Samsung Galaxy S III: flop per il policarbonato, ecco le prime crepe sulla back cover [Update 2: ulteriori testimonianze]

18 giugno 2012334 commenti

Ebbene, dopo un paio di settimane dall'uscita sul mercato iniziano i primi problemi per il nuovo Galaxy S III di Samsung. Qualcuno forse si ricorderà i problemi riscontrati sul Galaxy S II poco dopo l'uscita lo scorso anno e adesso è il momento di chiamare in causa il nuovo terminale di punta prodotto da Samsung.

Come potete notare dall’immagine soprastante, sono presenti almeno tre tagli (visibili anche nella parte interna della cover) in prossimità del “punto di piegatura” su cui va a pesare il carico quando si apre la back cover del Galaxy S III. Sembra dunque che basti provare a smontare ancora poche volte la cover per ritrovarsela spezzata in due (o più) pezzi.

Nelle due immagini sottostanti invece potete osservare una crepa di circa 2/3 millimetri, anch’essa da parte a parte, che interessa una delle clip centrali che occorrono per tenere unite cover e scocca. La clip sembra continuare a svolgere la funziona per la quale è stata creata, ma la crepa si vede e, indubbiamente, da fastidio.

E’ bene sottolineare che il dispositivo nelle immagini ha subito una sola apertura, quella per inserire batteria e Micro SIM.

Vi riporto ora la testimonianza di Bruno Mucciarelli di Mobile Fanpage da cui provengono le ultime due foto postate qui sopra (la prima foto proviene da un altro utente che ha segnalato un problema simile):

Dopo aver cercato di capire bene se ci fossero altre spaccature ho deciso di chiamare il Call Center di Samsung Exclusive, il Club esclusivo riservato ai possessori di tutti prodotti top di ultima generazione firmati Samsung Mobile, il quale mi ha chiesto di portare nel centro di assistenza più vicino a me il mio Galaxy S III per far visionare agli addetti ai lavori la natura della spaccatura. Mi hanno comunque dichiarato telefonicamente da subito che il dispositivo sarebbe dovuto partire per i laboratori di Samsung di Firenze (io abito in Umbria) in quanto doveva essere visionato dagli esperti per capire se la problematica della back cover fosse dovuta ad un difetto della stessa oppure dovuta al corpo del dispositivo.

La tempistica dichiaratami è stata quella di 3/4 giorni di lavorazione più i relativi giorni di spedizione. Quindi con un massimo di 10 giorni il mio Samsung Galaxy S III sarebbe dovuto tornare nelle mie mani. Lo scorso giovedì 14 giungo dunque, a malincuore, sono passato al centro assistenza e ho lasciato il dispositivo con la cover rovinata. Mi è stato assicurato che, essendo cliente Samsung Exclusive, avrei avuto una corsia preferenziale rispetto agli altri clienti. Lasciatolo nelle mani della commessa e ritirata la ricevuta del rilascio attendiamo che gli eventi lavorativi su di esso facciano il suo corso.
Al momento in cui scrivo non sappiamo di altri casi oltre a questi due di rottura della cover posteriore del Galaxy S III, se avete riscontrato problemi di questo tipo vi preghiamo di farcelo sapere preferibilmente via email segnalandoci il problema (magari con delle foto) ad info@androidiani.com.

Il mio Galaxy S III sembra essere intatto anche se ho notato anche io che le clip della back cover sono veramente fragili e non mi danno alcuna sicurezza.

Ora resta da stabilire se sia un problema “isolato” a qualche modello a causa di un difetto di produzione oppure se il tanto rinomato policarbonato (che ricordiamo essere plastica) di Samsung si sia rivelato un vero e proprio flop.

Tuttavia, 699 euro per un telefono che dopo una settimana rischia di ritrovarsi con la back cover aperta in due, fa leggermente arrabbiare. Speriamo che nel caso in cui Samsung rilevi che si tratti di un difetto di fabbricazione, rifornisca i centri di assistenza con grandi quantità di stock di cover bianche (e blu se il problema si presenterà) in modo che basti recarsi presso uno di questi e farsi fare una cover sostitutiva all’istante, senza dover spedire il dispositivo in assistenza.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della vicenda.

Update:

Se volete verificare l’integrità della vostra cover FATE ATTENZIONE! Apritela usando la cosiddetta usta facendo scorrere l’unghia lungo tutto il bordo della cover, se è così fragile come sembra non potete permettervi di staccarla come si fa sul Galaxy Nexus o sul Galaxy S II in tutta tranquillità.

Intanto vi posto un paio di immagini che ci sono arrivate via email da un nostro lettore che l’ha aperto solo il 31 Maggio per inserire la Micro SIM, mai preso botte o altro.

Update 2:

Grazie alle vostre numerose segnalazioni sia nei commenti che tramite email abbiamo contattato Samsung e attendiamo una risposta a breve. Tra le vostre testimonianze vi riporto per prima quella di Giuseppe, un commerciante oltre che possessore di Galaxy S III:

Oltre ad essere possessore di un GS3 lavoro per una importante catena di negozi che tratta telefonia e vi posso garantire che 14 Galaxy su 15 venduti, presentano problemi di verniciatura  (parlo del bianco) con macchie maculate, 12 dei quali oltre alla macchie maculate visibili in controluce si notano delle bollicine che rendono non omogenea la lucidità della cover. 5 di questi invece dopo alcuni giorni sono tornati con piccole crepe appena sotto la fotocamera  così come nelle foto da voi pubblicate . Non ho potuto fare foto ma ci tengo a far sapere la mia esperienza che credo sia condivisa anche da altri. Se ci troviamo davanti ad un difetto di produzione in massa allora credo sia giusto un richiamo da parte di Samsung dei terminali difettosi e sostituzione immediata di quelli già venduti, così come abbiamo speso 700 euro abbiamo diritto ad un prodotto privo di difetti.

Sembra dunque che la cover bianca sia afflitta da un problema simile a quello precedentemente riscontrato sulla colorazione blu, a quanto pare sul bianco non si era notato.

Di seguito invece un’altra foto che ci avete mandato.

Loading...