Tablet: continua il lento (ma costante) declino

9 febbraio 201627 commenti

Sebbene abbiano rappresentato un vero e proprio punto di rottura per quanto riguarda la tecnologia di consumo, i tablet fanno adesso registrare valori tutt'altro che positivi, a fronte dei cambiamenti intervenuti nel corso di questi anni.

Curva in ribasso per i tablet

Come si evince dalle statistiche pubblicate nel sito strategyanalytics, il mercato dei tablet è andato incontro, durante gli ultimi mesi del 2015, ad un calo percentuale pari all’11%. Tutti i più grandi produttori, ad eccezione di Lenovo, sembrano risentire di questo trend negativo, come ci mostra l’immagine riportata di seguito:

tablet

Nemmeno gli iPad, considerati da molti utenti come i tablet per eccellenza, sono esclusi da un settore in evidente ribasso: pur continuando a detenere il primo posto (non considerando i c.d White Box), Apple deve fare i conti con un preoccupante -25%. Non vanno meglio le cose per Samsung, in riferimento a cui segnaliamo un altrettanto negativo -17%. Nella stessa situazione dei brand citati finora, troviamo Amazon ed Asus, rispettivamente con -20% e -25%.

A tal riguardo, è importante analizzare anche la situazione generale dei sistemi operativi a bordo di questi terminali. Per la cronaca, abbiamo:

  1. Windows, i cui prodotti fanno leva su un importante 59% del totale;
  2. iOS in seconda posizione, con il 22%;
  3. Android resta fanalino di coda, conseguendo un modesto 7%.

Le ragioni di quanto descritto sono piuttosto evidenti: gli smartphone, in special modo i phablet, permettono all’utenza di ottenere all’incirca gli stessi benefici che si potrebbero avere su device con schermi dalle dimensioni più elevate, ormai giustificabili solo in ottica di produttività, magari guardando il tutto in abbinamento con tastiera e sistemi di puntamento dedicati, come per i 2 in 1.

Loading...
  • riccardo

    A distanza di anni dall’uscita del primo iPad (e pur avendo un Samsung galaxy tab) continuo a pensarla come allora: un tablet non serve fondamentalmente a un c***o! E con un phablet come smartphone un tablet serve ancora meno!

  • Manuel Olivo

    Io penso che il tablet sarà sempre un ottimo dispositivo multimediale

    • Inizialmente la pensavo esattamente come te.
      Ma dal phablet forse è meglio passare direttamente alla smart tv…
      Il tablet è una buona risorsa, ma solo una via di mezzo tra queste 2 cose. Che a loro volta si evolveranno.

      Poi va beh! per fare cose più seriamente il assolutamente il PC.

      • M-Redstone

        E per farle ancor più seriamente io direi un PC desktop con una bella scheda madre dotata di almeno 6 porte sAta 3 e 8 usb 3, molta ram di ultima generazione (12 gb ddr4), una scheda video dedicata, un disco SSD da 128 gb per SO e programmi più uno “tradizionale” da 2 tb per i dati e un lettore/masterizzatore blu-ray. E per finire un bel monitor da 24 pollici QHD

      • Manuel Olivo

        Io sto cercando un buon convertibile da usare tutti o giorni con una pennetta attiva, ma oltre al surface non trovo niente di buono :/
        Sono interessato al pro 4 ma ho paura che il display sia troppo piccolo

        • Non seguo molto i tablet, mi spiace.

  • Ecco perché costano meno alcuni tablet android del Clempad, che quando premi fa il verso della mucca…
    Funzione interessante, certo, ma adatta solo ad un pubblico MOOOOLTO giovane!

    • Il colpevole del suo declino è stato individuato, pare sia un certo phablet…
      Le indagini proseguono. ?!

      • Sono in pericolo anche loro!

        https://uploads.disquscdn.com/images/6db1e624353298902be60b0c68b3deefee0e3f078f86a12d26075571e75e84e3.jpg

        Ha anche un rapporto display cornici migliore dell’iPhone!

        • Edoardo Sintuzzi

          Probabilmente anche più prestante ;)

      • Marco Grey Grisa

        Non sono molto d’accordo.
        Colpevole nº1 il prezzo. I primi tablet Android costavano 100/150€ max. Ora con 200€ ne prendi uno appena appena accettabile. Una volta il tablet era la via di mezzo tra smartphone e notebook.
        Colpevole nº2 la non evoluzione. Mentre gli smartphone hanno processori sempre più potenti, ram sempre maggiore, fotocamere migliori ecc, i tablet sono rimasti pressoché fermi o comunque per avere prodotti validi bisogna spendere 250/300€ (però con quei soldi puoi comprarti un notebook). É inutile avere un 10″ con una fotocamera da 3mpx.

        • Si, è un interessante punto di vista.
          Ma rimane il fatto del miglior compromesso, cioè un phablet da almeno 6″ offre di più a livello di prestazioni ed è abbastanza sfruttabile come uso di un quasi Tablet…

          • Marco Grey Grisa

            Continuo a non essere d’accordo per un motivo ben preciso. Le donne solitamente il telefono lo mettono nella borsa per cui per loro le dimensioni non contano più di tanto. Ma per un uomo, che solitamente il telefono lo tiene in tasca, un 6″ non é molto pratico. Un 5,5″ é già al limite massimo. Discorso diverso per chi lo utilizza anche per il lavoro come ad esempio rappresentanti ecc. che magari utilizzano spesso il telefono in auto col Bluetooth o che comunque girano con la borsa con i vari cataloghi ecc. Questo é il mio personale punto di vista, poi magari avete ragione voi, o magari é un po’un mix di entrambe le cose

          • È un discorso troppo soggettivo, quindi non si può generalizzare né a favore né contro alle due ipotesi.
            Personalmente vado in giro con un 6″ dual sim, che sfrutto per tutti gli usi, quindi ottimizza al massimo le mie esigenze di lavoro e non.
            Certo non lo si può portate nella tasca dei jeans, ma in quelle di una giacca o giubbotto si, senza problemi, poi come in tutte le cose é una questione d’abitudine oltre che di particolari esigenze.
            Insomma dal mio punto di vista il vantaggio sta nell’avere un solo dispositivo dove posso fare tutto ciò che mi necessità, il PC lo uso in ufficio.

          • qoqqo

            io uso un Mate 7 con display da 6″che sfrutto per qualsiasi cosa, fa tutto e grazie alla batteria molto prestante posso star fuori dalle 7 alle 22 senza neanche un pensiero, è un media center, ufficio, tv, tutto, ma comunque abbastanza compatto. Sta dappertutto. Prima usavo un xperia Z ultra da 6,44 ed era forse oltre, ma 6 va bene.

  • tuccio

    colpa dei padellone,
    hahaha

  • Gatto

    Ricordo che 5 anni fa diedi il mio portatile a mio fratello per comprare un acer iconia a500 per la “modica” cifra di 500€. Questo prima che scoppiasse la moda dei tablet e ce l’avessero tutti. Dopo un anno mi sono reso conto che il tablet era limitante e quando tutti iniziavano a comprarli io me ne stavo disfando per tornare al portatile. E non me ne pento.

    • olè

      al massimo dovresti chiederti perchè sei “caduto” nella trappola ahhahaha

      • Gatto

        Ero curioso della novità, e ho capito un anno dopo che tutte le cose che mi piace col portatile diventavano un casino col tablet. Non sono proprio il tipo che compra un computer per giocarci a pet rescue saga ahahah

        • olè

          ahhahahah considera che l’avevo intuito dal “poi sono tornato indietro” io personalmente non ho mai comprato un tablet, fondamentalmente perchè li trovo inutili o meglio sono semplicemente dei “giocattoli” costosi…

    • Carlo

      Ma l’iconia non era solo un tablet, è l’antenato dei convertibili….

      • Gatto

        Icona w500 con windows, io avevo l’iconia a500 con android… funzionante e di buona fattura si perché ancora oggi se lo paragoni ai tablet di samsung e asus reggeva il confronto, ma sistema e applicazioni di 5 anni fa erano acerbi come pochi. In più se ci metti che non aggiornavano….

  • Tenente

    Signori non capite una cosa.
    Il declino é normale perche siamo in un mercato saturo e con una voglia inferiore di cambiare il tablet.
    Lo smartphone non ha grosse flessioni verso il basso perche la tendenza a cambiare é maggiore a causa della necessità.
    Un utente che ha da spendere 500€ li spenderà sempre verso il nuovo smartphone che per cambiare il tablet, dove l uso è internet o app semplici (lavorative o meno che siano).

  • Gabriele

    io ce l’ho e mi torna molto utile, questione di punti di vista.
    rimane il fatto che il tablet non è un oggetto di moda come un cellulare, se funziona bene perché cambiarlo ogni anno?

  • LucaFrance Traverso

    calano a fronte di cosa? certo che se consideriamo un phablet da 6 e a volte 7 pollici magari con la possibilita’ di trasferire le immagini si tv il tablet ha poco senso, ma a confronto dei classici pc penso che per un buo 60 – 70 % di persone preferiscano il tablet. Il declino e’ dato dal fatto che sono prodotti che durano una media di 4 anni o piu’ e che l’uso maggiore orami viene svolto dagli smartphone quindi non si sente la vera necessita’ di avere ” ‘ultimo modello” di tablet. Penso comunque che il tablet possa ancora avere una buona fetta di mercato nel futuro prossimo.

  • andrea

    probabilmente molti si sono accorti come me che i tablet sono praticamente inutili nel senso che non sono ne carne ne pesce e non sostituiranno mai i portatili, al massimo si può pensare ad un portatile con schermo estraibile ma un tablet puro in fin dei conti o ci lavori o sei uno che viaggia molto oppure è totalmente inutile. è un oggetto che non porti con te viste le dimensioni, parlo di 9-10-11 pollici, se parliamo di 7-8 pollici forse meglio phablet cosi hai solo device. Per leggere sono scomodi, molto meglio un ebook reader, batteria piu duratura, meno problemi di riflessi o affaticamento della vista, piu piccolo e piu portatile. Insomma alla fine penso sia un pò finita la moda dei tablet e ormai lo compra chi ne ha davvero bisogno e non lo cambia certo ogni anno.

  • sailand

    da un lato smartphone con schermi sempre piu’ grandi rendono meno appetibili i tablet sotto i 10 pollici ma la vera svolta sono in nuovi 2 in 1. veri pc che diventano tablet all’ occorrenza staccando la tastiera e sopra i 10 pollici avere la versatilita’ di entrambi i mondi e’ un’ altra liberta’.
    ovviamente per leggere l’ ebook reader e’ obbligatorio e senza alternative se si tiene alla vista togliendo ai tablet altri utenti.