è che voglio capire

          • never8

            Hai mai provato a comperare una lavatrice con finanziamento? E allora da un punto di vista azienda mi interessi per 2 motivi, A) voglio farti comperare la lavatrice che ti dico io B) voglio vedere se come pagatore sei affidabile. E magari domani vai a fare un colloquio per essere assunto, mi interessa moltissimo sapere come la pensi, sarai mica un piantagrane comunista che ce l’ha con i padroni? Sarai mica uno che va pazzo per moto, paracadutismo e altra roba che magari ti rompi e mi ti metti in malattia 6 mesi? Insomma se da te poro cristo posso mettermi in tasca un pò di euro o ottenere qualche cosa mi interessi e tutto quello che ti riguarda. Non spendo 50.000 euro perchè l’importo dell’affare è inferiore, ma magari qualche decina sì. Chiaro?

          • androidiani.comdario

            Perfetto tutto chiaro, grazie ;)

      • Giacobbo

        colpa dei templari! tramite il vostro numero di telefono vi sorvegliano, quando andate in posta, quando cacate, quando guardate le donnine nude…

    • crack 75

      Ma perchè non la vedete invece come un semplice modo per mandare sms e mms gratis?
      Se io conosco il tuo numero posso comunque mandarti un sms quindi dov’è il problema? Al max sarebbe opportuno permettere di non far vedere lo stato o creare una black list.

  • Pingback: WhatsApp viola le leggi sulla privacy sui nostri numeri di telefono | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • http://www.facebook.com/kedante Dante Cheda

    Mah… penso che WhatsApp faccia della facilità d’uso il suo punto di forza. Lo istalli e puoi massaggiare, senza tante impostazioni da fare o contatti da aggiungere…

    • http://www.facebook.com/tizio.caio.7583 Tizio Caio

      già massaggiare… massagiare tante persone! :D

  • kalel77

    come viber…

  • bonomins

    Secondo me questo “scandalo” contro whatsapp é spinto dalle compagnie telefoniche.. C’è ne sono milioni di appuntamento che non rispettano la privacy

  • http://www.facebook.com/zak84 Davide Ferrari

    si vabbé ma sono io a dire ok sulla permission dell’app e sul popup che avvisa.
    quindi sono cavoli e colpe mie no? mica loro.

  • Pingback: WhatsApp viola le leggi sulla privacy sui nostri numeri di telefono | Nerd For LifeNerd For Life()

  • androidiani.comdario

    QUANTA INCOERENZA PERÒ…

    TUTTI A DIRE CHE CI SPIANO QUA E LÀ.. CHE NON INSTALLANO APP CON PERMESSI SOSPETTI ECC ECC

    E POI TUTTI A SOTTOSCRIVERE LA TESSERA DEL TIFOSO DICENDO ” TANTO IO NON VADO ALLO STADIO PER FARE CASINI E QUINDI NON HO NULLA DA NASCONDERE”

    POI PERÒ INCECE NON SCARICATE APP CON TROPPI PERMESSI..

  • andrea

    spero sia la volta buona che si possa decidere a chi far vedere che ho whatsapp e a chi no…solo allora la installerò…

    • crack 75

      Mah … non sono molto d’accordo con questo che scrivi, secondo me la forza e la semplicità di Whatsapp sta nel fatto che la installi e non devi fare altro, dopo mandi i messaggi (sms e nota bene MMS) GRATIS!!!!!…. stop, ed è bello per questo, si sostituisce in parte ai normali messaggi integrandosi in modo quasi trasparente con il sistema.
      Se possiamo messaggiare con tutti gratis è un bene solo per noi e, per fare ciò in modo semplice, è normale che l’applicazione debba verificare se il messaggio possa o no essere inviato (se mandi un sms lo sai a prescindere che lo puoi mandare, con internet non è proprio così quindi bisogna sapere se puoi farlo).
      Se poi non vuoi far sapere se lo hai è un po’ come se non volessi far sapere agli altri che hai un numero telefonico… a quel punto non dai il numero telefonico a nessuno.
      Una delle pochissime cose che mi piacciono di iOS di Apple è che invii un messaggio e se sei sotto rete internet lo mandi gratis quando il sistema verifica (un po’ come Whatsapp) che l’altra persona è anche sotto rete internet (quindi anche Apple fa la stessa cosa), WhatsApp fa qualcosa in più perchè ti permette di inviarlo anche verso altri sistemi.

      Questo è il mio pensiero naturalmente.

      Anche GoChat (estensione di GoSMS) vorrebbe essere qualcosa di simile ma ahimè è troppo incasinato per i miei gusti perchè è solo una chat e non si integra con gli sms come invece fa whatsapp.

  • Santi Roggio

    Ehm…ehm…scusate. Tralasciando che siamo spiati 24/7 da qualsiasi marchingegno tecnologico, vi porgo io la risposta al quesito.

    Cosa se ne fanno dei nostri dati e dei nostri sms/conversazioni?

    Ricerche di mercato u_u

    • androidiani.comdario

      Esempi pratici??

      • Root

        Hai presente quando ti mandano le mail con scritto: Enlarge your Penis! Ora fatti una domanda… XD

        • androidiani.comdario

          ahahha mai successo, vedo invece che a te sono arrivate ;)

  • Pingback: WhatsApp viola le leggi sulla privacy sui nostri numeri di telefono - Android Blog()

  • Swezz

    anche viber, tango e altri programmi simili lo fanno, pure skype.

  • gec tripper

    io non ho nulla da nascondere se voglione venire a vedere quando piscio e quando cago facciano pure…si prenderanno gli spruzzi in faccia.

  • Matteo Arienti

    Madonna quanti problemi che fate, non volete che nessuno sappia nulla di voi? buttate lo smartphone e compratevi un piccione viaggiatore! Chissene se vedono il mio numero di telefono o la mia rubrica…

  • Carlo

    E viber e skype? Questa è una campagna contro whats app… le compagnie telefoniche ci perdono soldi..

    • enzo

      ebbene anche viber…. ieri ho formattato il cell e messo su una nuova rom, installato viber, ti dirà proprio che cerca l’autorizzazione per entrare nella rubrica….quindi suppongo trasmetta anche i dati.

  • http://twitter.com/germano77rm Germano

    Perchè non ho mai voluto utilizzarlo ? Perche far vedere alle persone il mio numero della sim privata ? Non l’ho mai installato.

  • Margalus

    Vedendo i post qui sotto mi pare che in giro ci sia un pò troppa paranoia.

    Ok che l’app fa certe cose e ne lagge altre ma:

    A) chi obbliga ad usarla?
    B) chiede conferma in fase di apertura/installazione
    C) se avete così paura di essere spiati non avete la coscienza a posto

    Non è che viene la gente a prendervi a casa se non siete dei criminali o si fa i ca**i vostri da mattina a sera. Sapete quanta gente ha WhatsApp installata? Secondo voi c’è un pirla che sta lì a leggersi tutto di tutti? Ok magari hanno dati, numeri ok ma non sanno chi siete cosa fate e dove andate..e se anche fosse scommetto che almeno il 50% di quelli che scrivono sono i classici personaggi che ogni pranzo, cena, colazione o cambiamento climaticono DEVONO postare la foto su Facebook.

  • haoxixi

    perché questo smartphone è così caldo?http://baid.ws/ayeA

  • Luke

    Ma scusate, forse non ho capito bene, ma allora lo stesso problema di privacy non ce l’hanno anche Viber e app. simili?

  • http://www.facebook.com/people/Alberto-Purini/100002755901818 Alberto Purini

    Sto cercando di risparmiare un po’
    sulla bolletta e penso che aderirò allo Sky Home Pack. Anche secondo questo articolo
    è una buona scelta: http://www.corriere.it/tecnologia/provati-per-voi/13_gennaio_31/la-moda-del-tutto-incluso_900305a2-6bb6-11e2-bfdf-0d9d15b9395f.shtml

  • Pingback: WhatsApp viola le leggi sulla privacy sui nostri numeri di telefono - ManuTEK()

  • Pingback: Numeri Utenti Whatsapp | Whatsapp Upgrade()