Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com

10 maggio 201492 commenti

L’elemento principale dell’immagine aziendale è la “Brand Identity” o (identità del logo). La “Brand Identity” crea un rapporto con il cliente/consumatore. Pertanto la percezione che il cliente avrà di un azienda è strettamente legata all’immagine (al giudizio) che avrà verso quell’azienda, quel marchio. Questa strategia è stata cavalcata dapprima da Apple e, poi, replicata da Samsung. Creare una forte brand identity, nel settore della telefonia mobile, richiede cospicui investimenti in marketing e può rappresentare, per un nuovo entrante quale OPPO, una forte barriera. In questo scenario, il management di OPPO ha deciso di puntare sulla qualità costruttiva ad un costo ragionevole con un S.O. che rappresentava una "pesante" personalizzazione di Android.

La strategia ha pagato poichè l’azienda cinese ha saputo conquistarsi, dapprima gli opinion leader e, poi, una propria nicchia di consumatorii fidelizzati. I feedback positivi dei primi utenti cinesi e l’uso delle tecniche del marketing virale avevano, infatti, spinto alcuni coraggiosi utenti europei ad ordinare i primi prodotti direttamente in Cina.   Il passaparola ha fatto il resto, e così OPPO pressata da decine di migliaia di utenti europei ha deciso, nel maggio 2013, di aprire il proprio store europeo conservando la politica di prezzo che l’aveva resa famosa in Cina.

In solo 18 mesi la brand itentity in Cina già avvicina quella di aziende presenti da anni in questo mercato mentre la quota di mercato attuale l’abbiamo commentata in un precedente articolo.

china-mobile-brand-recognition

Per proseguire con questo trend, il produttore cinese è pronto a lanciare sul mercato il FIND 7, un terminale dalle caratteristiche tecniche davvero interessanti.

Caratteristiche tecniche

 

Find 7 Premium (Find 7) Find 7 Lite (Find 7a)
Risoluzione schermo Quad HD (2560 x 1440 pixels), 538 PPI 1080p Full HD (1920 x 1080 pixels), 403 PPI
Processore 2.5GHz Qualcomm Snapdragon 801 Quad Core (MSM8974AC) 2.3GHz Qualcomm Snapdragon 800 Quad Core (MSM8974AB)
RAM 3 GB 2 GB
Memoria interna 32 GB (espandibile fino a 128GB con microSD card) 16 GB (espandibile fino a 128GB con microSD card)
Batteria 3000 mAh Li-Po 2800 mAh Li-Po
Cover posteriore Texture colore fibra di carbonio Colore grigio alluminio e bianco
Peso 171 g 170 g
Prezzo 459 € (prezzo stimato) 399€

 unboxing, design e qualita’ costruttiva

Il Find 7 arriva in una scatola di metallo con i bordi arrotondati, di colore nero raso e con un look che crea un senso di mistero. I materiali ricordano più la confezione dell’Oppo N1 che quella del Find 5 e danno, da subito, al consumatore la sensazione di avere tra le mani la scatola di un prodotto premium.

IMG_20140331_074801wtmk

Aprendo il coperchio, troviamo sulla sinistra il cellulare e sulla destra la scritta “Find 7”. Al di sotto trovano posto gli auricolari, di buona fattura, il caricabatteria e lo speciale cavo Usb a 7 pin che ci consentirà una ricarica ultra-fast.

6

 Il caricabatterie è tra i più potenti provati poichè fornisce al Find 7 circa 4.5A di corrente elettrica. Tale valore supera i canonici 1A, 2A dei più comuni caricabatterie, quindi vi suggeriamo di non usare questo caricabatteria anche per altri cellulari.

battery_find7

Il form factor del Find 7 riprende le linee pulite ed essenziali del Find 5 a testimoniare che gli ingegneri, invece di stupire, hanno cercato la continuità con gli stilemi estetici del marchio. Le cornici non sono particolarmente sottili e le due sezioni, superiore ed inferiore, sono più grandi di molti altri device già in commercio.

p

Il design (c.d a mezzaluna) non può che ricordarci alcuni vecchi Sony Ericsson (ad es. U5i e E15i).

15

Volendolo comparare con il Find 5 le principali innovazioni estetiche riguardano:

  1. Un nuovo scheletro. Oppo ha abbandonato la lega di alluminio-magnesio convenzionale per orientarsi verso una lega di titanio che dona al cellulare robustezza e leggerezza;
  2. I nuovi tasti a sfioramento che si illuminano solo a cellulare acceso. I tre pulsanti a sfioramento da sinistra a destra sono: tasto Menu, tasto Home e il tasto Indietro. La retroilluminazione, però, sebbene configurabile, ci appare troppo debole soprattutto negli ambienti molto illuminati;
  3. La presenza di un LED di notifica, nascosto sotto un pannello di plastica oscurato, posto nella parte anteriore del dispositivo e caratterizzato da una forma allungata che riprende le linee del Find 7 (il suo nome è SkyLine) che inizia a lampeggiare in blu quando vi è una notifica o quando il telefono avvisa che la batteria sta per terminare. L’effetto è, davvero, bello soprattutto al buio;
  4. La scocca del cellulare è circondata nei lati da eleganti binari in alluminio.

9 i l

Sulla parte anteriore non possiamo non notare il display da 5.5 pollici Full-HD (1920×1080p). Oppo ha ribattezzato questo pannello, prodotto da JDI, display 2.0 ed è utilizzabile sia con mani bagnate sia con i guanti, che non sarebbe affetto da campi di magnetismo (creati a volte durante la ricarica). La protezione è Corning Gorilla Glass 3.

La parte posteriore ha un conformazione che rende il cellulare confortevole da tenere in mano nonostante le su generose dimensioni.

a

Nella foto è visibile la fotocamera  da 13 MP con doppio LED flash.

b

Nella parte alta v’è l’altro microfono per la riduzione del rumore mentre nella parte bassa troviamo la griglia dello speaker stereo.

c

La scocca può essere facilmente rimossa rivelando gli alloggiamenti della batteria da 2800 mAh, per la micro-SIM e quello per la MicroSD fino 128GB. Quest’ultima opzione sarà molto apprezzata, soprattutto dagli utenti hardcore.

e

La rimozione avviene non in maniera tradizionale, ma spingendo con un oggetto appuntito nel foro che OPPO chiama “intelligent switch“.

12

IMG_20140331_073712wtmk

Nella parte frontale troviamo la fotocamera da 5 Mpixel con apertura F2.4 ed i sensori di luminosità e prossimità.

8

Nella parte sinistra troviamo il tasto power costruito in metallo comodo da selezionare con il pollice mentre sul lato destro troviamo il bilanciere del volume costituito da un unico grande tasto selezionabile con l’indice. Entrambi i tasti hanno un ottimo feedback.

Nella parte alta troviamo il jack da 3,5 millimetri per le cuffie, mentre nella parte inferiore una porta USB a (7Pin Interface), progettato per sfruttare il meccanismo di carica flash VOOC che approfondiremo successivamente, così come un microfono per la riduzione del rumore.

10

 Schermo

Oppo, per il suo Find 7, ha usato un display IPS LCD da 5.5”, protetto da Gorilla Glass 3. La densità di pixel è di 403 ppi con una risoluzione dello schermo pari 1080p (1920×1080) FullHD.

Lo schermo IPS fà il suo dovere in maniera egregia, e angoli di visualizzazione sono buoni anche se  da certe angolazioni il nero diventa quasi bianco. La perdita di contrasto la si avverte guardando lo schermo dai lati e da un angolo maggiore di 45°: ma poiché nessuno, nel quotidiano, userà il telefono osservandolo da questi angoli limite, possiamo semplicemente affermare come la resa sia buona.

palette

I colori sono vivi e il contrasto è buono, con un buon livello di profondità dei neri e un discreto punto di bianco.

oppo_palette

Guardando questi immagini, si nota come non vi sia nessun colore con evidenti aberrazioni cromatiche e nessuna situazione dove i colori mostrati siano troppo scuri o troppi bianchi.

L’analisi della CIE chart conferma la sensazione visiva.

cie_chart

Con l’aiuto del software Calman abbiamo fatto una verifica della bontà di calibrazione dei colori.

colorimetro

La situazione è leggermente migliore di quella che abbiamo rilevato nella prova del Vivo Xplay 3S, ma, comunque, su molti colori la calibrazione è solo discreta testimoniando ancora la scarsa attenzione dei produttori cinesi verso questo aspetto.

Leggibilità e luminosità al sole

Purtroppo, la leggibilità luce del sole è mediocre, ma abbiamo voluto fare un prova. Il find 7 viene spedito con una pellicola protettiva (di medio-bassa qualità) applicata di serie. La pellicola, nell’esemplare che abbiamo acquistato, oltre ad essere mal applicata è anche una calamita per impronte e polvere. L’abbiamo tolta e, con nostra sorpresa, abbiamo scoperto che la leggibilità del display al sole è migliorata moltissimo tanto da farci correggere il nostro giudizio in visibilità buona al sole!. Altra cosa non proprio di immediata comprensione è che lasciando la luminosità in automatico, al sole risulta più visibile rispetto al fissarla sul valore massimo nella modalità manuale!

Find 7 Vs Iphone 5s

Abbiamo confrontato la resa dello schermo del Find 7 con quella dell‘iPhone 5S. oppo_iphone oppo_iphone2

Le immagini mostrano chiaramente come lo schermo del Find 7, pur avendo dimensioni maggiori di quello del 5S, non sfiguri assolutamente nel confronto con lo smartphone di Cupertino. La sorpresa è grande poichè Iphone 5S ha un DeltaE (cioè una differenza tra i colori misurati e quella ottimale) inferiore a 3 mentre il Find 7 ha un DeltaE pari a e, pertanto, la differenza visiva doveva esser maggiormente evidente.

oppo Find 7 vs vivo Xplay 3s

In molti ci avete chiesto, nel forum, un confronto tra i due top di gamma di Oppo e Vivo (entrambi brand del colosso cinese BBK). Nelle foto seguenti, ovviamente, lo schermo più grande è dell’Xplay3s, mentre l’altro è il Find 7.

vivo_oppo

oppo_vivo

Lo schermo del Find 7a si fa preferire in tutte le situazioni.

Batteria

 Nelle varie review presenti in rete i recensori hanno espresso giudizi contrastanti sulla batteria: da eccellente a assolutamente insufficiente. Abbiamo per questo test deciso di chiedere un aiuto ai nostri amici Matteo e Daniele di SIT che si sono prestati ad replicare i nostri test sul loro device in modo da poter confrontare:

  • la resa della batteria su due device in modo da escludere di avere un dispositivo fallato e confrontare dispositivi con batteria rodata in maniera differente;
  • la resa della batteria tra la color os 1.2 e la color 2.0 (beta 4)

 

 Ore d’uso continuo prima di scaricare completamente la batteria Ore Minuti
Chiamate 18 11
Navigazione 7 10
Video 8 50
Musica 16 35
Stand By 64 50

Come si vede dalla tabella i problemi sono nella modalità stand by che appare inferiore ad altri dispositivi top di gamma. A nostro avviso, il software non ben ottimizzato non riesce a spegnere il 3g, ad esempio, quando siamo conessi alla rete wifi ed alcuni processi generano costanti wakelock. Nella modalità aereo, ad esempio, il consumo dopo 8 ore è pari al 3%. della batteria.

La situazione migliora se, ad esempio, installiamo dal market un’applicazione che spenga il 3g quando si usa il wifi e viceversa (ad es. auto 3g data switch).

Dalla nostre prove abbiamo visto che con la color OS 1.2 la fatidica soglia delle 5 ore di schermo acceso si possa raggiungere, mentre con la color OS 2.0 in nessuna nostra prova ci siamo riusciti. A nostro avviso, la color OS 2.0 accentua i difetti del comparto batteria del Find 7a e riduce la durata della batteria di un 20%.

Vi ricordiamo, infine, che il consumo batteria è soggettivo e dipendente da molteplici fattori e che la nostra metodologia di testing (spiegata qui ) deve intendersi come tendenza e termine di paragone per gli altri cellulari che recensiremo nelle medesime condizioni e con i medesimi software installati.

test_batteria

interfaccia utente

 Il Find 7 viene spedito con la color OS 1.2. Questa UI è una pesante personalizzazione android su base Jelly Bean 4.3. Non nascondiamo il nostro disappunto per non aver trovato su un top di gamma la versione android kitkat e il disappunto è aumentato nell’apprendere che la nuova versione della Color OS (la 2.0) è ancora in fase beta e, comunque, su base android 4.3. Abbiamo, pertanto, deciso di scrivere questa recensione tenendo conto della UI installata dal produttore (la 1.2). Diciamo subito che questa UI è molto bella e la maggior parte delle funzioni implementate da Oppo sono utili a migliorare l’esperienza utente. Le nostre perplessità sono solo nella scelta di qualche elemento grafico disegnato con un po’ di ingenuità e con un gusto non tipicamente internazionale e sulla fluidità della UI.

Il lockscreen

Il Lockscreen è quasi identico a quello jelly bean anche se graficamente sono presenti effetti “Ken Burns” stile iPhoto. C’è un anello di sblocco, che si fa scorrere per arrivare alla homescreen. Si possono aggiungere i widget aggiungendoli a sinistra della finestra principale, mentre sulla destra c’è una scorciatoia per la fotocamera.

Lo schermo può essere attivato con doppio tap e spento con doppio tap sul tasto home. Tra l’altro il lockscreen ha una scorciatoia nascosta per attivare la torcia (basta tener premuto, a schermo acceso, in maniera prolungata il tasto Home, mentre rilasciandolo si spegne).

2014-05-05 16.52.49 2014-05-05 16.53.38 2014-05-05 16.53.50

Modalità ospite

Similmente al G2 della LG, il Find 7a ha una modalità ospite. In questa modalità, si può scegliere quali applicazioni far utilizzare ai nostri ospiti così da conservare la privacy nell’uso condiviso del proprio telefono. Per poter utilizzare la modalità ospite sarà necessario impostare una password di sblocco per l’utente principale e un’altra per gli ospiti.

2014-05-05 17.09.13 2014-05-05 17.09.26 2014-05-05 17.09.43

 Il Launcher

Il Launcher consente molteplici opzioni di personalizzazioni. Nei nostri test il launcher non ha mai avuto lag evidenti ed anche se non velocissimi è sicuramente piacevole e non irritante nell’uso quotidiano.

2014-05-05 16.52.052014-05-05 16.52.11

App switcher

Tenendo un dito su un punto vuoto sulla homescreen o eseguendo uno swipe verso l’alto si apre il menu contestuale. Tra le principali opzioni troviamo la possibilità di selezionare: widgetsfondieffetti e temi.

2014-05-05 16.58.57 2014-05-05 16.59.00 2014-05-05 16.59.04

L’suo dei temi ci consentirà di cambiare l’aspetto della homescreen, delle icone delle applicazione e, infine, dell’app drawer. Alcuni dei tempi presenti sui server Oppo sono belli, ma altri decisamente brutti ed adatti ad un pubblico non internazionale. Per coloro che amano il look di android stock c’è anche un tema Jelly Bean così da replicare il look del launcher stock.

2014-05-05 16.52.26 2014-05-05 16.52.30

È possibile cambiare lo sfondo tra quelli animati o statici e cambiare l’effetto di scorrimento delle homescreen. C’è ancora la possibilità di sincronizzare il meteo con la homescreen. Ad esempio, in una giornata di neve la stessa si accumula sul fondo della nostra homescreen.

La homescreen

La homescreen presenta i propri oggetti con una grandezza innaturale. Le applicazioni, infatti, sono organizzate in una griglia di 4×4 ed i widget sono poco ottimizzati per uno schermo con una risoluzione così grande. E’ possibile aggiungere fino a 9 schermate alla homescreen. Anche se non abbiamo mai usato così tanti riquadri riteniamo che molti utenti apprezzeranno la possibilità di superare il limite delle 5 schermate di jelly bean.

2014-05-05 16.58.30

La parte inferiore dello schermo è riservata alla dock. Si possono avere collegamenti alle applicazioni o cartelle contenenti più applicazioni. La dock ha, per impostazione predefinita, quattro collegamenti predefiniti (Telefono, SMS, App drawer e fotocamera), ma si può aggiungere anche un quinto collegamento.

App drawer

L’app drawer è abbastanza semplice ha pagine scorrevoli orizzontalmente dove è possibile collocare in una griglia 4×5 collegamenti e/o cartelle. Un piccolo punto verde ci ricorda le applicazioni appena installate e che non sono state ancora avviate. È possibile riorganizzare o aggiungere collegamenti alla homescreen toccando in un punto e tenendo premuto sullo stesso.

 L’area notifiche

Per impostazione predefinita, l’area di notifica mostrerà una fila di scorciatoie rapide, un selettore per la luminosità il flag per selezionare la luminosità automatica, le notifiche correnti e una scorciatoia per andare nel menù delle impostazioni. E’ possibile, con uno swipe, aggiungere altri quick settings. Nella parte inferiore dell’area di notifica v’è un utile tasto che ci consentirà di eliminare tutte le notifiche in una sola volta. Sempre in basso è presente il contatore del traffico dati.

2014-05-05 16.58.162014-05-05 16.58.43

Task switcher

Il task switcher è abbastanza vicino a quello stock di JB. Tutte le applicazioni vengono visualizzate in una griglia verticale con miniature a scorrimento, consentendo uno Swipe su entrambi i lati per chiuderle o un tocco per aprirle. Oppo ha posizionato in basso il tasto per chiudere tutte le applicazioni (c.d. Kill All).

2014-05-05 16.58.49

Area riservata della homescreen e relativi widget. 

Attualmente, ci sono solo due aree riservate per i widget di: Foto e Musica.

Il widget delle foto occupa una intera homescreen e dispone di un mirino  in modo da poter scattare una foto direttamente dalla homescreen più una scorciatoia per andare nell’applicazione della fotocamera. Al di sotto troviamo una timeline con tutte le foto scattate di recente che possono essere facilmente condivise nei social.

2014-05-05 16.59.38

Il secondo riquadro riservato della homescreen è quello per la musica. Il design del widget è intuitivo: troviamo un grande disco in vinile che ci consentirà di cambiare la canzone attualmente in riproduzione e i tasti arresto/ripresa della riproduzione. È possibile, poi, tramite l’uso di scorciatoie andare direttamente al lettore musicale o al dialer.

 2014-05-05 17.00.31

 Pannello delle gesture

Al pannello delle gesture si accede nell’area di notifica con uno swipe nell’area di sinistra. Ad esempio, disegnando un cerchio è possibile aprire l’applicazione fotocamera, ma è possibile assegnare qualsiasi applicazione a qualsiasi gesto. Onestamente riteniamo di scrsa utilità questo tipo di gesture preferendo quelle a schermo spento. La loro collocazione nell’area delle notifiche rende, infatti, scomodo il loro utilizzo.

2014-05-05 17.03.00 2014-05-05 17.03.03 2014-05-05 17.04.13

Menu Impostazioni

Oltre alla homescreen, il menu Impostazioni è un’altra parte della UI che ha subito parecchi aggiornamenti rispetto a JB. E’ diviso in tre schede: generale, audio, display. Il design a schede è intuitiva e funziona piuttosto bene. Navigando tra i vari menù riteniamo che quello “gesti e movimenti” meriti di esser commentato. Al suo interno troviamo tutti i vari gesti e movimenti che saranno capaci di rendere l’esperienza utente più accattivante. Ad esempio,  si può scorrere con tre dita sullo schermo per catturare una schermata. Anche le “opzioni di movimento” sono molto utili: capovolgendo il cellulare, ad esempio, possiamo disattivare la suoneria, avvicinandolo all’orecchio, invece, risponderemo automaticamente alla chiamata ed altro ancora.

2014-05-05 17.03.50 2014-05-05 17.03.44 2014-05-05 17.03.14 2014-05-05 17.03.55 2014-05-05 17.04.04 2014-05-05 17.04.39 2014-05-05 17.04.45 

parte telefonica e messaggistica

 La ricezione telefonica del Find 7a è semplicemente eccellente.  Nelle nostre prove la ricezione si è avvicinata a quella dei blackberry, ma  eravamo certi di questo avendo provato anche il vivo xplay 3s (entrambi i cellulari condividono lo stesso modulo radio).

L’unico appunto che posso muovere ad Oppo è la gestione delle reti. Per impostazioni predefinita, infatti, non è possibile disattivare LTE. Per farlo vi segnalo una piccola astuzia. Nel dialer componete questo numero:

*#*#4636#*#*

In questo modo sarà possibile selezionare la configurazione di rete più adatta con un importante riverbero sulla durata della batteria.

Screenshot_2014-05-05-15-45-57-801

 L’audio in chiamata in capsula auricolare è molto buono. La tonilità audio forse manca un po’ di bassi, ma gli interlocutori di riferimento ci sentono bene e noi li sentiamo altrettanto bene.  I microfoni per la riduzione del rumore si comportano molto bene. L’audio dello speaker in vivavoce è buono ed il giudizio complessivo del suono con il nostro test al fonometro lo colloca con un giuzio globale di molto buono.

Test degli speaker (in Db) Voce Musica Suoneria Giudizio
HTC Desire X
63,06
61,06
69,06
Sotto la media
Huawei Ascend P7
63,09
66,01
70,09
Sotto la media
Sony Xperia Z1 (xLOUD)
65,05
62,02
65,08
Sotto la media
LG G2
65,07
62,02
66,02
Sotto la media
Samsung Gal. S II Plus
65,07
61,05
66,06
Sotto la media
Apple iPhone 5
66,08
66,01
67,07
Sotto la media
Sony Xperia V
65,05
61,01
66,02
Medio
Samsung Gal. S III mini
66,05
63
76
Medio
LG G Pro 2
66,07
64,09
75,07
Medio
Apple iPhone 5s
68,07
66,03
69,02
Medio
HTC One (M8)
65,08
64,07
75,07
Medio
Sony Xperia go
66,05
66,01
77,09
Buono
LG Optimus L7
66,07
66,06
75,06
Buono
Samsung Galaxy S5
66,09
66,06
75,07
Buono
Samsung Gal. Express
67,07
66,06
75,07
Buono
HTC One
69,03
66,06
75,09
Buono
Nokia Lumia 1020
69,08
66,06
72,05
Buono
Samsung Galaxy Note 3
70,05
66,06
78
Buono
Samsung Galaxy S4
70,06
66,02
77,03
Buono
Samsung Galaxy Grand
74,01
66,02
76
Buono
Oppo Find 7a
71,03
72,05
75,07
Molto buono
Oppo N1
73,07
67,07
78,07
Molto buono
Motorola RAZR XT910
74,07
66,06
82,01
Molto buono
LG Optimus G
74,06
71,03
82,07
Eccellente

Il software di gestione della messaggistica è molto funzionale: al ricevimento di un nuovo messaggio comparirà un popup sullo schermo dal quale è possibile eliminare, leggere a tutto schermo o rispondere all’sms arrivato. E’ presente anche un anti-spam per i messaggi ed un ricco menu’ impostazioni.

2014-05-10 07.56.11 2014-05-10 07.56.05 2014-05-10 07.56.14

La rubrica utilizza un’interfaccia a schede con gruppi molto simile a quella stock JB se si esclude la personalizzazione grafica scelta da Oppo.

2014-05-10 07.56.20 2014-05-10 07.56.02

Un tap sulla foto di un contatto apre una serie di scorciatoie per chiamare, mandare SMS o e-mail al contatto o per aggiungere, infine, un collegamento ad un’applicazione (ad esempio un collegamento Chrome per visitare il sito web del contattto). Per ogni contatto è possibile impostare una suoneria personalizzata ed è possibile rimuovere i contatti duplicati che possono essere uniti in una singola voce. Interessanti, infine, le opzioni di sincronizzazione dei contatti che possono essere spostati o copiati tra memoria del telefono e uno o più account di Google o essere sincronizzati con un server Exchange o Facebook. Buona l’opzione di invio e ricezione dei contatti tramite Bluetooth.

multimedialita’

LETTORE AUDIO

Il lettore musicale ha un’interfaccia molto semplice e di immediato utilizzo. C’è il pieno supporto al nuovo equalizzare Oppo (c.d. Wave) così come al “vecchio” Dirac HD Audio.

L’equalizzatore agisce in tutte le applicazioni legate alla musica e giochi, non importa se si stiano utilizzando le cuffie o l’altoparlante. Ci sono alcuni preset per l’equalizzatore, ma è, comunque, possibile personalizzarli secondo i nostri gusti musicali.

134

 Abbiamo sottoposto il Find 7a al nostro test audio. I risultati sono eccellenti. L’audio è tra i più puliti che abbiamo visto nelle nostre prove. C’è però un grande problema: la diafonia stereo (crosstalk stereo) è notevolissima! In parole povere, non utilizzando l’equalizzatore fornito c’è confusione tra i suoni che vanno nei canali sinistro/destro. Il rischio è quello che suoni pensati per il canale sinistro si sovrappongano a quelli di destra e viceversa.

grafico_test_audio

 LETToRE VIDEO

Il lettore video, rispetto alle altre applicazioni Oppo, è meno curato esteticamente. Supporta DivX, Xvid, Avi, MVK, MP4, ecc. Non abbiamo mai avuto problemi di riproduzione nei video di test e la sola delusione c’è stata nei video con audio AC3 che non sono stati correttamente decodificati. L’interfaccia per la selezione video è semplice, ci permette di vedere i nostri video, quelli raccomandati da Oppo o presenti nei canali video. E’ presente anche la possibilità di vedere il video corrente in una finestra flottante nella homescreen.

FOTOcamera E VIDEOcamera

E’ questo un comparto dove il Find 7a ci ha stupito maggiormente. Se cercate un telefono che al “punta e scatta” faccia le foto migliorii tra i device android allora, in attesa di “1+1″ ed “Xshot”, lo avrete trovato! Solo Sony Z2 gli può tenere testa e superarlo in alcuni scatti, a patto di esser non propri a digiuno dei fondamentali della fotografia e di lavorare tra iso e tempi di scatto nel software del Sony.

La fotocamera è basata su un Sony Exmor IMX214 BSI 1/3.06 “ con sensore CMOS dalla risoluzione di 13 MP. L’obiettivo ha un’apertura F/2.0. La fotocamera è in grado di produrre scatti interpolati da 50MP, immagini RAW, HDR e foto panoramiche.

Find 7a renderà felici gli amanti degli autoritratti o selfie poichè la fotocamera anteriore da 5 megapixel fa un buon lavoro e restituisce colori del volto fedeli.

Accanto alla modalità “flash normale”, il flash LED sul retro del telefono può funzionare in “modalità luce di riempimento“, producendo un’immagine dall’aspetto naturale, senza alcun cambiamento di colore e senza ombre forti.

L’applicazione fotocamera

L’interfaccia della fotocamera dispone di due barre laterali rispetto al mirino, quella di destra che contiene i pulsanti video e galleria mentre quello di sinistra è per le impostazioni, per il flash e per passare alla fotocamera anteriore. Con uno swipe verso sinistra è possibile scorrere le foto scattate di recente ed è possbile eleminarle con semplicità.

Comoda la possibilità di selezionare rapidamente le diverse modalità di scatto: normale, beauty, panorama, HDR, Super zoom, RAW, GIF,  scatto lento lento e normale. In quest’immagine abbiamo riepilogato tutte le possibili opzioni dell’apllicazione fotocamera componendole tutte assieme

2014_04_01_17.31.35

La qualità delle immagini

La fotocamera del Find 7a, nelle nostre prove, ha catturato immagini molto buone. L’algoritmo di elaborazione delle immagini è sicuramente maturo e ben ottimizzato poichè abbatte i livelli di rumore senza sacrificare troppo i dettagli. I colori appaiono fedeli e buono è il bilanciamento del bianco così come il contrasto  e  la nitidezza da bordo a bordo

 Vi lasciamo alla galleria fotografica, ringraziando l’amico Fabrizio, per averci fornito alcuni scatti (che qui potete scaricare le immagini a dimensioni reali).

normale macro

A mio avviso sorprendente è la modalità HDR che vi consentirà scatti innaturali, ma che potranno stupire i vostri amici sembrando dei dipinti.

hdr5 hdr_advanced hdr2 hdr4

Meravigliosa l’opzione scatto rallentato che consente di scegliere il tempo di esposizione da 1 a 32 secondi (il Lumia 1020 può arrivare al massimo a 4 secondi!). Il risultato raggiungibile ci consentirà, utilizzando un cavalletto, di cogliere particolari come le stelle in questa foto.

scatto_rallentato

Infine, molto utile è l’opzione Super Zoom che permette di catturare 10 immagini in sequenza che vengono selezionate e combinate insieme per realizzare un’immagine con una risoluzione di 6120 x 8160, ovvero circa 50MP.

Videocamera

Il Find 7a è in grado di catturare video a 2160p e a 1080p a 30 fotogrammi al secondo e a 720p in modalità slow-motion a 120fps. Sia i video a 4K sia quelli a 1080p si sono rivelati eccellenti poichè pieni di dettagli e con colori naturali e ben contrastati. Il framerate in entrambe la modalità è rimasto costante a 30fps.

connettivita’ e NAVIGAZIONE WEB

Per connettersi alle reti wifi i protocolli supportati sono a/b/g/n/ac. Ottima la ricezione WiFi con segnale stabile e potente anche se ci si allontana di alcuni metri dal router e buona la velocità di trasferimento in rete. Come già scritto, pieno supporto al DLNA (sia dal lato client sia server, per immagini, video e musica) e Bluetooth 4.0 con accoppiamento perfetto con altri dispositivi e con stabile trasmissione dei file. C’è anche la possibilità del Wireless TV-out (Miracast) Buono il GPS che ha fix pressoché istantaneo e dalla precisione molto buona. Per risparmiare la batteria consigliamo, comunque, di configurare il wifi nel seguente modo Senza titolo-1

Benchmark delle prestazioni

Il Find 7a ha un processore Snapdragon 801 MSM8974AB. Di fatto ci troviamo di fronte ad uno Snapdragon 800 overclockato nella GPU da 450MHz a 578MHz. L’analisi comparata dei benchmark ci dicono che il lavoro di ottimizzazione in Oppo è ancora all’inizio. Le prestazioni appaiono inferiori ai top di gamma Galaxy S5, Htc One m8, Sony Z2.

Test Punteggio
Antutu X 33.360
Quadrant 21.875
Sunspider 740
Gfxbench (T-rex) 29
Gfxbench (Manhattan) 11
3DMark 20.031
BrowserMark 3.060

 conclusioni

Oppo con il Find 7 ha fatto un salto di qualità sotto tutti gli aspetti rispetto al suo predecessore. Il Find 7 è sicuramente un top di gamma elegante e potente ed anche il più economico smartphone, a parità di hardware ed in attesa di 1+1, nel panorama android.

Il telefono ha dimensioni generose da phablet, ma anche alcune funzioni uniche quali il meccanismo di ricarica rapida Vooc. La fotocamera è un punto di riferimento nel mondo android ed anche qui Oppo ha inserito funzioni uniche quali il super-zoom e lo scatto rallentato. I dubbi e le perplessità non riguardano il comparto hardware (ad eccezione, forse, della batteria), ma quello software. La color OS ci pare, sia nella versione 1.2 sia in quella beta 2.0, ancora acerba per il mercato internazionale. Lo scarso lavoro di ottimizzazione sulle traduzioni locali che vengono fornite dai c.d “oppo ambassador” sono causa di non sporadiche chiusure forzate (o force close) che compaiono nei vari menu’. Se il Find 5 aveva, però, lasciato l’amaro in bocca a molti suoi acquirenti, nel Find 7 le luci sono maggiori delle ombre e sono certo che gli acquirenti non saranno questa volta delusi poichè al prezzo al quale è venduto non c’è ad oggi, tra i dispositivi sul mercato, qualcosa che globalmente possa esser considerato di livello superiore. L’asticella ormai è stata fissata e per gli altri competitori (soprattutto cinesi) non sarà semplice superarla anche se, con il meccanismo di vendita di Oppo, il potenziale acquirente deve considerare una scarsa diffusione del terminale in Italia e qualche difficoltà nell’acquisto poichè i terminali saranno disponibili nello store ufficiale “ad ondate” dovendo la produzione esser modulata sui pre-ordini europei.

COSA CI E’ PIACIUTO

  • Qualità costruttiva
  • Schermo
  • Fotocamera
  • Ricezione e connettività
  • Modalità innovativa di ricarica della batteria
  • Equalizzatore del lettore musicale
  • Politica degli aggiornamenti e supporto del forum ufficiale

COSA NON CI E’ PIACIUTO

  • Ottimizzazione della Color OS 1.2 e base android ancora JB
  • Scarsa ottimizzazione della batteria
  • Tasti soft touch scarsamente illuminati e piccoli
  • Elevata diafonia stereo (crosstalk stereo)
  • Mancanza della radio FM e degli infrarossi

 Voto complessivo: 8,8

 

  • Paolo Cina’

    orgoglioso possrssore di lg optimus G loooool

    • pirata_1985

      se sei orgoglioso nel possedere uno smartphone sei messo male

      • Lorenzo Soannini

        Se copi un utente divenuto famoso per una sola parola, se messo MOLTO male.

        • pirata_1985

          ma anche peggio di molto, ma non vedo cosa centri, io potrei anche essere il messo peggio del mondo, ma lei resta messa male

        • pirata_1985

          Ciao io sono l originale. Purtroppo non volevo diventare famoso. E non lo sono. Quindi chi mi copia non solo è tristissimo. Ma non cinta niente ogni sua invettiva o pensiero. Si facesse il suo account ed esprimesse ogni suo pensiero. A noi non resta che segnalarlo ogni suo commento. Dopo tot segnalazioni viene bannato. Prima o poi si stancherà. Ricordo che LG optimus è il fratello maggiore del nexus4 (giusto?? Sono molto stanco non vorrei aver preso un abbaglio). Ognuno è libero di essere orgoglioso o meno di qualcosa e ben venga!! Sennò che tecnofan siamo?

          • pirata_1985

            non ho detto che non si è liberi di essere orgogliosi di quel che si vuole, ho detto che se uno lo è dello smartphone è messo male

      • Paolo Cina’

        potevi risparmiarti il commento visto che il tuo giudizio non vale una cippa

        • pirata_1985

          per me il giudizio di chi esprime orgoglio in un oggetto vano non vale niente

          • Tuononno

            per me è messo peggio chi non ha personalità ;-)

          • pirata_1985

            giusto, perchè uno esprime la propria personalità su androidiani

          • pirata_1985

            la personalità non vengo qua a dimostrarla

    • Giardiniere Willy

      SIAMO IN DUE!!!! appena ho letto il giudizio sul suono e ho visto che era l’unico….. fierissimo

  • Pingback: Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com - WikiFeed()

  • italba

    Ottima recensione, complimenti!

    • Matteo

      spero tu stia scherzando.

      • italba

        Mi è sembrata abbastanza completa, dimmi tu perché non ti è piaciuta.

        • Matteo
          • italba

            A parte che non è una bella cosa replicare le stesse risposte, è abbastanza comune che negli esemplari di preserie ci siano delle differenze anche notevoli tra un esemplare e l’altro. E poi “sono di parte” chi? A vantaggio di quale entità maligna? E ti sembra così fondamentale per un telefono il volume massimo dell’altoparlante?

          • Matteo

            A parte che io non ho replicato le risposte se leggi bene. Una l’avevo fatta a parte 16 ore fa e poi dopo quando ho letto quel commento ho riscritto la mia opinione e l’inizio l’ho cambiato, Ciao. Comunque si. Per me il volume massimo dell’altoparlante e importantissimo poi se non vuoi sentire un cavolo tu fatti tuoi LOL e poi mica cambia tra un esemplare e l’altro.. Il sistema audio e quello -.-”

          • italba

            Forse non hai letto bene: Sono esemplari di PRESERIE, differenze tra uno e l’altro ce ne sono di sicuro. Inoltre tra 71 e 80 non ci sono 9 NUMERI, ci sono 9 decibel. Considerando che i decibel sono una scala logaritmica e che ogni 3dB raddoppia la potenza, vuol dire che uno ha misurato tre volte la potenza dell’altro. Decisamente troppo per la normale tolleranza di produzione, o uno dei due telefoni era difettoso o uno dei due laboratori ha sbagliato completamente le misure. Ed ora dimmi, cosa ti fa credere che 71dB sia il valore giusto e 80dB quello sbagliato?

          • Matteo

            9 decibel.. Quindi ci sono 9 decibel di differenza quindi sono sempre 9 numeri.. LOL Comunque me lo fa pensare (che 80 sia quello giusto e che 71 sia quello sbagliato) il fatto di aver visto parecchi confronti su youtube e che phonearena sia decisamente piu affidabile come misurazione.

          • italba

            Secondo te 9 milioni sono nove numeri? 1 milione, 2 milioni 3 milioni… I decibel NON sono numeri, controlla pure. E quindi Androidiani farebbe disinformazione a vantaggio delle forze del male? Stasera su Kazzenger?

          • Matteo

            Vabbe convinto tu, 9 decibel di differenza sono 9 valori di differenza 9 valori sono 9 numeri vabbe. Ciao.

          • italba

            Sei pregato di studiare la matematica e la fisica.

          • Matteo

            Studiatela te.

          • italba

            Già fatto ai miei tempi, tu comincia da qui http://it.wikipedia.org/wiki/Decibel

  • cuoreimpavido76

    Cioè devo spendere 500 euro per un terminale che non mi permette di arrivare a sera grazie alla scarsa ottimizzazione della batteria? E questa è pure la casa che sta’ dietro al 1+1???? Già mi sta’ venendo da ridere a pensare chi ha distrutto il suo cellurare per ste cinesate…

    • KilgoreT

      Dove hai letto 500 euro? La versione premium QHD, che spero nessuno compri, sta a 450, quella normale è a 399… 200 meno di Samsung-HTC-Sony equivalenti

      • cuoreimpavido76

        Pensi veramente che in Italia tra tasse iva etc costi veramente meno di quella cifra…sugli ” scaffali”dei negozi??? O mica pretederanno che uno compra Oppo F.7 senza neanche averlo provato fisicamente?

        • Saverio Alloggio

          Il Find 7a ed il Find 7 non si troveranno mai sugli scaffali dei negozi….si acquistano solo ed esclusivamente dal sito oppostyle.com (sito ufficiala europeo della Oppo)…. il Find 7a costa 399 euro, ed è la dimostrazione di come i grandi produttori (Sony, Samsung, Htc, Lg) prendano continuamente per in fondelli noi utenti a livello di prezzo

        • Matteo

          Senti se non ti sta bene ti prendi un top gamma a 700 euro E comunque vista la ricarica veloce VOOC 20 min 80% con schermo spento ti puoi tranquillamente caricare 2 batterie e usarle, Cosa che non puoi fare con gli altri perche stai 20 anni a caricarne 1 Ripeto se non ti sta bene questo fantastico coso ti prendi un top gamma a 700 Euro LOL

          • cuoreimpavido76

            Infatti hai ragione non mi sta bene…e pensandoci bene non mi sta’ bene perche’ se ho bisogno di assistenza devo spedirlo in cina e un mio collega sono 8 mesi che sta senza telefono e non ne ha piu notizie…non mi sta’ bene perché sempre il mio collega alla fine ha speso 400 euro e si è fatto un s4 della samsung quindi 700 euro tra sta’ cinesata e il telefono nuovo che è pure “vecchio”…non mi sta’ bene perché gli accessori non li troverai mai nelle bancarelle per strada e neanche nei negozi cinesi…quindi se mi serve qualcosa la devo ordinare e pagarla il doppio se mi arriva e passa alla dogana senza contare gli aggiornamenti che se ne’ sbattono di supportare…non mi sta’ bene che non ha certificazioni di resistenza ad acqua e polvere…e per ultimo ma non meno importante non mi sta’ bene che vendono a casa mia senza pagareble tasse nel mio paese e senza dare lavoro a miei paesani sbattendonese dei parametri di onde Sars imposte dalla comunità europea…invece MI Sta molto BENE spendere 700 euro per un Samsung S5 che non prendendolo al Day One ho pagato 550€ …risparmiando rispetto alla ciofega cinese… (ricorda il mio collega…) ora mettece na’ pezza…La legge di “chi più spende meno spende” è sempre valida…la tua invece dice che” quando il gatto non arriva al lardo dice che è rancico”…..chi vuol capire!!!!!!

          • Matteo

            .La legge di “chi più spende meno spende” è sempre valida…la tua invece dice che” quando il gatto non arriva al lardo dice che è rancico”…..chi vuol capire!!!!!! Em……….. Veramente proprio per me sta frase.. Che ho comprato un iphone 4s al day one che costava 700 euro la versione base…………………………………… Comunque ce li ho i soldi io se e questo che vuoi dire con quella frase ò.ò io non cerco di spendere meno cerco il prodotto in rapporto qualita prezzo migliore ò.ò E comunque mi sa che non sai niente dell’assistenza di oppo…

          • cuoreimpavido76

            Spiegamela te dunque come funziona l’assistenza Oppo magari aiuto il mio collega…sai avendo comprato solo Nokia prima e Samsung negli ultimi 5anni quando avevo problemi mi rivolgevo nei centri di assistenza fisici della mia città e risolvevo al max in 15 giorni…mi è un po’ difficile avere esperienza di centri assistenza a Pechino…o chissà dove…per quanto riguarda la tua opinione sul rapporto qualità prezzo non credo tu sia sulla retta via se da un’iphone mi parli di Oppo…è come paragonare Mercedes a Dacia…si hanno 4 gomme un volante e un motore entrambi…MA……
            poi mi parli di “risparmio, rapporto qualita’ prezzo”e sei uno che compra al day one…non mi sembri tanto coerente neanche con te stesso…”chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa’ quello che perde ma non sa’ quello che trova” ora non è che l’iphone sia mai stato un telefono di mio interesse, soprattutto per il mondo chiuso che lo avvolge, ma paragonarlo ad un oppo mi sembra un tantino sgarbato…per non dire esagerato..

          • Matteo

            infatti non lo stavo paragonando a un bel niente. Era solo per rispondere a te

          • cuoreimpavido76

            Ma a me sembra invece che non hai risposto affatto…illuminami della tua saggezza inerente all’assistenza sopra citata che dici o immagini di conoscere almeno aiutiamo qualcuno..sempre se capisci realmente di cosa stiamo parlando…cosa che dubito…inutile aprire bocca e dargli fiato senza neanche conoscere un’azienda e che pessimi servizi offre al cliente finale…non difendere a spada tratta solo per partito preso, perché ti garantisco che fai una pessima figura..

          • Matteo

            Vabbe convinto tu del pessimo servizio.. E convinto tu.. Comunque la pessima figura la stai facendo te.. Che senza aver provato un ‘assistenza stai parlando di un prodotto cinese di un tuo collega di cui l’assistenza faceva schifo, e ora ti sembra che tutte le cose cinesi facciano schifo, Ma comunque.. Ciao. (Si prega di non rispondere più).

      • cuoreimpavido76

        “SCARTATO”

    • frengo

      ahahah!!
      UHUHUH!!

      mi rotolo dal ridere pensando che ci sia gente così scarsa..”materiali nobili”??..

      Muhaahahah!

      credimi se ti dico che l’ultima cosa che dovresti guardare in un apparecchiatura del genere sono i materiali (a meno che non siano particolarmente innovativi, ovvio) a mio avviso trovare nel Find 7 il solo pregio di questi fantomatici “materiali nobili” è osservazione direttamente correlata alla cultura elettronica di chi la fa.

      • Antonio_lovy

        Il find 7 è fatto di plastica, ma al tatto Non certo da l’impressione di una plastica cheap come può essere quella di un g2 o gs4-5

        • frengo

          io mi riferivo ben altro che alla plastica della scocca.
          “lega di alluminio-magnesio convenzionale per orientarsi verso una lega di titanio che dona al cellulare robustezza e leggerezza”
          in uno smartphone per forma, peso, caratteristiche e ulilizzo non cambia niente. Garantitio.
          ribadisco, va visto altro..a me poi personalmente piace questo modello, ma di certo non per il cambio scheletro

      • Matteo

        Contento tu .

  • Pingback: Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com – News Novità Notizie Trita Web()

  • Pingback: Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com | mobilemakers.org()

  • Pecosbill76

    Chi mi spiega questa “perla”?
    […]
    Il caricabatterie è tra i più potenti provati poichè fornisce al Find 7 circa 4.5A di corrente elettrica. Tale valore supera i canonici 1A, 2A dei più comuni caricabatterie, quindi vi suggeriamo di non usare questo caricabatteria anche per altri cellulari
    […]

    • Dino

      Credo si riferisca al fatto che 4.5 A in fase di carica sembrano eccessivi, per cui si consiglia di non utilizzare un tale amperaggio nella carica di altri eventuali smartphone (ciò potrebbe avvenire caricando tali smartphone con il caricabatterie in questione). La batteria potrebbe esplodere se caricata con un amperaggio troppo forte. Per quanto riguarda questo oppo invece si pensa di poter utilizzare un amperaggio cosi forte, visto che si spera che gli ingegneri abbiano fatto bene i calcoli

      • KilgoreT

        Certo che li hanno fatti, l’amperaggio è quello massimo che può dare il caricatore, quindi se ci attacchi qualcosa da caricare che ne richiede 0,5 lui fornisce 0,5

        • Pecosbill76

          Ecco, appunto ;-)
          Quindi la premurosa raccomandazione riportata nell’articolo non ha alcun senso.

          Con quel caricabatterie si può ricaricare senza alcun rischio qualsiasi dispositivo che non assorba più corrente di quanta l’alimentatore ne possa erogare.

        • Dino

          Faccio professione di umiltà, ma non credo sia giusto quanto mi dici. Caricatori a maggior amperaggio caricano la batteria in minor tempo, ma in compenso la stressano maggiormente. Le raccomandazioni sui caricatori sono utili, eccome: sul sito della Motorola (credo che anche li ci lavorino ingegneri) c’è scritto espressamente di utilizzare solo determinate bande di amperaggi. Magari è solo una precauzione, ma è sempre meglio osservarla! Ripeto, questo è quanto so io :) ma se a te risulta altro possiamo parlarne tranquillamente

        • Alessandro

          No, non è così. Il carico non deve influire sull’intensità di corrente erogata sul secondario. Oltre ad essere una scelta progettuale intelligente è anche una diretta conseguenza dell’utilizzo di trasformatori disaccoppiati e raddrizzatori

          • italba

            I trasformatori non si usano più da vent’anni…

          • Alessandro

            attacchi il cellulare direttamente alla presa elettrica del tokamak?

          • italba

            No, al mio caricabatterie switching

    • Alberto Bucci

      Come è successo che un utente con sigaretta elettronica ha tentato di caricare tale con il caricabatterie dell’ipad (un bel paio di apere in più del normale) gli è esplosa in mano può succedere anche con vari telefoni in quanto c’é un limite di di ampere che ogno dispositivo può reggere come input di ricarica :)

      • Pecosbill76

        I=V/R

        È il carico ( lo smartphone ) che “decide” quanta corrente richiedere.
        Ergo, il generatore ( l’alimentatore ) eroga al massimo la corrente che gli viene richiesta.
        Oltre tutto, il circuito di ricarica e di controllo della carica risiedono nello smartphone, non nell’alimentatore.

        • MARCO RICCIOTTI

          Appunto come si ripete ogni apparato elettronico a un suo amperagio massimo in entrata , e se superato può provocare la rottura del circuito interno che regola la carica

        • Alessandro

          Ma se nella formula hai scritto l’opposto!
          Con I costante al massimo regoli V, e te ne fai ben poco siccome la batteria è a ioni di litio!

        • Davide

          no, non è così.. o meglio lo è solo in parte. Il circuito di ricarica decide di limitare la corrente di ricarica a 500mA SOLO se è attaccato a una porta usb, tipicamente quelle dei computer, ma se è collegato a un alimentatore lo riconosce come tale e ricarica la batteria al massimo di corrente permesso dall’alimentatore stesso.

      • Lore

        Assolutamente non funziona così

    • Ruppolo

      Semplice ignoranza. La corrente indicata è la massima erogabile e la corrente erogata la stabilisce il dispositivo che la preleva. Quindi questo carica batterie si può usare con qualsiasi dispositivo che richieda 5 Volt per essere ricaricato.

    • Matteo

      guarda proprio una perla di saggezza.. In modo ironico ovviamente. Non capisco come possano mettere persone del genere a scrivere questi articoli.

  • anvl

    snap 800 a 399€ il più economico a parità di hardware????ma mi faccia il piacere….

    • Antonio_lovy

      È uno snapdragon 801 (xperia z2, s5, m8)….

  • Pingback: Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com | Crazyworlds()

  • momentarybliss

    bella recensione, se dovessi comprare un oneplus one adesso sarei ancora più convinto della mia scelta

  • Giardiniere Willy

    IL MIO LG OPTIMUS G E’ ECCELLENTE NEL GIUDIZIO SUL SUONO!!!! STO PER COMMUOVERMI

    • Pippo

      io direi che è eccellente anche nella ricezione…prende ovunque…meglio del mio S4

      • Giardiniere Willy

        effettivamente è vero! prende sempre molto bene! Peccato solo per quella schifo di batteria e la fotocamera

  • Emiliano Giuseppe Pratici

    Originariamente, se non ricordo male, erano incluse nella confezione (oltre agli auricolari e al carica batterie) una micro sd da 32, una seconda batteria e una cover. L’offerta era molto valida (con € 58,00 di accessori). Ora, pur rimanendo un ottimo device nel rapporto qualità prezzo, ha perso, a livello di offerta, parte del proprio fascino.

    • http://www.egosistema.net/ matiu2

      gli accessori in omaggio erano per la prima serie di ordini dal sito europeo, un po’ come fa samsung con le offerte exclusive, chi prima acquista riceve un premio, tanto per semplificare il concetto.

      Sta di fatto che sono 399 euro contro 699 euro degli altri top di gamma…

  • Pingback: Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com | Alcoolico()

  • marco napea

    supporta le photosfere la ‘app fotocamera? in caso si può mettere quella stock android che le supporta e farle?

    • Matteo

      Si. Le supporta

  • Pingback: Oppo Find 7a: la recensione di Androidiani.com - HostingPost.itHostingPost.it()

  • Valdaster

    Scrivendo dal mio Find 7 posso tranquillamente reputare questa valutazione assolutamente eccellente, esaustiva ed equa (bravo Raimondo): io l’ho preso con compresa nel prezzo una Cover in pelle Nfc, una sd 32 Gb ultra ed una seconda batteria (gemella di quella nella confezione) e con tutta onestà ho fatto un ottimo affare, soprattutto per il fatto che non appena uscirà Color OS 2 stable nutro valide aspettative che quei piccoli difetti (che comunque non influiscono su un normale uso quotidiano) vengano risolti; comunque anche così veramente stupendo, peccato che la dimensione sia un po’ eccessiva (almeno per me).

    • Antonio_lovy

      Concordo su tutto ciò che hai scritto, da neo possessore di questo gioiello

      • Matteo

        tutti quelli che lo hanno sono neo possessori per ora.. E uscito da poco xD

  • Matteo Dibitonto

    “Lo schermo IPS fà il suo dovere in maniera egregia, e angoli di visualizzazione sono buoni anche se da certe angolazioni il nero diventa quasi bianco. La perdita di contrasto la si avverte guardando lo schermo dai lati e da un angolo maggiore di 45°: ma poiché nessuno, nel quotidiano, userà il telefono osservandolo da questi angoli limite, possiamo semplicemente affermare come la resa sia buona.”

    Se lo fa oppo è ok, se lo fa sony con lo Z è una vergogna….
    Ok…

    • LukaErDanno

      Ma solo io penso che sia uno svantaggio che si veda bene anche molto di lato? Referisco che so veda bene solo davanti che sono solo io a vederlo piuttosto che anche gli altri attorno a me… Bha

  • JoJo2000

    Gran bella recensione, davvero curata e dettagliata. Vista la sua parentela son sempre più convinto che non appena sarà acquistabile dalla massa ‘1+1 sarà il mio prossimo smartphone.

  • Domenico

    Ciao, comprato sul sito il giorno 8 aprile. Arrivato 20gg. Dopo con corriere come da comunicazione. Era andato “out of stock” nel giro di un giorno. Smartphone secondo me di assoluto livello. La fotocamera è pazzesca. In Italia non avrá una grande diffusione e sicuramente sará bollato come prodotto Cinese, ma questo mi interessa relativamente.

    • Matteo

      com’è la sensazione di vedere lo skyline al buio? xD

  • Patri

    quando si parla di prodotti “cinesi” manca una informazione per me fondamentale.
    Che livello di valore SAR possiede??????

    • Matteo

      perche ti interessa una cosa cosi inutile come le radiazioni? tanto con tutto quello che abbiamo a casa e fuori di radiazioni credi che ti cambi per qualche valoretto in piu o in meno? Comunque i sar sono:

      FCC measured SAR:

      Head:

      0.74 W/kg

      Body:

      1.22 W/kg

      Product Specific Use:

      0.79 W/kg

      Simultaneous Transmission:

      1.57 W/kg

      A me non sembrano cosi tanti.. Dato che solo oltre il limite di 2.5 W/kg si puo considerare nocivo..

      • Patri

        Beh.. se le radiazioni sono inutili perche hanno messo un limite? al quale comunque è sempre bene stare parecchio sotto.. I valori alla testa sono buoni.
        Sicuramente preferisco un cellulare da 0.70 che uno da 1.50.
        in casa non ho apparecchiature che emettono radiazioni (tipo wifi, cordless) almeno li sto tranquillo.

        • Matteo

          Sotto i 2.5 Sono inutili non ho detto che sono del tutto inutili comunque visto che i valori sono buoni, non c’è da preoccuparsi, soprattutto per te che in casa avresti solo il telefono come possibili onde, invece per quanto mi riguarda sono bombardato XD un bordello di radiazioni a casa mia haha

  • Matteo

    madonna ma quanto siete di parte su tutti gli altri siti ne parlano benissimo ma qui voi lo svalutate parecchio..

  • Pingback: Dalla cina con furore | Mario Margotta()

  • Pingback: OPPO Find 7a: super recensione italiana | OPPO Fans Italia()

  • Pingback: One Plus One: unboxing della versione cinese – Androidiani()

  • luca

    scusate la domanda forse stupida, ma il carica batterie non mi sembra abbia l’attacco classico alla presa corrente. Come si risolve il problema?
    Grazie

  • Pingback: OnePlus One: la recensione di Androidiani.com del modello europeo – Androidiani()