Play Store approda sui primi Chromebook

20 Giugno 2016Un commento

Finalmente inizia la contaminazione tra i due sistemi operativi di Google, Android e Chrome OS, con l'approdo su Asus Chromebook Flip del Play Store e di tutto il suo parco applicazioni.

Il mondo mobile si avvicina a quello desktop. Ora anche il robottino verde ha la possibilità di misurarsi con le sfide dei computer portatili. La notizia della disponibilità del Play Store per Chrome OS era stata favorevolmente accolta quando, poco più di un mese fa, Google aveva annunciato ufficialmente in conferenza al proprio evento I/O 2016 l’imminente rilascio di questa feature.

Nel video che trovate in fondo all’articolo, è possibile comprendere come funziona il Play Store, e scoprire che si comporta come una normale app da cui è possibile scaricare tutti i programmi, giochi e in generale i contenuti del market. La novità interessante sta nel fatto che le app possono essere installate per l’utilizzo offline, caratteristica non da poco per un sistema operativo cloud based.

Il primo dispositivo su cui è approdato lo store è Asus Chromebook Flip, con l’aggiornamento alla versione alpha di Chrome OS 53. Entro la fine del prossimo mese l’upgrade verrà esteso anche ad Acer Chromebook R11 / C738T e Google Chromebook Pixel (2015). Via via verrà poi reso operativo per altri computer. Non tutti i Chromebook saranno comunque compatibili con questa caratteristica, infatti Google ha rilasciato un elenco con gli altri device su cui sarà funzionante tra il 2016 e il 2017:

  • Acer:
    • Chromebook 11 C740
    • Chromebook 11 CB3-111 / C730 / CB3-131
    • Chromebook 14 CB3-431
    • Chromebook 14 for Work
    • Chromebook 15 CB5-571 / C910
    • Chromebook 15 CB3-531
    • Chromebox CXI2
    • Chromebase 24
  • Asus:
    • Chromebook C200
    • Chromebook C201
    • Chromebook C202SA
    • Chromebook C300SA
    • Chromebook C300
    • Chromebox CN62
    • Chromebit CS10
  • AOpen:
    • Chromebox Commercial
    • Chromebase Commercial 22″
  • Bobicus:
    • Chromebook 11
  • CDI:
    • eduGear Chromebook K Series
    • eduGear Chromebook M Series
    • eduGear Chromebook R Series
  • CTL:
    • Chromebook J2 / J4
    • N6 Education Chromebook
    • J5 Convertible Chromebook
  • Dell:
    • Chromebook 11 3120
    • Chromebook 13 7310
  • Edxis:
    • Chromebook
    • Education Chromebook
  • Haier:
    • Chromebook 11
    • Chromebook 11e
    • Chromebook 11 G2
  • Hexa:
    • Chromebook Pi
  • HiSense:
    • Chromebook 11
  • Lava:
    • Xolo Chromebook
  • HP:
    • Chromebook 11 G3 / G4 / G4 EE
    • Chromebook 14 G4
    • Chromebook 13
  • Lenovo:
    • 100S Chromebook
    • N20 / N20P Chromebook
    • N21 Chromebook
    • ThinkCentre Chromebox
    • ThinkPad 11e Chromebook
    • N22 Chromebook
    • Thinkpad 13 Chromebook
    • Thinkpad 11e Chromebook Gen 3
  • Medion:
    • Akoya S2013
    • Chromebook S2015
  • M&A:
    • Chromebook
  • NComputing:
    • Chromebook CX100
  • Nexian:
    • Chromebook 11.6″
  • PCMerge:
    • Chromebook PCM-116E
  • Poin2:
    • Chromebook 11
  • Samsung:
    • Chromebook 2 11″ – XE500C12
    • Chromebook 3
  • Sector 5:
    • E1 Rugged Chromebook
  • Senkatel:
    • C1101 Chromebook
  • Toshiba:
    • Chromebook 2
    • Chromebook 2 (2015)
  • True IDC:
    • Chromebook 11
  • Viglen:
    • Chromebook 11

Per chi ha uno di questi dispositivi sarà sicuramente un aggiornamento benaccetto viste le enorme potenzialità che vengono aggiunte al proprio portatile. Magari proprio l’uscita lo scorso anno di Remix OS ha fatto riflettere Google sull’espansione di Android anche in ambiente desktop, e il terreno fertile dei propri Chromebook ha completato l’opera.

Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com