LG G3: la recensione

27 Giugno 201476 commenti

Dopo la presentazione dello scorso 27 Maggio, siamo riusciti ad accaparrarci la versione coreana di LG G3 che abbiamo provato nel corso di queste due settimane di test. Di seguito, la nostra recensione.

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno con G2, LG ci riprova proponendo come top di gamma per il 2014 il nuovo G3 che mantiene ancora una volta i tasti posteriori molto apprezzati dagli utenti (noi per primi).

Leggi anche LG G3: UNBOXING DELLA VERSIONE COREANA

Crescono le dimensioni del display (da 5.2 a 5.5 pollici) con una conseguente crescita seppure minima di lunghezza e larghezza; minima anche questa volta la distanza tra il display e la cornice. Invariato lo spessore, mentre aumenta di soli 3 grammi il peso. Ottima l’ergonomia che è migliorata anche grazie all’effetto metallizzato che troviamo sulla cover posteriore.

IMG_20140613_175745wtmk

La parte frontale è decisamente dominata dal display, uno dei punti chiave di questo nuovo G3. 5.5 pollici, risoluzione Quad HD (QHD – 2560×1440) per un totale di 538 ppi. Presente anche una fotocamera da 2.1 Megapixel, un LED di notifica RGB e i vari sensori di luminosità e prossimità che accompagnano lo speaker.

IMG_20140613_175753wtmkSul retro troviamo il secondo punto chiave del nuovo flagship di LG: la fotocamera. 13 Megapixel con OIS+ e messa a fuoco laser: stabilità e velocità sono dunque i pilastri del comparto fotografico di G3. Invariati (se non nel design) i tasti posteriori; compare invece lo speaker mono da 1 Watt.

Nella parte inferiore del terminale troviamo l’ingresso Micro USB 2.0 e l’uscita audio jack da 3.5 mm oltre al microfono principale per le chiamate. Superiormente abbiamo invece il secondo microfono per la riduzione dei rumori di sottofondo che accompagna la porta IR.

IMG_20140613_175942wtmk IMG_20140613_175919wtmk

Sotto alla scocca troviamo la batteria da 3000 mAh removibile e i due slot per la Micro SIM e la Micro SD.

IMG_20140613_180106wtmk IMG_20140613_180112wtmk

LG ha mantenuto ancora una volta fede al motto Learning from you: gli utenti pur contenti dell’autonomia di G2 grazie alla batteria da 3000 mAh, hanno lamentato l’impossibilità di rimuoverla come quella di inserire una Micro SD: detto, fatto. La sopracitata cover posteriore è removibile come lo è anche la batteria; sotto la scocca è possibile inserire anche una Micro SD.

 

Purtroppo per ora non siamo riusciti a mettere le mani (per più di qualche minuto) sulla versione europea (e dunque italiana) del nuovo LG G3, ma abbiamo potuto testare a fondo quella coreana che è del tutto simile a quella che vedremo a giorni sul nostro territorio.

Sistema operativo Android 4.4 KitKat
Processore Qualcomm Snapdragon Quad-Core da 2.5GHz
Display 5.5 Pollici – 538 ppi
Risoluzione Quad HD (2560×1440)
RAM 2GB e 3GB
Memoria interna 16GB e 32GB espandibile con Micro SD
Fotocamera posteriore 13 Megapixel con OIS+ e Messa a fuoco Laser
Fotocamera anteriore 2.1 Megapixel
Batteria 3000 mAh
Dimensioni 146,3×74,6×8,9mm
Peso 149 g

DISPLAY

lg-mobile-G3-feature-display-imageIl display di LG G3 va a spodestare dal trono quello del buon vecchio G2, definito da noi il migliore in circolazione. In breve, ci troviamo davanti ad un display QHD (2560×1440) con una densità di pixel pari a 534 ppi. I colori sono pressapoco perfetti; forse il bianco poteva essere leggermente migliorato ma si parla davvero di cercare “il pelo nell’uovo”. Ottimo l’angolo di visione che consente di sfruttare il display in qualsiasi momento. Unica pecca davvero importante la leggibilità sotto al sole che è sotto la media dei dispositivi concorrenti.

Leggi anche LG G3: TEST DISPLAY

visibilità

 

FOTOCAMERA

Schermata 2014-06-25 alle 00.50.56

G3 eredita proprio da G Pro 2 il sensore OIS+ e il doppio flash con luce bianca e ambrata per la riduzione dell’effetto “fantasma” nelle fotografie.

La vera novità è la nuova modalità di messa a fuoco tramite Laser ad infrarossi. Grazie a questa nuova tecnologia che viene applicata per la prima volta su uno smartphone, si otterrà un focus perfetto anche in condizioni di scarsa illuminazione in quanto la distanza soggetto-obiettivo sarà individuata in modo rapido e preciso. Provando ad effettuare numerosi scatti in questi giorni, abbiamo avuto la riprova di come sia rapido e preciso il focus laser anche in condizioni di buio totale è difficile che sbagli.

httpvh://youtu.be/Cz8pKNn6BQ8

Semplificata e velocizzata anche la modalità di scatto: basterà ora toccare il soggetto da mettere a fuoco per ottenere subito la fotografia. Se si vuole invece accedere alla modalità di scatto tradizionale con tutte le relative impostazioni, è sufficiente toccare il tasto impostazioni raffigurato con i tre classici pallini.2014-06-24 21.34.32

Con la nuova applicazione Fotocamera, LG ha voluto rimuovere tutta quella miriade di impostazioni ritenute superflue e renderne altre automatizzate; tra queste troviamo l’HDR che è ora utilizzabile a discrezione del dispositivo a seconda dell’ambiente rilevato nelle circostanze.

2014-06-24 21.34.46

audio

LG G3 incorpora per la prima volta uno speaker da 1W posizionato sulla parte posteriore della cover che, essendo curva, non crea particolari problemi di ovattamento del suono se appoggiamo il dispositivo su una superficie piana.

Contro ogni nostra aspettativa, lo speaker è davvero potente e ha superato la maggior parte dei principali concorrenti tra cui addirittura HTC One M8. Attenzione ad un fatto importante: potenza non è sinonimo di qualità; One M8 ha sicuramente un comparto software che tende a valorizzare maggiormente l’audio sia a livello di speaker, sia per quanto riguarda gli auricolari; LG pur ottenendo ottimi risultati non spende molto in questo settore per raggiungere traguardi ancora superiori.

Purtroppo non siamo riusciti ad effettuare il test in ambienti rumorosi come la discoteca, ci riserviamo di farlo prossimamente quando testeremo la versione Europea.

Vi consigliamo, se non l’avete già fatto, di leggere il nostro test audio dettagliato di LG G3.

Leggi anche LG G3: TEST AUDIO

SOFTWARE

L’interfaccia utente è stata rinnovata ancora una volta da LG ed ha assunto una grafica più minimale che non dispiace affatto.

Partendo dalla schermata di blocco, troviamo ora un widget predefinito che ci mostra ora e data in una forma circolare che va a riprendere le dimensioni e gli spazi della flip cover ufficiale LG. Non è previsto nessun accesso rapido alla fotocamera da questa schermata ma, come su G2, se a schermo spento teniamo premuto il tasto volume giù, potremo scattare direttamente una foto; il volume in su ci farà accedere alle note rapide.

2014-06-24 20.06.38 2014-06-24 18.59.44

Passando alla home screen, notiamo subito i primi cambiamenti: barra delle notifiche trasparente, status bar con un leggero flow verso il nero, icone molto minimali e un nuovo spazio chiamato Smart Bulletin che sinceramente non abbiamo compreso fino in fondo. In una schermata dove LG poteva mettere (seguendo le orme di HTC e Samsung) notizie riguardanti i propri interessi o i social network, si è deciso di mettere dei tips and tricks (chiamati Smart Tips) sull’utilizzo di G3 e LG Healt per contare passi, kcal e km percorsi durante la giornata.

2014-06-16 18.52.36

Tra i pulsanti di navigazione troviamo ancora il tasto multitasking che ci consente anche di accedere al multi windows, accessibile anche tenendo premuto il tasto indietro o, se settato nelle impostazioni, direttamente aprendo un allegato o un link da una chat o una email: in questo modo potremo restare nella nostra conversazione mentre consultiamo la pagina web che ci è stata inviata.

Non ci sono grandi cambiamenti per quanto riguarda il menu delle applicazioni se non la possibilità di creare cartelle.

Cambia invece l’interfaccia della barra delle notifiche che assume uno stile minimale in linea con il resto dell’interfaccia utilizzando icone circolari e un colore azzurro chiaro; invariati i toggles.

2014-06-24 20.29.20

Accedendo alle impostazioni, troviamo un menu ancora simile a quello di G2 ma anch’esso allineato al minimalismo circostante. Non sono state aggiunte particolari funzioni degne di essere menzionate; l’unica riguarda i settaggi della custodia QuickCircle (la flip cover citata prima) che ci consente di selezionare le 6 applicazioni che vedremo nella finestrella circolare.

Parliamo dunque complessivamente di un comparto software (per quanto riguarda l’interfaccia) senza importanti modifiche ma che si apprezza volentieri. Al momento non è previsto un porting ufficiale per G2, G Flex, G2 Mini e G Pro 2.

Tre sono le interessanti novità Smart introdotte da LG: Smart NoticeSmart Keyboard e Smart Cleaning.

Smart Notice avvisa automaticamente l’utente su un qualcosa da fare come ad esempio attivare la modalità risparmio energetico se scendiamo sotto il 30%, aggiungere alla rubrica un numero di telefono che abbiamo contattato spesso ultimamente ma non abbiamo ancora salvato o addirittura richiamare una persona a cui abbiamo rifiutato la telefonata in precedenza.

httpvh://youtu.be/His00gohfys

Smart Keyboard si tratta invece della nuova tastiera di LG G3 che impara dall’utente gli errori di digitazione ampliando e spostando l’area attiva di un determinato tasto: se per esempio premiamo spesso la lettera “i” a posto della lettera “o”, verrà automaticamente ingrandito il raggio d’azione del pulsante “o” in modo da non farci più sbagliare. La tastiera è inoltre regolabile in altezza per accontentare anche i più esigenti.

lg-mobile-G3-feature-smart-keyboard-image

Smart Cleaning analizza il sistema cercando file temporanei non utilizzati e consente la loro eliminazione con un semplice tocco.

2014-06-16 00.06.11 2014-06-16 00.06.53

Batteria

Ottimo il lavoro di ottimizzazione software realizzato da LG per questo G3 che monta una batteria removibile da 3000 mAh. L’autonomia rispetta quella degli ultimi modelli top di gamma di LG a partire da G2 che è stata la vera svolta degli ultimi tempi; siamo riusciti a far senza il minimo problema una giornata piena senza doverci preoccupare della batteria.

Non troviamo nessun risparmio energetico estremo/avanzato ma soltanto quello classico che ci può essere notificato anche tramite Smart Notice come anticipato in precedenza.

Di seguito il risultato dei nostri test:

BATTERIA G3Conclusioni

LG ci ha sorpreso ancora una volta realizzando un terminale davvero eccellente in quasi tutti i nostri test. Piccola macchia la visibilità del display alla luce del sole che è veramente un’impresa, complessivamente resta comunque uno dei migliori (se non il migliore) in circolazione. G3 sarà disponibile da oggi in Europa a partire da 549€ per la versione da 16GB (2GB di RAM) e 599€ per chi desidera 32GB di memoria interna e 3GB di RAM (prezzi e disponibilità europei – Amazon.de).

 

499€
LG G3
SU
A SOLI
Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com